Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - 2008

NAPOLITANO: DALLA CRISI ESCA UN'ITALIA MIGLIORE

(ansa.it)  Giorgio Napolitano rivolge il suo terzo messaggio di fine anno a "voi tutti - dice a chi lo ascolta in diretta radio e tv - italiani di ogni generazione e di ogni condizione sociale, residenti nel nostro paese e all'estero. Ai servitori dello Stato, ai civili ed ai religiosi operanti per il bene della comunità, alle forze dell'ordine e alle Forze Armate". E, sottolinea il capo dello Stato, "con speciale calore e riconoscenza ai nostri militari impegnati in missioni difficili e rischiose per garantire la pace e sradicare il terrorismo nelle regioni più critiche".

Nel rivolgere agli italiani il suo augurio per il 2009, Giorgio Napolitano affronta dall'inizio il nodo della crisi economica. "Non ignoro - dice - la forte preoccupazione che ci accomuna nel guardare all'anno che sta per iniziare. Un anno che si preannuncia più difficile, e che ci impegna a prove più ardue, rispetto alle esperienze vissute da molto tempo a questa parte".

DA CRISI DEVE USCIRE UN'ITALIA PIU' GIUSTA

Papa al Te Deum: ombre su 2009, serve solidarieta'

(ansa.it) CITTA' DEL VATICANO - Le "non poche ombre che vanno delineandosi" sul futuro dell'umanità nel 2009 e la crescente crisi sociale ed economica esigono "solidarietà e sobrietà " da parte di tutti: è quanto ha chiesto stasera Papa Benedetto XVI, durante i solenni Vespri e il Te Deum, il rito di ringraziamento di fine anno, celebrati nella Basilica di San Pietro. "La società - ha detto Ratzinger rivolgendo il suo appello sopratutto ai giovani - ha bisogno di cittadini che non si preoccupino solo dei loro interessi , perché, come ho ricordato il giorno di Natale, 'il mondo va in rovina se ciascuno pensa solo a se'".

Il Papa ha definito il dono del tempo "una preziosa opportunità per compiere il bene": "uniamo -ha esortato i fedeli - la richiesta di perdono per non averlo forse sempre utilmente impiegato". Davanti al sindaco di Roma, Gianni Alemanno e al cardinale vicario, Agostino Vallini, Benedetto XVI ha riproposto la necessità di affrontare l'emergenza educativa. Le parole più forti le ha usate però per i tempi attuali, "segnati da incertezza e preoccupazione per l'avvenire", mentre dal 2008 passiamo al 2009, con un cuore - ha detto - colmo di "attese e speranze", come pure di "timori e difficoltà". "Cari fratelli e sorelle - ha affermato Ratzinger - quest'anno si chiude con la consapevolezza di una crescente crisi sociale ed economica, che ormai interessa il mondo intero; una crisi che chiede a tutti più sobrietà e solidarietà per venire in aiuto specialmente delle persone e delle famiglie in più serie difficoltà".

December 31st

Stella

Gian Carlo Marchesini

La Francia ci regala Stella, un film sul passaggio dall'infanzia all'adolescenza umanissimo e vero, così bello e riuscito da indurre molti critici a paragonarlo a un capolavoro come i 400 colpi di Truffaut. E l'Italia, nella parte di Commissione per le autorizzazione dei visti di censura, che fa? Si affretta a vietarlo ai minori di quattordici anni! Ma come: la protagonista del film, Stella, ha undici anni, è proposta e interpretata con una verità e ricchezza di tratti e sfumature forti e commoventi (in un cinema molto avaro nell'affrontare il tema delicato del passaggio di una età da sempre critica), e i nostri saggi maggiorenti ne escludono la visione proprio ai coetanei della protagonista del film? Ma poi: la vicenda raccontata, oltre a essere umanamente intensa,  contiene un messaggio di speranza, indica che malgrado tutto, anche nella più pesante delle situazioni, per i ragazzi e le ragazze c'è una via di salvezza, ed essa sta proprio nella scelta della lettura e della conoscenza. E noi oscuriamo e censuriamo? Ma si può essere più miopi e imbecilli? Certo, nell'intreccio delle vicende proposte i fili che lo compongono sono forti e realisticamente presentati.

