Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Pilotta

Pilotta: informazioni della città di Parma

LA TRAVIATA AL FESTIVAL VERDI 2017

La Traviata al Festival Verdi 2017

LA TRAVIATA AL FESTIVAL VERDI 2017

Nel nuovo allestimento di Andrea Bernard

e del team creativo vincitore del European Opera-directing Prize,

Sebastiano Rolli dirige, nell’edizione critica a cura di Fabrizio Della Seta,

Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna e un cast di giovani artisti

Teatro Giuseppe Verdi di Busseto

29 settembre, 3, 4, 7, 9, 11, 12, 14, 16, 18 ottobre 2017

Giuseppe Verdi: declinazioni di sacro

Giuseppe Verdi declinazioni di sacro

RASSEGNA “GIUSEPPE VERDI - DECLINAZIONI DI SACRO”

DAL 2 AL 26 OTTOBRE 2017

 

La rassegna “GIUSEPPE VERDI - DECLINAZIONI DI SACRO” è articolata in tre incontri che si terranno dal 2 al 26 ottobre, due dei quali sono inclusi nel programma del Festival Verdi Off 2017.

L’iniziativa, promossa dalla Cappella Universitaria della Diocesi di Parma, ideata e curata dalla Dott.ssa Alessandra Toscani, esperta di produzioni artistiche e culturali, è realizzata con i patrocini di: Comune di Parma, Comune di Busseto, Festival Verdi; con la collaborazione di: Casa Verdi (Milano), Club dei 27, Società Dante Alighieri di Parma, Associazione Italiana Santa Cecilia (Roma), grafica StudioGEA; con la sponsorizzazione de “I Bibanesi”.

Durante la conferenza stampa, che si terrà martedì 26 settembre alle ore 10,30 nella chiesa di S. Rocco e sarà moderata dalla Dott.ssa Chiara Palazzolo, verrà illustrata l’iniziativa: tre incontri a carattere divulgativo che intendono suggerire nuove possibili prospettive sul controverso tema del Sacro che caratterizza il complesso panorama interpretativo di Giuseppe Verdi; un campo di studio da sempre “spinoso” per musicisti, musicologi e biografi dedicati al compositore. Si intende far “incontrare” la figura di Verdi attraverso una prospettiva extra teatro che parta da testimonianze legate alla vita, ai luoghi vissuti, alle radici culturali del territorio, ai progetti etici: aspetti essenziali per una miglior comprensione delle scelte compositive dei testi a contenuto sacro, temi delle conferenze degli autorevoli relatori invitati.

 

STUDIO DELL’UNIVERSITÀ DI PARMA SULLE AFLATOSSINE

Studio dell’Università di Parma sulle aflatossine
Lo studio sulla pericolosa tossina che può contaminare gli alimenti è stato condotto dal Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale

Un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma (Dominga Rogolino, Anna Gatti, Mauro CarcelliGiorgio PelosiFranco BisceglieFrancesco Maria Restivo, Francesca Degola, Annamaria Buschini, Serena Montalbano), insieme ai colleghi Donatella Feretti e Claudia Zani dell’Università degli Studi di Brescia, ha pubblicato il lavoro “Thiosemicarbazone scaffold for the design of antifungal and antiaflatoxigenic agents: evaluation of ligands and related copper complexes” sulla prestigiosa rivista Scientific Reports.

PARMA WEEKEND IN PROVINCIA 23-24/settembre - 2017

BEDONIA
MONTE PENNA: PROPOSTE DEI RIFUGI
Ultimo appuntamento settembrino nei due rifugi del monte Penna. Per tutto il weekend nelle due baite dei due rifugi rispettivamente quello del monte Penna e quello del Faggio dei 3 Comuni del Cai gli escursionisti, gli appassionati di trekking ed i pellegrini che sceglieranno questa splendida foresta ed il parco naturale del monte di Bedonia per passare momenti indimenticabili saranno accolti con musica e sana gastronomia. Per tutti saranno organizzate camminate, escursioni a piedi, in mountain bike e passeggiate tra le faggete del monte di Bedonia. Funzioneranno i due punti di ristoro.

