Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Ott 3, 2017

10 Semi della Salute che Non Devono Mai Mancare a Tavola

Tanto piccoli ma anche tanto potenti perché in grado di dare la vita ad alberi, fiori e piante: i semi sono alimenti che di sicuro non devono mai mancare sulle nostre tavole. Per le loro proprietà li possiamo definire veri e propri semi della salute in quanto sono in grado di proteggere e rafforzare ad alcuni organi molto importanti quali cuore, muscoli, ossa, occhi e cervello.

Uno degli elementi di cui questi preziosi semi della salute sono molto ricchi è la fibra, utile per il mantenimento del giusto equilibrio intestinale. Fra le vitamine sono presenti tutte quelle appartenenti al gruppo B, in particolare, la vitamina B6 che contribuisce al corretto funzionamento del nostro sistema immunitario, la vitamina B1 utile a mantenere in salute il cuore e la vitamina B3, indispensabile per immagazzinare energia e sentirci in forze.

Fra i minerali che troviamo maggiormente nei nostri semi della salute ci sono zinco (utile per occhi, pelle, unghie e capelli), ferro, fosforo, calcio e manganese. E’ dunque una buona abitudine consumare questi semi tutti i giorni, da soli come snack sfizioso e salutare, oppure mescolati a cereali, frutta e verdura di stagione.

Per mantenere intatte tutte le loro virtù è preferibile mangiarli crudi, anche se esistono numerose ricette che prevedono la cottura al forno o in padella, la tostatura o addirittura la bollitura dei semi. Evitare se possibile anche di aggiungere sale o zuccheri dato che il seme è un alimento completo così com’è!

I vincitori della nona edizione dell'European Opera-directing Prize

Il regista Andrea Bernard, lo scenografo Alberto Beltrame e la costumista Elena Beccaro firmeranno l’allestimento de La traviata al Festival Verdi 2017

In occasione della conferenza “Dialog(ue)” di Opera-Europa a Berlino, è stato annunciato il team creativo vincitore della nona edizione dell’European Opera-directing Prize che, grazie a un accordo di collaborazione siglato con il Teatro Regio di Parma, firmerà l’allestimento de La traviata in scena al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto nell’ambito del Festival Verdi 2017.

La giuria, presieduta da Graham Vick, regista e direttore artistico della Birmingham Opera Company, ha premiato gli italiani Andrea Bernard(regista), Alberto Beltrame (scenografo) e Elena Beccaro (costumista) Dopo aver valutato tutti i progetti partecipanti, la commissione ne ha ammessi 5 alla fase finale del concorso, richiedendo ai registi finalisti di provare alcune scene dell’opera, così come da loro concepita, di fronte alla giuria, per poter valutare anche la loro capacità di lavorare in scena e guidare un ensemble di cantanti.

Oltre 70 i progetti di messinscena giunti al più prestigioso concorso europeo dedicato a giovani registi, scenografi e costumisti, indetto ogni due anni dall’Associazione tedesca Camerata Nuova e quest’anno per la prima volta dedicato a un’opera verdiana. I 185 giovani artisti partecipanti al concorso, provenienti da 21 diversi paesi, hanno dovuto presentare un progetto artistico che rispettasse le indicazioni tecniche del Teatro Giuseppe Verdi di Busseto per il quale è concepito e secondo le indicazioni di budget fornite. Un esercizio concreto di produzione sostenibile.

Riccardo Muti ai loggionisti di Parma: “Fate le barricate” contro lo Stiffelio di Graham Vick

Il maestro suggerisce di boicottare lo Stiffelio del Festival Verdi dove il pubblico potrà muoversi tra i cantanti

Riccardo Muti ha inaugurato sabato sera al Teatro Regio le celebrazioni per il 150° anniversario della nascita di Arturo Toscanini. Affiancato dallo scrittore Harvey Sachs, autore di importanti studi su Toscanini e di una monumentale biografia di prossima uscita, Muti (nella foto con Alexander Pereira, sovrintendente della Scala, Anna Maria Meo, direttore generale del Regio di Parma e il sindaco di Parma Federico Pizzarotti) ha intrattenuto il pubblico con la consueta verve, spiegando che Toscanini è ancora così attuale perché “andava al cuore della musica e delle partiture che eseguiva” e commentando alcuni vecchi filmati “che dovrebbero essere materia obbligatoria di studio per i giovani direttori”. Presente in sala anche il sovrintendente della Scala, Alexander Pereira, che Muti, sorridendo, ha anche chiamato in causa per ricordargli che, ai bei tempi di Toscanini, il direttore musicale era l’anima del teatro e non c’erano sovrintendenti, consigli d’amministrazione, direttori generali a interferire sulle scelte artistiche.