Rianne ten Haken: "Io non semper top model e il calendario pirelli 2009

Rianne Ten Haken : «Je ne serai pas toujours top model» Rianne ten Haken: "Io non semper top model

Interview/Intervista

Suprême honneur pour une top model : le photographe Peter Beard a choisi la jeune Néerlandaise pour illustrer le calendrier Pirelli 2009.

Sommo onore per una top model: il fotografo Peter Beard ha scelto il giovane olandese per illustrare il calendario Pirelli 2009.

Intervista Pepita Dupont / Paris Match.com   31 dicembre 2008

Per 45 000 destinatari del calendario Pirelli, 2009 non è un anno catastrofico se si svolge in compagnia di Rianne ten Haken ... A 22 ans, elle succède à Gisele Bündchen, à Laetitia Casta ou encore à Kate Moss. A 22 anni, riesce a Gisele Bundchen Laetitia Casta o Kate Moss. Ainsi la marque de pneus italienne remercie-t-elle ses plus fidèles clients.

Pertanto, la marca italiana di pneumatici Il suoi ringraziare clienti più fedeli.

Amoureux de l'Afrique, le photographe Peter Beard a envisagé cette 36e édition, entièrement «shootée» au Botswana, comme sa participation à la lutte contre le réchauffement de la planète et la déforestation.

Gli amanti d'Africa, il fotografo Peter Beard ha considerato questa 36a edizione, completamente "shootée" del Botswana, come la sua partecipazione nella lotta contro il riscaldamento globale e deforestazione.

Et comme une «ode à l'extrême beauté».

E come un "Inno alla bellezza estrema".

Ecopass, Penati: “Meglio rivederlo”

Milano - Il presidente della provincia di Milano sulla proroga: "Il 6 e 7 giugno si faccia un referendum in tutti i Comuni del Milanese"

Ecopass, Penati: "Meglio rivederlo"


(varesenews, Martedi 30 Dicembre 2008) "Ritengo una scelta sbagliata e miope prorogare per tutto il 2009 l'Ecopass a Milano così com'è, senza modifiche. La salute dei cittadini è un tema importante e questo provvedimento si è rivelato inefficace rispetto agli obiettivi che si era prefisso: non ha ridotto l'inquinamento e non ha nemmeno contribuito a diminuire il traffico.

Sarebbe invece stato opportuno ristudiare il provvedimento, facendo una revisione critica". Commenta così Filippo Penati, presidente della Provincia di Milano, la scelta del Comune di Milano di prolungare la sperimentazione Ecopass alle stesse condizioni di quest'anno.

"Penso poi che il rilevamento dell'opinione pubblica voluto dal Comune - continua Penati - non debba essere fatto attraverso un sondaggio, ma con un referendum vero e proprio, esteso a tutti i cittadini della Provincia, perché le relazioni con il centro di Milano le hanno anche i residenti dell'area metropolitana".

Alitalia si chiamerà Alitalia e parlerà francese

Milano - Sembra ormai sempre più confermato il 25 per cento ad Air France, mentre la prima assemblea dei soci di Cai delibera il ritorno della compagnia al vecchio nome


(varesenews,mercoledi 31 Dicembre 2008) La principale notizia proveniente dalla prima assemblea dei soci svoltasi il 30 dicembre a Milano di Cai , la società che ha rilevato i "pezzi buoni" di Alitalia e Airone, è quasi una non notizia: il giorno della patrenza del nuovo corso, l'ex Alitalia non si chiamerà Cai, ma Alitalia.

All'assemblea erano presenti il presidente Roberto Colaninno e in videoconferenza l'amministratore delegato Rocco Sabelli, ma l'annuncio : "Abbiamo cambiato ragione sociale di Cai, il 13 gennaio diventerà la nuova Alitalia", l'ha dato il vice presidente Salvatore Mancuso, che in merito all'ingresso di un partner straniero ha parlato di tempi "brevi", aggiungendo che la compagnia guarda "solo a partner strategici".