GARA DI TIRO AL PIATTELLO IN RICORDO DI DUE GIOVANI
Sabato a Cavignaga di Bedonia la squadra di caccia di Cavignaga in collaborazione con il moto Club Taro-Taro-Taro organizzano il secondo «Memorial Sergio & Fausto», due giovani cacciatori recentemente scomparsi che facevano parte della squadra dei cacciatori di Cavignaga, gara sportiva di tiro al piattello. La gara, aperta a tutti quelli sportivi in regola con le disposizioni di legge, avrà inizio alle 8 per concludersi alle 20, con pausa pranzo, e domenica dalle 8 alle 12, alle 16 premiazioni. 
Info: 3288091227 (Andrea) e 3391511504 (Massimo).

FALSTAFF AL FESTIVAL VERDI 2017

FALSTAFF AL FESTIVAL VERDI 2017

Il capolavoro verdiano diretto da Riccardo Frizza

alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma,

nel nuovo allestimento di Jacopo Spirei con protagonista Roberto de Candia

Teatro Regio di Parma

1, 5, 15, 22 ottobre 2017 

JÉRUSALEM INAUGURA IL FESTIVAL VERDI

Jerusalem: Festival Verdi 2017

JÉRUSALEM INAUGURA IL FESTIVAL VERDI

Nel nuovo allestimento di Hugo De Ana, torna al Teatro Regio di Parma

dopo trentasette anni il primo grand opéra verdiano,

nell’edizione critica in prima assoluta a cura di Jürgen Selk,

diretto da Daniele Callegari alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini

e del Coro del Teatro Regio di Parma

Teatro Regio di Parma

28 settembre, 8, 12, 20 ottobre 2017 

Prima che si alzi il sipario - Falstaff- Ridotto del Teatro Regio di Parma

Falstaff Festival Verdi 2017

Ridotto del Teatro Regio di Parma

martedì 19 settembre 2017, ore 17.00, ingresso libero

Il regista presenta il suo nuovo allestimento

nell’incontro a cura di Giuseppe Martini, con la partecipazione degli allievi

del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma 

LE OPERE DEL FESTIVAL VERDI 2017 SI SVELANO

Opere Festival Verdi 2017

IN ANTEPRIMA NELLE PROVE APERTE AGLI UNDER 30 E AL PUBBLICO

Biglietti in vendita dal 21 settembre a Busseto per La Traviata,

dal 23 settembre al Teatro Regio di Parma per Jérusalem, Stiffelio e Falstaff 

Le opere prossime al debutto al Festival Verdi 2017 si svelano in anteprima al pubblico in occasione delle prove generali. Jérusalem martedì 26 settembre alle ore 19.30 al Teatro Regio di Parma, La traviata martedì 26 settembre alle ore 15.00 al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto, Falstaff venerdì 29 settembre alle ore 20.00 al Teatro Regio di Parma e Stiffelio mercoledì 27 settembre alle ore 20.30 al Teatro Farnese. 

I biglietti per le prove di Jérusalem, Stiffelio e Falstaff saranno in vendita sabato 23 settembre presso la Biglietteria del Teatro Regio di Parma (ore 10.30 - 13.30 e 17.00 alle 19.00), al prezzo di € 10,00 per il pubblico e  di € 5,00 per le associazioni che hanno aderito al progetto di Promozione culturale e che hanno già ricevuto conferma alla propria adesione.  

PARMA WEEKEND IN PROVINCIA 16-17/09 - 2017

BEDONIA

APERTI I RIFUGI DEL MONTE PENNA 
Musica e gastronomia per tutto il weekend nelle due baite del monte Penna, le strutture e le sale dei due rifugi rispettivamente quello del Monte Penna e quello del Faggio dei 3 Comuni del Cai sono pronti ad ospitare gli escursionisti, gli appassionati di trekking ed i pellegrini. Per tutti saranno organizzate camminate, escursioni a piedi, in mountain bike e passeggiate con i cani da slitta tra le faggete del monte di Bedonia. Funzioneranno i due punti di ristoro.

