Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - 2014

Auguri 2015 da Cartacanta a tutta la cooperazione sociale di Buzzi, di Micaela Campana... al mondo di mezzo romano

quadro di Gaetano Porcasi

Quest'anno come tema di auguri di fine anno abbiamo scelto l'operazione "Mondo di Mezzo" che ha consentito di scoperchiare lo scandalo di Mafia Capitale e più in particolare di accendere parzialmente i riflettori sulla zona grigia di politica e malaffare che ha permesso tra l'altro a una parte consistente del terzo settore, identificabile essenzialmente in cooperative sociali aderenti a Legacoop e al suo mega Consorzio Nazionale Servizi di Bologna, di sostituirsi quasi integralmente al Pubblico nelle attività a rilevanza sociale (ma non solo) e di realizzare sontuosi profitti a scapito dei suoi lavoratori-soci e più spesso delle persone richiedenti assistenza.

December 31st

Gli SMS di Micaela Campana membro della segreteria nazionale del PD, con deleghe al welfare e al terzo settore. Coinvolta in mafia capitale

L’onorevole Micaela Campana ha ragione a protestare per l’eccessivo peso dato a un suo saluto per Salvatore Buzzi – uno dei maggiori accusati nell’inchiesta su “Mafia Capitale” – e a ricordare che la pretesa di capire significati e implicazioni nelle trascrizioni delle telefonate e degli SMS genera mostri: ci sono troppe cose che non sappiamo e sfumature la cui lettura è spesso del tutto arbitraria. Quindi è giusto piantarla con la gogna supponente su quel saluto.
Però l’onorevole Campana usa uno straw man argument quando dice “il tutto per un saluto che io uso abitualmente”: il suo è un inganno dialettico. Infatti il problema non è quel saluto, giustamente fatti suoi come i suoi rapporti umani con chiunque, Buzzi compreso. Il problema è la disponibilità che secondo le carte dell’inchiesta l’onorevole Campana avrebbe offerto alle richieste di Buzzi di accusare una giudice del TAR intervenuta contro gli interessi di una sua cooperativa. Buzzi si diede molto da fare – dicono le indagini del ROS – per ottenere che Campana e altri parlamentari presentassero un’interrogazione parlamentare contro quella giudice. Adesso Campana quindi scrive, a proposito dell’SMS in questione e di quel famigerato saluto per Buzzi:

“L’sms in questione, se letto nella sua interezza, e non nel solo stralcio maliziosamente riportato dai media, dimostra che non avrei mai presentato l’interrogazione richiesta dal Buzzi”.

Spese pazze in Regione Emilia Romagna. Spunta finanziamento da 80.000 euro al Pd

Tra le fatture a rimborso una di 12 mila euro per «utilizzo sala polivalente in via Rivani»

BOLOGNA - Promette sobrietà il governatore Stefano Bonaccini. Ce ne sarà bisogno. Il consiglio regionale uscente è stato rottamato dagli avvisi di garanzia per le presunte spese senza freni con i soldi dei gruppi. L’inizio dell’anno porterà una pioggia di richieste di rinvii a giudizio per gran parte dei 41 ex consiglieri indagati per peculato. Rischiano anche gli unici tre rieletti: Antonio Mumolo del Pd, cui vengono contestate spese illegittime per 6.159 euro, Enrico Aimi (58 mila) e Galeazzo Bignami (39 mila). Il primo s’è affrettato a farsi interrogare, gli altri saranno sentiti a breve dalle pm Antonella Scandellari e Morena Plazzi che, col coordinamento del procuratore Roberto Alfonso e dell’aggiunto Valter Giovannini, hanno setacciato le spese dei gruppi dal maggio 2010 al dicembre 2011. In pochi usciranno dall’inchiesta, gli stralci si conteranno sulle dita di una mano. Lo stesso Bonaccini, per cui la Procura ha chiesto l’archiviazione, attende che un giudice metta la parola fine sui 4.300 euro oggetto di iniziale contestazione.

La pista siciliana di Mafia Capitale


Non poteva mancare Parma anche in questo scandalo nazionale. LB

La Procura di Caltagirone indaga sui milioni arrivati al Centro rifugiati di Mineo, ente che ha avuto tra i propri consulenti Luca Odevaine, intercettato mentre sosteneva di essere in grado di “orientare” i flussi dei migranti.

L’inchiesta Mondo di Mezzo della Procura di Roma contiene anche una pista siciliana che porta al Centro rifugiati di Mineo, in provincia di Catania, territorio che alle ultime europee ha regalato il 39% dei consensi al Nuovo centrodestra. Al momento non ci sono indagati ufficialmente ed è scesa in campo la Procura di Caltagirone, competente territorialmente.