Intanto, secondo quello che è stato già annunciato dalla compagnia, dal 13 gennaio la compagnia si prepara ad unificare il network: con 70 destinazioni,ì di cui 23 sono nazionali, 34 internazionali e 13 intercontinentali, per un totale di 670 voli giornalieri. Ben 66 le destinazioni da Fiumicino, contro le 35 da Milano. E una "sfida" Fiumicino-Malpensa per le rotte intercontinentali che finisce finisce 13 a 3.

GAZA: ISRAELE, NO A TREGUA E CONTINUANO RAID

ISRAELE RESPINGERA' PROPOSTA TREGUA, RADIO

(ansa.it) TEL AVIV - Israele respingera' la proposta di tregua umanitaria a Gaza avanzata dalla Francia. Lo ha previsto la radio militare israeliana secondo cui questa decisione e' emersa la scorsa notte al termine di una lunga consultazione fra il premier Ehud Olmert, il ministro degli esteri Tzipi Livni e il ministro della difesa Ehud Barak. Ad indurire la posizione di Israele, ha spiegato l'emittente, sono stati i ripetuti lanci di razzi palestinesi contro la citta' di Beer Sheva che hanno dimostrato che ''gli obiettivi della operazione 'Piombo fuso' non sono stati ancora raggiunti''. La questione sara' comunque nuovamente discussa oggi dal gabinetto per la sicurezza del governo Olmert.

ANCORA RAID NELLA NOTTE, UCCISO MEDICO PALESTINESE
GAZA - Almeno un palestinese, un medico, e' morto questa notte nel corso di nuovi raid israeliani nella Striscia di Gaza. Lo comunicano fonti ospedaliere palestinesi. Diversi raid dell'aviazione e lanci di missili da parte della marina israeliana hanno preso di mira gli edifici ministeriali - molti dei quali gia' bersagliati dai bombardamenti dei giorni scorsi, come gli uffici del primo ministro o la sede del ministero del'Interno -, colpendo pero' anche una casa nel campo profughi di Jabalia, a nord di Gaza. Oltre 370 palestinesi - per la maggior parte membri di Hamas, ma anche 39 bambini sotto i 16 anni e 13 donne - sono stati uccisi e piu' di 1.700 feriti in quattro giorni di bombardamenti israeliani su Gaza. Circa 300 missili e colpi di mortaio sono stati sparati nello stesso periodo su Israele dalla Striscia: tre civili ed un soldato le vittime israeliane.

ANCORA RAZZI SU BEER SHEVA E ASHQELON

Raggiungilo

Abbiamo tutti avuto esperienze in cui abbiamo dato tutto di noi stessi, sia in relazioni affettive sia nel lavoro, solo per poi rimanere SCOTTATI! "Che perdita di tempo!" potremmo pensare. Ma, stando alla Kabbalah, i nostri sforzi danno potere ad una forza che porta la persona giusta o l'affare giusto nella nostra vita.

L'energia non va mai sprecata.

Oggi, esercita la tua volontà di "raggiungerlo", qualsiasi cosa esso sia.

The Kabbalah Centre
www.kabbalah.com

DA DOMANI DIVIETO UE IMPORTAZIONE E COMMERCIO PELLICCE CANI E GATTI

ANIMALI: LAV, DA DOMANI DIVIETO UE IMPORTAZIONE E COMMERCIO PELLICCE CANI E GATTI 

(LIBERO) 30 DICEMBRE 2008 -  Roma - Entra in vigore domani, 31 dicembre, il Regolamento 1523/2007, relativo al divieto all'importazione e al commercio di pelli di cani e gatti nei Paesi Ue, approvato un anno fa dal consiglio dei Ministri dell'Agricoltura dell'Unione Europea, e sostenuto, durante tutto l'iter, anche dal Governo italiano, con il ministero della Salute. L'Unione Europea si unisce quindi a Usa, Australia, Nuova Zelanda e Svizzera, che avevano gia' bandito il commercio di tali pelli, utilizzate come inserti nei prodotti di abbigliamento e di alcuni giocattoli. Finora solo cinque dei 27 Paesi che compongono l'Unione, avevano bandito le pellicce provenienti dall'uccisione di cani e gatti.