Parma, collaboratore del Comune in scadenza sparisce coi soldi

Ha svuotato i conti di una società partecipata: 576mila euro. Irreperibile da giugno. 

Il consulente di una società partecipata controllata al 100% dal Comune di Parma, Federico Faccini, 54 anni, parmigiano, è sparito da quattro mesi.

Prima ha svuotato i conti della Stu Authority, l'azienda municipalizzata per cui collaborava intascandosi 576mila euro.

Il contratto di consulenza in ambito finanziario era attivo dal 2013 ed è in prossima dell'ultima scadenza, il 30 giugno scorso, che il professionista ha fatto perdere le proprie tracce. Sul caso la Procura di Parma ha aperto un'inchiesta per truffa aggravata.

La Guardia di Finanza ha ricostruito le mosse del collaboratore che ha fatto confluire il denaro depositato dalla partecipata su più conti in uno solo. Dopodiché ha disposto il maxi bonifico a favore di una sua società (chiamata Authority spa) falsificando la firma del liquidatore della vera Authority.

Fabrizio Pezzuto (PUC): Prosciugati i conti di Stu Authority

Prosciugati i conti di Stu Authority, il consigliere Pezzuto (Parma Unita Centristi): “Giovedì in commissione Bilancio chiederò di relazionare su quanto è avvenuto”

La sottrazione di 576 mila euro dalle casse della Stu Authority rappresenta un fatto di gravità eccezionale, soprattutto considerando che il crimine è stato commesso da un collaboratore esterno, nominalmente assunto, secondo indiscrezioni di stampa, come “consulente finanziario”.

Come consigliere comunale sono altresì stupefatto nell'apprendere di questo consistente ammanco dai giornali, nonostante, a quanto ho potuto leggere, la questione sia “esplosa” già a metà giugno.

Considerato che dopodomani, giovedì 5 ottobre, è convocata la Commissione “Bilancio e Partecipate” per analizzare il Bilancio 2016 di Stt Holding Spa è mia intenzione chiedere di vedere tutti i documenti relativi a questo caso in modo da provare a rispondere ad alcune questioni che in questo momento sono sul tavolo ed ho già chiesto che sia presente anche il Liquidatore di Stu Authority. Pur prendendo atto con sollievo che il denaro sia stato in qualche modo rifuso dalla banca, rimangono aperti diversi interrogativi: è stata fatta una verifica sulle operazioni messe in atto dal consulente in questi anni? E’ normale che nelle partecipate operino consulenti con compiti cosi delicati? Non c’era personale dipendente che si potesse occupare della tesoreria? Che mansioni ha il consulente ? A chi rispondeva? Come è stato selezionato? Quando è stato scoperto l’ammanco e come ? Come è la procedura per il controllo della cassa/banca? Gli istituti bancari non hanno segnalato alcuna anomalia nei flussi in uscita? E’ possibile prevedere la doppia firma per operazioni finanziarie di importi elevati?