Inizio ufficiale del mandato al maestro Alpesh Chauhan quale direttore principale della Filarmonica Arturo Toscanini per il prossimo triennio 2017-2020

Alpesh Chauhan

Inizia oggi il mandato di Alpesh Chauhan alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini
Il giovane direttore inglese resterà in carica sino all’estate 2020

Il mandato triennale di alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini quale nuovo Direttore Principale dell’orchestra inizia ufficialmente oggi, 15 settembre 2017. Il ventisettenne direttore inglese di origini indiane, nato a Birmingham nel 1990 e lì cresciuto, nell’alveo di una città musicalmente ricca e di un’orchestra di grande fama, la City of Birmingham Symphony Orchestra, fece un folgorante debutto a Parma nel marzo di due anni or sono, rivelando quello straordinario talento e quell’entusiasmo che ha conquistato immediatamente il pubblico e i componenti di quella che è diventata oggi la “sua” orchestra. Chiamato allora a sostituire un collega ammalato di grande prestigio come Kazushi Ono, suo predecessore nel ruolo di Direttore principale, in un programma difficile e popolare (Schumann e Beethoven), e dotato di un curriculum che sino ad allora era rivelatore solo per gli addetti ai lavori, Chauhan poteva risultare una scommessa. Oggi è una delle più belle realtà della più giovane generazione della direzione d’orchestra ed a lui che la Filarmonica Toscanini si affida per per dare corpo a una dimensione anche internazionale e per distinguersi ancora meglio nel panorama delle orchestre regionali italiane come una delle poche in grado di affrontare a pieno titolo il grande repertorio sinfonico.

"DAL BOITO NEL MONDO" Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto Auditorium del Carmine di Parma

"DAL BOITO NEL MONDO"

Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto

Lunedì 25 settembre 2017 alle 21.00, nell’Auditorium del Carmine, il concerto promosso dal Circolo culturale "Il Borgo" in collaborazione con il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma.

L’associazione culturale Il Borgo, nata per favorire una crescita culturale e civica dei cittadini di Parma, festeggia nel 2017 quarant’anni di attività. Tra le altre iniziative per celebrare la ricorrenza, si inserisce l’evento “Dal Boito nel mondo. Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto” che si terrà lunedì 25 settembre alle 21.00, nell’Auditorium del Carmine. L’evento vedrà salire sul palcoscenico dell'Auditorium del Carmine alcuni talentuosi allievi del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", al fianco del celebre basso Michele Pertusi.  Il ricavato della serata andrà in beneficenza alla Famija Pramzana, per contribuire alla preparazione dei “Cestèn d'Nadäl” consegnati alle famiglie bisognose.

Fabrizio Pezzuto (PUC) sul risultato di bilancio 2016 di Tep Spa

Rimango molto perplesso e per nulla soddisfatto quando leggo che un'azienda pubblica che eroga servizi pubblici come la Tep annunci in modo trionfale un utile di quasi 2 milioni e mezzo di Euro. Sarò all'antica, ma credo che più che nell'incremento degli utili la soddisfazione vada cercata nel miglioramento del servizio e delle condizioni di lavoro dei dipendenti, nell'allargamento della platea dei cittadini soddisfatti, nell'investimento in nuovi mezzi e in manutenzioni e ultimo, ma non ultimo, in questo periodo economico difficile, nelle agevolazioni offerte a cittadini e famiglie in difficoltà. Tutti punti su cui non ho visto sforzi giganteschi nel 2016. A nulla vale la postilla che tali utili vengano mantenuti in azienda e non distribuiti ( anche perché la distribuzione potrebbe comunque avvenire in un secondo momento). Sospendo il giudizio sul procedimento  aperto attendendo l'esito del ricorso, ma ripeto, non userei toni trionfalistici per un utile, a mio parere, sproporzionato rispetto al compito assegnato alla Tep dagli azionisti. Dal canto mio, come consigliere di minoranza, chiederò, confortato dall'"importante" risultato di bilancio, come ho già fatto nei giorni scorsi, di allargare la platea dei soggetti "deboli" a cui concedere agevolazioni o incentivi all'utilizzo dei mezzi pubblici iniziando dalle famiglie e da bambini e ragazzi in età scolastica.