Il cinghiale l'azzanna, spara e muore dissanguato

 Il cinghiale l'azzanna, spara e muore dissanguato La vittima, 45 anni, viveva a Pabillonis Il proiettile gli ha reciso l'arteria femorale

(la nuova sardegna, 29/12/08) MOGORELLA (OR). Il cinghiale ferito a morte si è ribellato e si avventato contro il cacciatore. L'uomo azzannato ad una gamba ha cercato di difendersi puntandogli contro l'arma ma si è sparato con il suo fucile. La pallottola ha reciso l'arteria femorale della gamba e il cacciatore è morto in pochi minuti: dissanguato. A nulla sono valsi i soccorsi del 118. Antonello Zucca, 45 anni, di Mogorella, ma residente da anni a Pabillonis, è morto così tragicamente alla vigilia del nuovo anno. Con lui c'era anche il figlio tredicenne che impotente ha assistito alle concitate fasi dei soccorsi.

RINASCE MARCHIO ALITALIA, CAI CAMBIA NOME

(ansa.it) MILANO - L'anno più nero vissuto nella storia delle Borse mondiali cancella dai listini del Vecchio Continente di circa 4 mila miliardi di euro, una somma pari a quasi tre volte il Pil dell'Italia nel 2007. A tanto ammontano le perdite subite dai principali mercati azionari europei nel 2008, sulla base del crollo del 46% registrato dall'indice Dj Stoxx 600. Con l'eccezione della Grande Depressione degli anni '30, nei libri di storia non si ha traccia di una crisi con un impatto cosi' devastante e duraturo sulle Borse mondiali come quella partita nell'estate di un anno fa con i mutui subprime negli Usa e propagatasi al mondo intero con il contagio dell'economia reale e la recessione simultanea di Europa, Stati Uniti e Giappone.

Lo dimostrano tutti i termometri dell'andamento delle Borse mondiali: sia l'indice globale Morgan Stanley World, sia il Morgan Stanley per l'area dell'Asia-Pacifico hanno ceduto il 43%. Si tratta, come per il Dj Stoxx 600, delle peggiori performance mai registrate da quando gli indicatori sono stati introdotti. A New York, occorre risalire agli anni '30, nel bel mezzo della Grande Depressione, per trovare l'unico risultato in grado di battere il disastroso -40% realizzato quest'anno dello S&P 500: correva il 1931 e in quei 12 mesi l'indice arrivò a perdere il 47,2%.

VATICANO NON RECEPIRA' PIU' LEGGI ITALIA: TROPPE E AMORALI

(ansa.it) CITTA' DEL VATICANO - Il Vaticano non recepirà più automaticamente, come fonte del proprio diritto, le leggi italiane; innanzitutto per il "loro numero esorbitante", in secondo luogo per "la loro instabilità" e , infine, per il contrasto "con troppa frequenza evidente, di tali leggi con principi non rinunciabili da parte della Chiesa". Lo spiega l'Osservatore Romano, presentando la nuova legge della Santa Sede sulle fonti del Diritto, già firmata da Benedetto XVI, e che entrerà in vigore il primo gennaio 2009.

I pontefici - ricorda il giornale vaticano - hanno riconosciuto la maggioranza o quasi totalità dei sudditi vaticani come cittadini italiani. Mentre nella precedente legge sulle fonti del diritto "operava una sorta di recezione automatica" della legislazione italiana, nella "nuova disciplina si introduce la necessità di un previo recepimento da parte della competente autorità vaticana". "Più di un motivo sembra giustificare quest'ulteriore cautela nella recezione della legislazione italiana, rispettata nella sua propria sovranità, ma chiamata nello stesso tempo a rispettare e a confrontarsi con quella vaticana", spiega nell'articolo il prof. José Maria Serrano Ruiz, presidente della Commissione per la Revisione della Legge sulle fonti del Diritto vaticano.