December 31st

Salviamo le stelle marine. Non lasciamo cadere la speranza nella indifferenza

Una tempesta terribile si abbatté sul mare. Lame affilate di vento gelido trafiggevano l'acqua e la sollevavano in ondate gigantesche che si abbattevano sulla spiaggia come colpi di maglio, o come vomeri d'acciaio aravano il fondo marino scaraventando le piccole bestiole del fondo, i crostacei e i piccoli molluschi, a decine di metri dal bordo del mare.

Quando la tempesta passò, rapida come era arrivata, l'acqua si placò e si ritirò. Ora la spiaggia era una distesa di fango in cui si contorcevano nell'agonia migliaia e migliaia di stelle marine. Erano tante che la spiaggia sembrava colorata di rosa.

Il fenomeno richiamò molta gente da tutte le parti della costa. Arrivarono anche delle troupe televisive per filmare lo strano fenomeno. Le stelle marine erano quasi immobili. Stavano morendo.

Tra la gente, tenuto per mano dal papà, c'era anche un bambino che fissava con gli occhi pieni di tristezza le piccole stelle di mare. Tutti stavano a guardare e nessuno faceva niente.

L’OIPA indica come aiutare i quattro zampe ad alleviare il terrore dei fuochi d’artificio

I festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno sono spesso un incubo per gli animali: il rumore di petardi e fuochi d’artificio, spesso fatti scoppiare anche nei giorni immediatamente precedenti il capodanno, terrorizzano i quattro zampe che possono essere colpiti da veri e proprio attacchi di panico.

E’ importante ricordare infatti, che gli animali hanno una diversa percezione dei rumori, nei cani, ad esempio, il senso dell'udito è notevolmente superiore a quello umano. Oltre a sentire vibrazioni comprese tra 20 mila e 40 mila Hz (l'uomo non sente quelle che superano i 20 mila) sentono ad un volume doppio del nostro. Inoltre, una componente dei fuochi per noi marginale, quella olfattiva, è particolarmente rilevante per i cani che sono in grado di sentire odori ad una concentrazione un milione di volte inferiore a quella percepita dall'uomo e ad una distanza per noi inimmaginabile. E’ quindi facile intuire quale sia lo stato di ansia e terrore che anticipa e accompagna lo scoppio simultaneo di migliaia di petardi, mortaretti e fuochi artificiali.

I fuochi d'artificio rientrano tra gli stimoli che provocano sensibilizzazione, ovvero un progressivo aumento della risposta di paura poiché sono stimoli di forte intensità, non sono prevedibili, compaiono a intervalli irregolari e non c'è possibilità di fuga. Alcuni soggetti più sensibili, oltre allo stato fobico quando sentono i fuochi, sviluppano anche uno stato ansioso per tutto il periodo che precede e segue la fine dell'anno. 
Cosa possiamo fare per aiutarli?

December 29th

LES CONTES D'HOFFMANN di Jacques Offenbach il 9 gennaio alle 20,30 al Teatro Municipale di Piacenza

 

STAGIONE LIRICA 2014-2015 

Al principio del nuovo anno va in scena per la prima volta al Municipale l'opera più complessa di Jacques Offenbach, Les Contes d'Hoffmann. L'opera, che debutterà il 9 gennaio alle 20,30 e verrà replicata l'11 gennaio alle 15,30, è una coproduzione tra Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia e in collaborazione con Opera di Toulon e Nancy Opéra Passion. 

Al principio del nuovo anno va in scena per la prima volta al Municipale l'opera più complessa di Jacques Offenbach, Les Contes d'Hoffmann. L'opera, che debutterà il 9 gennaio alle 20,30 e verrà replicata l'11 gennaio alle 15,30 (in anteprima per il giovane pubblico delle scuole piacentine mercoledì 7 gennaio alle 15,30) è una coproduzione tra Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia ed è in collaborazione con Opera di Toulon e Nancy Opéra Passion.

December 28th

VeganOK -domenica 28 dicembre 2014

Promiseland.it - 
Capodanno: la vera festa è senza botti
Sempre più comuni italiani vietano l'uso dei botti nella notte di San Silvestro.......
La scelta fruttariana. Vivere di sola frutta?
Se gli occhi sono lo specchio dell'anima, la pelle è lo specchio dei vasi sanguigni......
Il Nostro Miracolo di Natale: Mike
Nel giorno di Santo Stefano, primo martire, vogliamo raccontarvi la storia di un......
Buon VegaNatale a tutti!
Aria di festa anche in casa Promiseland, vogliamo portare un messaggio di pace,......