Fabrizio Pezzuto
Parma Unita- Centristi

IL BOITO DI PARMA NEL MONDO Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto

Venerdì 15 settembre 2017 alle 10.30, presso la Direzione del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma (Via del Conservatorio 27/a), si terrà la conferenza stampa di presentazione del concerto «IL BOITO NEL MONDO. Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto», promosso dal Circolo culturale "Il Borgo" in collaborazione con il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma. 

Interverranno: 

Il basso Michele Pertusi 

Avv. Giuseppe Giulio Luciani, presidente del Circolo Culturale “Il Borgo” 

M. Riccardo Ceni, direttore del Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma

Parma, lotta alla ludopatia

Contrasto alla ludopatia, Pizzarotti: “Sindaci ascoltati: avremo margine di controllo su orari di apertura delle sale d’azzardo e sulle zone considerate off limits”

Importante accordo dell’Anci raggiunto durante la conferenza unificata: i sindaci potranno imporre gli orari di chiusura delle sale slot e la distanza da zone sensibili come scuole o chiese

Parma, 7 settembre 2017 – Al termine dei lavori della conferenza unificata di quest’oggi, in cui era presente anche il sindaco e vice presidente Anci Pizzarotti, l’Associazione dei Comuni Italiani fa sapere di aver ottenuto importanti concessioni nella lotta alle ludopatie e al gioco d’azzardo.

“E’ un giorno importante per la lotta al gioco d’azzardo nelle nostre città – chiarisce Pizzarotti al termine dell’incontro -, perché come Anci siamo arrivati a un’intesa che attendevamo da tempo, dopo che per mesi ci siamo spesi nel denunciare il degrado sociale che spesso si crea attorno alle sale slot. La comunità parmigiana, i cittadini, la rete del sistema sociale ci avevano chiesto una presa di posizione forte contro questo fenomeno fastidioso che inghiotte persone e famiglie, e oggi siamo arrivati alla conclusione del percorso che riassumo brevemente: come Anci in tre anni prevediamo il dimezzamento dei punti gioco, i sindaci potranno decidere le fasce orarie di chiusura che possono arrivare anche a sei ore consecutive al giorno, e potranno anche imporre una considerevole distanza da zone considerate sensibili come scuole e chiese. Infine, non meno importante, non potranno più essere esposte immagini forti che inducano i cittadini al gioco. È una bella notizia che ci ripaga da tutti gli sforzi spesi per vincere la lotta all’azzardo. Ora lo possiamo dire, da domani avremo gli strumenti per cambiare le nostre città”.  

Fabrizio Pezzuto (PUC): “Il Sindaco ci ascolti e si confronti, la sicurezza è un problema di tutta la città”

Sicurezza, Pezzuto: “Il Sindaco ci ascolti e si confronti, la sicurezza è un problema di tutta la città”

Gli episodi di criminalità che ormai ogni giorno affollano le pagine della cronaca locale fotografano impietosamente una situazione di degrado diffuso che certo non è più possibile tollerare.

Risse, scippi e tentati stupri, uniti a spaccio e prostituzione, sono ormai la normalità in una città che fino a non molto tempo fa poteva invece vantare un primato di vivibilità e sicurezza che da più parti veniva preso a modello.

Il sindaco Pizzarotti ha avuto cinque anni a disposizione per affrontare questa situazione, ma i risultati mi pare non siano assolutamente all'altezza delle aspettative dei cittadini. L'errore principale che intravedo è quello legato a un certo immobilismo, unito ad una tendenza a scaricare su altri, in questo caso il Governo, responsabilità che, in molti casi, possono fare capo proprio al primo cittadino. Immobilismo che genera una rassegnazione che non è accettabile e non può appartenere ad una amministrazione comunale degna di tal nome.