Rifugio Lagdei (Corniglio - PR) 7-8 ottobre 2017- Lunata e mostra micologica

Sabato 7 ottobre 2017 ore 21:00 - Rifugio Lagdei
Lunata
In punta di piedi nella foresta, tra i suoi abitanti e le sue leggende, sotto la Luna piena (o quasi)
- Iniziativa a cura di: Guide Ambientali Escursionistiche -
Una Lunata è una via di mezzo tra un'escursione e una visita guidata ai segreti della Foresta dell'Alta val Parma, illuminata da una Luna piena o quasi piena, ma sempre spettacolare. Ed è proprio la Luna che, lungo il facile sentiero, sembrerà sussurrare i particolari della storia naturale di questi monti e le leggende che in essi si tramandano. La Luna che in alcune sere si mostra netta e limpida, mentre in altre fa filtrare solo alcuni raggi che sembrano così rivestire le nuvole di una incredibile patina d'argento e illuminano la via verso il più vicino tratto di crinale, da dove la nostra vista potrà spaziare sugli ampi prati del Monte Tavola, sulla pianura, e sull’alta Lunigiana.
Dislivello 250 m, percorrenza soste escluse 2,5 ore. Adatta a bambini sopra i 6-7 anni. Necessario giacca a vento, abbigliamento e calzature da escursione, torcia possibilmente frontale, consigliati bastoncini da trek. (Possibilità di prenotare alla guida anche la cena, alla carta, al Rifugio). Costo: € 13 adulti, 7 bambini.  Info e prenotazioni obbligatorie Guida A.E. Antonio Rinaldi cell. 328.8116651 - antonio.rinaldi.76@gmail.com - www.terre-emerse.it

Marchetti (Ynap), talenti cercasi: "Ci servono competenze per crescere nel digitale"

Il re dell'e-commerce di lusso è spesso costretto a cercare personale negli Usa. In Italia, mancano figure formate per soddisfare le aziende che hanno bisogno di professioni digitali. Da noi le donne guadagnano il 14% in più degli uomini. L'interesse di Alibaba per Yoox Net à Porter? "Non commento"

di SARA BENNEWITZ

MILANO - Da mesi si parla di un interesse del colosso mondiale dell’e-commerce cinese Alibaba, per l’italiana Ynap, ma Federico Marchetti non ama commentare i rumors di mercato. Che il leader dell’e-commerce di lusso, sia delle collezioni attuali con Net-à-Porter e Mr Porter, sia di quelle passate con Yoox e The Outnet, sia al centro dell’interesse di molti è un fatto, ma Marchetti va avanti per la sua strada. Ora cerca nuovi talenti da assumere con cui arricchire l’azienda che ha fondato 18 anni fa e ha appena siglato un accordo con WhatsApp.

Quindi di Alibaba non parla?
Non posso commentare.

Allora parliamo di Lusso. Tutta l’industria si sta convertendo al digitale. Voi che siete da sempre nel settore a cosa state pensando?
Quando ho cominciato nel 1999 a voler vendere lusso via Internet, era un terreno inesplorato. E noi sia con Yoox che con Net-à-Porter, siamo stati il partner tecnologico di moltissimi marchi del lusso che iniziavano ad affacciarsi sul canale web. Li abbiamo accompagnati per mano, oggi tutti i capo azienda del settore mettono il web tra le loro priorità, per noi questo è un riconoscimento importante e il presupposto per continuare a lavorare e a migliorare le nostre piattaforme e i nostri servizi.

Toscanini e l’opera Venerdì 6 ottobre 2017 alle 20.30 nell’Auditorium del Carmine di Parma

Arturo Toscanini

Toscanini e l’opera
Venerdì 6 ottobre 2017 alle 20.30 nell’Auditorium del Carmine il secondo concerto del ciclo “Al pianoforte con Toscanini”. Ingresso libero. 

Proseguono le celebrazioni del centocinquantesimo dalla nascita di Arturo Toscanini, con un nuovo concerto del ciclo “Al pianoforte con Toscanini”, organizzato dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”. Venerdì 6 ottobre alle 20.30, nell’Auditorium del Carmine, gli allievi della Scuola di canto del Conservatorio parmigiano, accompagnati al pianoforte dal maestro Nicola Mottaran, presentano una scelta di arie e duetti tratti da opere che Arturo Toscanini diresse in prima assoluta o in prima italiana. “Toscanini e l’opera” è, infatti, il titolo di questo secondo appuntamento. Eun Hye Kim (soprano), Juntae Kim (tenore) e Jaehong Jung (baritono) interpreteranno brani di Ruggero Leoncavallo, Giacomo Puccini, Claude Debussy, Umberto Giordano, Pyotr Ilyich Tchaikovsky, Arrigo Boito, Francesco Cilea e Pietro Mascagni. Mottaran, docente del “Boito”, suonerà lo storico pianoforte donato da Vladimir Horowitz al Maestro Toscanini, oggi conservato nello Studio Toscanini riallestito in un’ala del Conservatorio di Parma.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">