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE ALLE COOP


Elisabetta Gualmini
Elisabetta Gualmini

NO ALLA PRIVATIZZAZIONE
DEL WELFARE
ALLA MAFIA COOP

29 Dicembre a Bologna  
non vogliamo
il 29 giugno di Roma

GESTIONE PUBBLICA DEI SERVIZI SOCIALI

DOCUMENTO PDF

MATTAZIONE: L’INFERNO DIMENTICATO DAGLI ANIMALISTI

Franco Libero Manco 

L’azione più improcrastinabile in difesa di un condannato a morte è sicuramente quella di evitare che venga ucciso. Succede che nel mondo animalista, secondo la logica della graduale liberazione degli animali, ci sia una sentita partecipazione ad azioni che tendono a proteggere gli animali dalle molte ingiustizie cui sono vittime da parte degli umani, ma pochissima adesione a lottare contro ciò che genera questa perniciosa mentalità antropocentrica (che considera gli animali alla stregua di oggetti ad uso e consumo dell’uomo) e che a sua volta genera il male supremo della  sistematica macellazione nei mattatoi (veri e propri campi di smontaggio e di sterminio di questi nostri sventurati fratelli animali). così succede che se in una pubblica piazza un povero coniglio venisse preso a calci vi sarebbe sicuramente una mobilitazione generale del mondo animalista, ma che diecimila stessi conigli vengano trucidati ogni giorno negli allevamenti viene tacitamente e passivamente tollerato come un male inevitabile.

Don Umberto Cocconi riflessioni sul Vangelo: Dio è uno che si consegna a noi nelle nostre mani, nelle nostre braccia, come nostra vita.

Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, Maria e Giuseppe portarono il bambino Gesù a Gerusalemme per presentarlo al Signore - come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» - e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore. Ora a Gerusalemme c'era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione d'Israele, e lo Spirito Santo era su di lui. Lo Spirito Santo gli aveva preannunciato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Cristo del Signore. Mosso dallo Spirito, si recò al tempio e, mentre i genitori vi portavano il bambino Gesù per fare ciò che la Legge prescriveva a suo riguardo, anch'egli lo accolse tra le braccia e benedisse Dio, dicendo: «Ora puoi lasciare, o Signore, che il tuo servo vada in pace, secondo la tua parola, perché i miei occhi hanno visto la tua salvezza, preparata da te davanti a tutti i popoli: luce per rivelarti alle genti e gloria del tuo popolo, Israele». Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui. Simeone li benedisse e a Maria, sua madre, disse: «Ecco, egli è qui per la caduta e la risurrezione di molti in Israele e come segno di contraddizione - e anche a te una spada trafiggerà l'anima –, affinché siano svelati i pensieri di molti cuori». C'era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuèle, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto con il marito sette anni dopo il suo matrimonio, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme. Quando ebbero adempiuto ogni cosa secondo la legge del Signore, fecero ritorno in Galilea, alla loro città di Nàzaret.

Legge di Stabilità: piccoli cambi. Diabolici

Tito Boeri

In sede di approvazione, Senato, Camera e Governo stesso hanno fatto alcuni cambiamenti alla legge di Stabilità. Piccoli ma significativi. Si va dalla riduzione di importanti tagli (Regioni e Difesa) alla discutibile forma di tassazione dei fondi pensione, fino a qualche “mancetta” secondo tradizione.

Piccoli cambiamenti quelli apportati dal Parlamento alla Legge di Stabilità nel rush finale tra Senato e Camera. Piccoli ma significativi e, purtroppo, non per il meglio. E il clima di smobilitazione oltre al fatto che è stato chiesto di fatto un voto alla cieca, li hanno resi impercettibili ai più. Proviamo perciò a ricapitolarli attingendo ai materiali provvisori (mancano ancora le tabelle di sintesi) predisposte dal servizio bilancio della Camera. Il paradosso è che tutti i documenti fanno riferimento a una Relazione tecnica di cui nessuno sostiene di avere il testo. La trasparenza a quanto pare l’ha resa invisibile.