Un buon esempio di cosa il Comune possa fare è offerto dalla recente volontà annunciata di istituire il turno notturno della Municipale, provvedimento indotto da una Circolare del Ministro, ma che poteva già essere messo in pratica dal Comune da tempo, anche assumendo ulteriori vigili, come previsto per legge da Febbraio di quest’anno. Questa intenzione dell’Amministrazione va nella giusta direzione, ma va realizzata velocemente, senza indugio; corre peraltro l’obbligo di ricordare che era stata suggerita quasi 2 anni fa da Parma Unita, senza che venisse mai presa seriamente in considerazione.

Nozze tra pomodori: il consorzio di Pomì (Casalasco) acquista De Rica

Il Consorzio casalasco del pomodoro ha comprato il marchio noto della polpa, che opera su un segmento premium

MILANO - Sono diventati famosi nei decenni scorsi grazie ai loro slogan pubblicitari: Pomì e De Rica, nomi noti dei pomodori italiani, convolano a nozze. Il Consorzio casalasco del pomodoro, che già possedeva l'azienda del motto "O così, o Pomì", ha acquistato il brand nato oltre 50 anni fa, anch'esso noto al grande pubblico con il Carosello "eh no, su De Rica non si può".

Il Consorzio si descrive come la "prima filiera nella coltivazione e trasformazione di derivati del pomodoro, con un fatturato di 230 milioni di euro. Oggi conta 370 aziende agricole associate che coltivano 7.000 ettari di terreno dislocati nella pianura Padana tra le province di Cremona (dove ha sede a Rivarolo del Re), Parma, Piacenza e Mantova". Raccolgono 550.000 tonnellate di pomodoro fresco per trasformarlo nei 3 stabilimenti di proprietà della cooperativa in prodotti esportati in 60 Paesi nel mondo.

Con l'ultima operazione unisce due marchi forti, posizionati su due segmenti differenti, che lo porteranno, dopo questa operazione, a detenere il 6,7% del mercato italiano della passata e il 4,36% di quello della polpa. De Rica torna ai propri territori di origine e soprattutto nelle mani dei cosiddetti pomodorai. Il marchio De Rica, infatti, è nato nel 1963 a Piacenza per volontà di Luigi Tononi, titolare dell'Industria conserve alimentari. Nel 2013 fu acquisito da Generale Conserve, specializzata nella produzione di conserve ittiche (Asdomar è il marchio di punta) nell'ambito di un più ampio progetto di diversificazione che aveva portato il gruppo a rilevare anche la carne in scatola Manzotin. Oggi, dopo il rilancio avviato a fine 2013 dalla stessa Generale Conserve, è un marchio affermato soprattutto al Nord, e in alcuni paesi esteri come Olanda, Gran Bretagna, Francia, Hong Kong, Indonesia e Stati Uniti.

Offerte di lavoro a Parma

Offerte di lavoro a Parma

Impiegata Segretaria Amministrativa Part timeTeodata Dellucci - Parma, Emilia-RomagnaLa risorsa si occuper di:. Gestione scadenze pagamenti, Archiviazione, Controllo documentazione, Preparazione documenti per esportazione....3 set

20esima Edizione del Festival del Prosciutto Parma: inaugurato il Bistrò sotto i Portici del Grano

XX Edizione del Festival del Prosciutto: inaugurato il Bistrò sotto i Portici del Grano

Parma, 2 Settembre2017 – Da oggi fino al 10 Settembre si celebra il Prosciutto di Parma con eventi e degustazioni del prodotto che ha reso celebre nel mondo il nome di Parma. Questa mattina la XX Edizione del Festival è entrata nel vivo con l’apertura del Bistrò del Prosciutto sotto i Portici del Grano: degustazioni che soddisfaranno anche ai palati più raffinati.

L’inaugurazione si è aperta alla presenza delle autorità cittadine e degli esponenti del mondo del food e della cultura insieme alle due rappresentanze delle città creative Unesco della Croazia e del Giappone.