SPIA DIEDE A MOSCA SEGRETI BOMBA IDROGENO

(ansa.it)  WASHINGTON - E' stata una spia, finora non identificata, piazzata da Mosca nel laboratorio di ricerche nucleari di Los Alamos (New Mexico) a fornire al Cremlino i segreti del devastante ordigno all'idrogeno fatto esplodere dall'Unione Sovietica per la prima volta nel 1955. E' questa la tesi di un libro, intitolato 'The Nuclear Express: A Political History of the Bomb and its Proliferation', che sta per uscire negli Stati Uniti e che appare destinato a riaccendere il vecchio dibattito sulla paternità della prima bomba all'idrogeno sovietica.

Il libro, scritto da Danny Stillman (che è stato per dieci anni direttore dell'intelligence a Los Alamos) e da Thomas Reed (un ex-ricercatore atomico del laboratorio di Livermore, in California), sostiene che Mosca ricevette da Los Alamos segreti ben più importanti di quelli forniti da Klaus Fuchs, una spia sovietica che lavorò a Los Alamos fino al 1946 al famoso Progetto Manhattan e che venne arrestato nel 1950. Le informazioni fornite dalla seconda 'talpa', secondo gli autori del libro, furono più importanti per Mosca. La spia era uno scienziato nato negli Stati Uniti, cresciuto poi in un paese straniero (diventando un simpatizzante del comunismo durante gli anni della Depressione), attivo a Los Alamos durante la seconda guerra mondiale e "profondamente coinvolto" nelle ricerche americane per lo sviluppo della bomba all'idrogeno.

APPALTI ROMEO:RUTELLI,NON E'UNICO IMPRENDITORE A FINANZIARCI

(ansa.it) NAPOLI - "Non so se Romeo sia iscritto al partito. Non escludo, anzi ritengo che possa essere verosimile, che Romeo possa aver finanziato il partito. Ma voglio chiarire che non è l'unico imprenditore o comune cittadino che abbia contribuito finanziariamente alle campagne elettorali". Lo afferma l'ex leader della Margherita Francesco Rutelli nelle dichiarazioni spontanee rese il 17 dicembre scorso ai magistrati della procura di Napoli che indagano sugli appalti del Comune di Napoli, inchiesta in cui è coinvolto l'imprenditore Alfredo Romeo.

Lo stesso Romeo, interrogato dopo l'arresto, ha dichiarato ai magistrati di aver finanziato il partito della Margherita. Rutelli spiega preliminarmente di aver chiesto di "essere ascoltato immediatamente in quanto - afferma - l'incarico che attualmente ricopro non mi consente di far nutrire dubbi sulla onorabilità della mia persona da parte di alcuno".

"Romeo - dice Rutelli - l'ho personalmente incontrato e l'ho conosciuto come uno dei più grandi imprenditori a livello nazionale nel settore immobiliare. Ero sindaco all'epoca in cui la sua impresa si aggiudicò l'appalto per la gestione del patrimonio immobiliare del Comune di Roma. Con lui non ho peraltro una particolare confidenza. Non ho mai avuto con lui colloqui connessi ai suoi interessi".

 "Quando sono stato eletto sindaco - ricorda Rutelli - ho affidato la materia della gestione del patrimonio immobiliare a un magistrato della Corte dei Conti che ritenevo la persona più adatta anche in quanto sub-commissario in carica nominato dal prefetto nella transizione tra la precedente giunta Carraro e la mia: Canale, che per altro non ho confermato nella seconda consiliatura".

ISRAELE BOMBARDA ANCHE RAFAH MA VALUTA TREGUA

(ansa.it)  I ministri degli esteri dell'Unione Europea hanno chiesto un ''cessate il fuoco permanente'' a Gaza per consentire un ''accesso umanitario''. Lo ha detto il capo della diplomazia francese, Bernard Kouchner, intervistato dalla tv Tf1. Kouchner, che parlava in un momento di pausa della riunione dei ministri degli esteri dell'Ue, in corso a Parigi, ha detto che l' Europa e' unita su questa posizione. ''Auspichiamo - ha detto Kouchner a Tf1 - un cessate il fuoco che sia permanente, che sia rispettato, con un accesso umanitario ben sicuro perche' le vittime sono numerose e bisogna assicurarsi degli aiuti, e quindi anche un ritorno al processo di pace''.

BARAK A AFP, FAVOREVOLE A TREGUA DI 48 ORE
GERUSALEMME - Il ministro della difesa israeliano Ehud Barak ha detto di essere ''favorevole'' a una proposta di tregua di 48 ore nella Striscia di Gaza. Lo ha riferito il suo portavoce all'agenzia francese Afp. Il portavoce, Moshe Ronen, ha detto che quella di Barak e' una considerazione fatta dopo l'appello del ministro degli esteri francese Bernard Kouchner a favore di una tregua per motivi umanitari. Il portavoce ha messo in chiaro che la prospettiva di una sospensione delle ostilita' ''non impedirebbe comunque a Israele di preparare un'offensiva di terra''. In una dichiarazione durante una pausa del vertice di Parigi dei ministri degli esteri della Ue, Kouchner stasera ha detto che l'Unione europea e' per una tregua ''permanente''.

DOPO UE, QUARTETTO CHIEDE CESSATE IL FUOCO

December 30th

Astronomia - 2009, Un anno per scoprire l'Universo

(galileonet.it) Fervono i preparativi per l'Anno internazionale dell'astronomia, che nel 2009 vedra' studiosi e astrofili impegnati in migliaia di eventi in tutto il mondo (qui il programma italiano). Un'annata eccezionale, con l'eclissi totale del sole piu' lunga del secolo e altro ancora.

NOI E GLI ANIMALI

Amico, non regalo

(repubblica.it, dic.08)L'arrivo di un cane in casa cambia la vita.
"Fido" diventa il compagno di tutti i giorni, l'amico con cui andare in giro, condividere momenti allegri e tristi.  E' per questo che un cane non si regala: perché accoglierlo tra le mura domestiche deve essere una decisione  ragionata e non ritrattabile.
In questo speciale troverete i consigli per iniziare una nuova vita con un amico a quattro zampe, sia che lo scegliate cucciolo sia adulto, di razza o meticcio, dal negozio o dal canile. Per capire come un cane vi guarda, vi percepisce e divide la sua esistenza con le persone, e come comportarsi per vivere appieno l'esperienza di avere un animale meraviglioso e fedele al fianco. Per sempre.

a cura di Priscilla Di Thiene

VIVERE INSIEME

L'arrivo di un cucciolo

Iniziare una nuova vita con un cane comporta alcune cose da sapere per il bene dell'animale e del suo padrone. Ecco come accogliere al meglio un nuovo, piccolo amico a quattro zampe

Terremoto: istituti superiori tutti agibili

140 gli sfollati. Si intensificano i sopralluoghi nelle abitazioni. La Provincia impegnata anche nel reperimento di alloggi

Parma, 30 gennaio 2008 - Proseguono a ritmo battente i controlli sulle scuole del territorio per verificare gli eventuali danni riportati in conseguenza del terremoto del 23 dicembre.
Dopo il primo sopralluogo effettuato ieri che ha portato alla dichiarazione di inagibilità della scuola elementare di Langhirano,  stamattina si è affrontato il tema della sistemazione provvisoria per lo svolgimento delle lezioni dei 367 alunni in un incontro in Municipio a cui sono intervenuti  il  sindaco Stefano Bovis, l'assessore provinciale alla Protezione Civile Gabriele Ferrari insieme al dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale Armando Acri,  i tecnici interessati. La soluzione adottata per le 17 classi prevede che 5 restino nel corpo annesso alla scuola stessa e che non ha riportato danni dal sisma, 9 o 10 classi saranno trasferite presso l'edificio che ospita le medie, 2 o 3 andranno all'Itos dove saranno effettuati alcuni lavori in modo che bambini e bambine siano separati dai ragazzi più grandi.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">