IL DIAVOLO SI ANNIDA NEI DETTAGLI

Enti inutili e resistenti della poltrona. Tutte le tecniche di sopravvivenza

TAGLI MANCATI: PERSINO AL CNEL ANCORA C’È CHI SPERA IN ELEZIONI CHE NE FACCIANO SLITTARE L’ESTINZIONE. 
I casi delle società salvate in extremis da emendamenti in Parlamento. Sono ancora salvi quelli che Cottarelli aveva suggerito di chiudere subito

Spese pazze, sequestrati 1,2 milioni ai capigruppo in Regione Emilia Romagna

L'inchiesta sulle spese del 2012. I partiti coinvolti sono Pd, Pdl, Udc, Idv, Movimento 5 Stelle, Sel, Fds e gruppo Misto

BOLOGNA - La Guardia di Finanza di Bologna, su delega della Procura Regionale della Corte dei Conti, sta sequestrando in queste ore beni immobili e crediti di natura retributiva nei confronti di ex otto capigruppo dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna. I partiti coinvolti sono Pd, Pdl, Udc, Idv, Movimento 5 Stelle, Sel, Fds e gruppo Misto. Il capogruppo della Lega Nord, Mauro Manfrendini, è scomparso nei mesi scorsi.

IL DANNO - La Procura Regionale della Corte dei conti felsinea ha chiesto e ottenuto dalla locale Sezione Giurisdizionale un decreto di sequestro conservativo in favore dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna – amministrazione ritenuta essere ente danneggiato – per il danno patrimoniale contestato, quantificato globalmente in oltre 1,2 milioni euro.

I CONTI DEL 2012 - Le verifiche amministrativo-contabili hanno riguardato le spese sostenute dai singoli gruppi consiliari dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna nell’anno 2012. Al termine degli accertamenti la Corte dei conti ha avuto modo di rilevare che i contributi posti a carico del bilancio regionale erano stati utilizzati dai rispettivi gruppi per spese ritenute non inerenti all’attività istituzionale e al funzionamento del gruppo stesso.

Abe promette 29 miliardi di investimenti per rilanciare il Giappone

Il premier promette una spinta dello 0,7% al Pil. Tokyo prova a seguire la strada espansiva tracciata dagli Stati Uniti dove l'economia è cresciuta del 5% nel terzo trimestre del 2014. Il premier punta utilizzare fondi non spesi, ma già stanziati

MILANO - L'austerity non abita in Giappone: Tokyo segue la strada ultra espansiva degli Stati Uniti, sperando che il paese torni a crescere in scia agli investimenti. Come successo per gli Usa che hanno appena rivisto al rialzo del5% la crescita del Pil nel terzo trimestre. Insomma, lontano dalle polemiche che frenano l'Europa e la Bce di Mario Draghi che vorrebbe iniettare nuova liquidità sui mercati, il Giappone accelera sugli investimenti. D'altra parte il paese ha registrato un'inattesa battura d'arresto a novembre con il calo della produzione e delle vendite al dettaglio.

Il governo del premier Shinzo Abe appena rieletto ha, infatti, appena varato un nuovo pacchetto di aiuti da 3.500 miliardi di yen (29 miliardi di dollari) per favorire le regioni e le famiglie a basso reddito. Abe, facendo leva sulla recente vittoria elettorale, punta a dare al Pil una spinta dello 0,7% e intende di rispettare il prima possibile l'obiettivo di riportare l'inflazione al 2%, mantenendo l'impegno a una riduzione del deficit. Circa 1.700 miliardi di yen saranno destinati a interventi nelle aree colpite da disastri natuali per aumentare le misure di prevenzione; 600 miliardi saranno destinati alla rivitalizzazione delle economie locali e 1.200 miliardi andranno alle persone in difficolte e alle piccole imprese colpite dalla congiuntura economica. 

December 27th

IL PD svende il welfare a Legacoop. La Regione asfalta la strada alla Proges di Costantino. D'ora in poi dovranno pensare a spalare da soli il loro sterco. Quando verranno eliminate le Regioni?

Con queste linee politiche della Gualmini non si capisce perché votare PD ossia Legacoop. Cosa lo differenzia dal Centrodestra, dopo aver svenduto il welfare a Legacoop? Se si deve votare tra Confindustria e Legacoop, che senso ha la politica? La Regione con la Gualmini asfalta la strada alla Proges di Costantino.  Così facendo il PD della sinistra non ha nemmeno più i geni dello stato sociale. Quando verranno eliminate le Regioni, un costo inutile e lontano dai cittadini? In Emilia non c'è più la democrazia, al Governo una Giunta senza credibilità politica, perché senza il voto della maggioranza dei cittadini (solo il 37,70% degli aventi diritto ha votato.Tenetevi sempre bene in mente le tabelle sotto riportate. Anche la politologa Gualmini). E' bene se lo ricordino sempre questi falsari, perché non rappresentano nessuno. LB

La nuova Regione della Gualmini: «Avanti con il privato nel welfare». La politologa è stata nominata vicepresidente con delega al welfare della giunta di Stefano Bonaccini

BOLOGNA- Vicepresidente con delega al Welfare, Elisabetta Gualmini, politologa, presidente dell’Istituto Cattaneo è la sorpresa dell’ultima ora della giunta Bonaccini. 
Lei aveva detto in termini perentori di essere indisponibile per questo incarico e poi è entrata in giunta.
Ci spiega che cosa è successo in verità?