Camera di Commercio dell'Emilia: Michelangelo Dalla Riva guiderà l'avvio della nuova realtà

Con la nomina del commissario ad acta da parte del ministro Calenda (la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale è imminente), parte formalmente il cammino della Camera di Commercio dell’Emilia, frutto dell’accorpamento degli Enti camerali di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

L’integrazione determinerà la nascita di quella che si configura come la Camera di Commercio più grande dell’Emilia-Romagna e tra le prime in Italia: opererà, infatti, su un territorio in cui, alla fine del 2016, erano presenti 158.810 imprese con quasi 500 mila addetti, capaci di generare un valore aggiunto di 37,1 miliardi di euro ed un export che si attesta a 19,5 miliardi di euro.

Forte di 200 dipendenti e di altissimi livelli di informatizzazione, la nascente Camera di Commercio dell’Emilia sarà al servizio di un sistema imprenditoriale che rappresenta il 30% dell'economia regionale, avrà più di 70 milioni di euro di patrimonio netto e quasi 25 milioni di incassi annuali.

Dopo le delibere orientate all’accorpamento assunte nel gennaio scorso individualmente, in contemporanea e all’unanimità, dai Consigli delle tre Camere di Commercio di quell’Emilia occidentale che si estende su una superficie di 8.325 chilometri quadrati, ora il Commissario ad acta è chiamato ad avviare le procedure per la costituzione del Consiglio del nuovo Ente camerale entro 120 giorni.

Il Conservatorio di Parma Arrigo Boito ricorda il Maestro Fabiano Monica

Fabiano Monica

il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma ricorda il M. Fabiano Monica, direttore d'orchestra di Parma, già presidente dell' Istituto.

Il Direttore del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, Maestro Riccardo Ceni, il Presidente, Dott. Andrea Chiesi, tutti gli Organi Istituzionali, i docenti e il personale tecnico-amministrativo del Conservatorio di Parma si uniscono nell’esprimere il proprio dolore e cordoglio ai famigliari del Maestro Fabiano Monica, figura che ha rivestito un ruolo fondamentale per il “Boito” e per il mondo musicale. Il Maestro Monica aveva studiato organo, composizione e direzione d’orchestra presso il Conservatorio di Parma, con i docenti Franco Margola e Piero Guarino, e aveva debuttato come direttore d’orchestra al Teatro Regio di Parma nella stagione operistica 1980-81, dirigendo la “Manon” di Massenet in un’edizione che per la prima volta vedeva salire sul palcoscenico del Teatro l’Orchestra e gli allievi del Conservatorio “Arrigo Boito”. Nonostante la carriera internazionale, non ha mai dimenticato l’Istituto in cui aveva studiato, di cui è stato Presidente dal 1993 al 2002. In quegli anni ha avuto un ruolo essenziale nella trasformazione della ex Chiesa di Santa Maria del Carmine nell’Auditorium del Carmine, spazio oggi dedicato ai concerti, alle attività artistiche e didattiche del Conservatorio di Parma. Con lui, il mondo della musica perde un uomo e un artista disponibile e sensibile, che con il suo grande talento sapeva catalizzare l’entusiasmo di tutti. Parma, 01/09/2017

Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”

L’Orchestra Sinfonica di Sanremo piange il maestro Fabiano Monica

Il Maestro Monica è stato Direttore Artistico e Stabile della Fondazione dal 1997 al 2004

Andrea Di Blasio 

- 31 agosto 2017- Sanremo.  I musicisti dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo piangono la scomparsa del Maestro Fabiano Monica, avvenuta stamattina. Il Maestro Monica è stato Direttore Artistico e Stabile della Fondazione dal 1997 al 2004.

Rinnovo abbonamenti della Fondazione Toscanini per la 12esima edizione di Nuove Atmosfere

Inizia il rinnovo abbonamenti della Fondazione Toscanini
I tagliandi in vendita per tutto il mese di settembre al CPM Toscanini

Inizia venerdì 1 settembre alle 10 e continuerà per tutto il mese di settembre il periodo di rinnovo e cambio turno degli abbonamenti per la XII edizione di Nuove Atmosfere, composta quest’anno da 24 concerti sinfonici cui si aggiungono i tre concerti pubblici del Concorso di direzione d’orchestra Arturo Toscanini previsti a fine ottobre quale importante anteprima della stagione 2017/18, che inizierà venerdì 3 novembre.