«Sono un po’ stupita — spiega Gualmini — che non si possa davvero credere che qualcuno cambi idea».

December 27th

La Storia di Santo Stefano

Santo Stefano - in una opera di Giotto

Stefano (... – Gerusalemme36) fu il primo dei sette diaconi scelti dalla comunità cristiana perché aiutassero gli apostoli nel ministero della fede. Era ebreo di nascita. Venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dallaChiesa ortodossa, fu il protomartire, cioè il primo cristiano ad aver dato la vita per testimoniare la propria fede in Cristo e per la diffusione del Vangelo. Il suo martirio è descritto negli Atti degli Apostoli dove appare evidente sia la sua chiamata al servizio dei discepoli sia il suo martirio, avvenuto per lapidazione, alla presenza di Paolo di Tarso (Saulo) prima della conversione.

Quando verrà il giornalismo al tempo dei Google Glass?

L 2014 non è stato l'anno dei Google Glass. Probabilmente non lo sarà nemmeno il 2015. Gli occhiali "intelligenti" prodotti da Google ritardano l'arrivo commerciale sul mercato. Analisti e appassionati s'interrogano sul futuro di uno dei gadget che negli ultimi tempi ha attirato di più l'attenzione sulle tecnologie indossabili, ben prima che Apple svelasse il suo Apple Watch. EricSchmidt, presidente del consiglio di amministrazione di Google, in un intervento alla conferenza FT Innovate a New York, ha confermato che i Glass saranno commercializzati "quando pronti". Resta quindi disponibile la versione Explorer (per sviluppatori), che è attualmente proposta in USA e Gran Bretagna a 1500 dollari

Anche se l'impressione è che Google non voglia abbandonarli, le incognite relative ad alcuni aspetti legali e sociali stanno forse contribuendo in maniera decisiva a rallentare l'approdo dei Google Glass sul mercato. Negli USA si sono registrati diversi episodi di insofferenza verso chi indossava gli occhiali. Alcune attività commerciali (tra cui diverse catene cinematografiche) ne hanno già vietato l'utilizzo. Anche nei ristoranti l'accoglienza non è stata delle migliori. A Seattle un ingegnere informatico è stato messo alla porta in un pub mentre fotografava i piatti con gli occhiali, per ragioni di privacy. Non va meglio a chi ha provato a utilizzarli alla guida: multe e proposte di legge per vietarli sono arrivate in California e Illinois. 

La cometa Lovejoy Q2

  • La cometa Lovejoy Q2

La coincidenza con la Natività è suggestiva. La cometa Lovejoy Q2 si affaccia sull'emisfero settentrionale negli ultimi giorni del 2014. E' visibile dalla mezzanotte del 24 dicembre e raggiungerà la minima distanza dalla terra proprio tra il 6 e il 7 gennaio. C'è infatti chi l'ha già ribattezzata la "cometa dei Magi". Per vederla, bisogna puntare l'obiettivo verso Sud, ai piedi della costellazione di Orione. "L'oggetto - spiega l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope http://www.virtualtelescope.eu/ e curatore scientifico del Planetario di Roma - è molto basso sull'orizzonte ma in zone prive di inquinamento luminoso è possibile vederlo pure ad occhio nudo, anche se non è semplice, perché ha una magnitudine di 5,5, ossia molto vicina al limite che è 6 per le osservazioni ad occhio nudo". A metà gennaio la cometa scoperta dall'astrofilo australiano Terry Lovejoy, sarà invece più alta sull'orizzonte nella costellazione della Lepre mentre raggiungerà la minima distanza dal Sole il 30 gennaio quando sarà a 200 milioni di chilometri dalla nostra stella, sperando che la sua attività cresca inondando di luce la sua chioma. Per il 6 e l'11 gennaio il Virtual telescope ha organizzato una diretta streaming per l'osservazione della cometa

(a cura di Matteo Marini)

Foto: Terry Lovejoy 

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">