Due le novità più importanti: le offerte omnicomprensive che prevedono un forte risparmio per chi sottoscrive tutte le opzioni disponibili e la cessazione del rapporto di collaborazione con il Teatro Regio riguardante i servizi di biglietteria in coincidenza del trasferimento della Fondazione Toscanini nella sua nuova sede. 

Verso un sistema agroalimentare sostenibile: appuntamento degli economisti agrari all'università di Parma

Verso un sistema agroalimentare sostenibile, questo il titolo e la sfida del XV congresso triennale dell’associazione europea degli economisti agrari (www.eaae2017.it ).

L’importante appuntamento triennale si svolge per la prima volta a Parma da domani (martedì 29 agosto) a venerdì 1 settembre grazie alla candidatura presentata, a suo tempo, da Filippo Arfini, professore ordinario di Economia dei Network Agroalimentari del dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell'ateneo di Parma.

Durante la quattro giorni – che ha come sponsor principali Crédit Agricole Cariparma e L’Isola d’Oro, Conserve Ittiche - i rappresentanti del mondo agricolo, dell’industria agroalimentare, studiosi ed esperti (circa un migliaio) provenienti da ogni parte del mondo, parteciperanno a incontri e tavoli di lavoro per riflettere sulla sostenibilità del sistema agroalimentare di fronte ai nuovi scenari di mercato e alle istanze dei consumatori.

La sessione di apertura del congresso – in programma alle 17 di martedì 29 agosto all’auditorium polifunzionale del Campus, in via delle Scienze - sarà anticipata, alle 15,30, da una tavola rotonda sul tema L’industria agroalimentare italiana, affrontare le sfide economiche, politiche, sociali e ambientali di dimensione mondiale.

Per l’occasione interverranno Luca Virginio, responsabile della comunicazione e relazioni estere del gruppo Barilla; Giovanni Pomella, direttore generale di Parmalat; Giuseppe Colotto, amministratore delegato di Grandi Salumifici Italiani; Roberta Corrà, direttore generale del Gruppo Italiano Vini; Francesco Mutti, amministratore delegato di Mutti. Modererà l’incontro Domenico Dentoni (Wageningen University & Research).

Lorenzo Lavagetto (PD) e Fabrizio Pezzuto (PUC) chiedono al Sindaco Pizzarotti chiarimenti sul caso STU Pasubio

Foto Luigi Boschi: palazzi Stu Pasubio

Inchiesta Stu Pasubio, Pezzuto e Lavagetto: “Il sindaco riferisca quanto prima in Commissione” 

L'inchiesta nata dalla svendita del patrimonio immobiliare di Stu Pasubio potrebbe portare ad accertare un considerevole danno erariale, considerato che in cambio di 4,2 milioni la società subentrata alla Stu è riuscita ad acquisire un patrimonio di almeno 40 milioni di euro.

Un'operazione sulla quale l'allora minoranza in consiglio comunale non mancò di sottolineare tutti i dubbi e le perplessità del caso.

Non stupisce pertanto il fatto che i riflettori della Procura si siano accesi su una vicenda rispetto alla quale ci attendiamo quanto prima chiarimenti pubblici da parte del Sindaco e per questo motivo chiederemo la convocazione congiunta delle commissioni Garanzia e Bilancio.

Premesso che fino a prova contraria per noi tutti i nove indagati sono da considerarsi innocenti non ci si può astenere dal fare qualche considerazione sull'indagine in corso, almeno per quanto emerge dalla lettura odierna dei quotidiani.

In particolare colpiscono l'attenzione le clausole contrattate con l'acquirente relative a varianti urbanistiche ed all'aumento di circa 1600 metri quadrati di superficie lorda utile destinata ad edilizia privata, nonché la decisione di rinunciare a oltre 5 milioni di euro di crediti.

Considerato che dubitiamo fortemente che l'essenza di questi dati possa essere smentita, crediamo che alla magistratura debba andare il compito di valutare eventuali profili di illegalità, alla politica invece quello di commentare scelte, come queste, che non si capisce bene in che modo farebbero gli interessi dei parmigiani, come invece sostiene il Sindaco.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti