Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Ott 5, 2017

Scontro totale in Spagna

Il tribunale Costituzionale spagnolo sospende la seduta del Parlamento catalano di lunedì. La partita tra Madrid e Barcellona nel caos. Il Banco Sabadell decide oggi il trasferimento della sede a Alicante o Madrid

Che succede in Spagna? Si sta per aprire un altro fine settimana ad alta tensione. Il Tribunale Costituzionale spagnolo ha sospeso la seduta del Parlamento catalano di lunedì, quella che avrebbe dovuto dichiarare l'indipendenza. Siamo allo scontro totale, la tensione è altissima e l'esito finale di questa partita politica mortale è incerto. Come sono messi i pezzi sulla scacchiera? Il titolare di List vede questo schema di gioco: 

Proteggete i reni a tavola

Genova - Non più di cinque, sei grammi di sale, un grammo di proteine per ogni chilo del nostro peso al giorno. Tenere sotto controllo l’acido urico. Se siete tra gli almeno dieci milioni di italiani che hanno problemi al rene, fate attenzione anche al fosforo: un eccesso di questo minerale, contenuto soprattutto negli alimenti surgelati, nei soft drink e nei formaggi, può affaticare ancora di più le naturali “lavatrici” dell’organismo, che hanno il compito di depurare il sangue e che spesso iniziano a dare segni di sofferenza quando ormai il danno al loro carico è già avanzato. A lanciare l’allarme sui quattro “nemici” dei reni sono gli stessi esperti che si riuniranno a Genova in occasione del convegno internazionale “Genoa Meeting on Hypertension, Diabetes and Renal Diseases” in programma ai Magazzini del Cotone dal 21 al 23 febbraio prossimi.

La salute dei reni, ricordano gli scienziati, è direttamente collegata alle nostre abitudini. Basti pensare che semplicemente mantenendo sotto i cinque grammi giornalieri (quantità media consigliata dall’OMS) l’introito di cloruro di sodio e regolando l’apporto di proteine si potrebbero evitare almeno trenta casi di morte per malattia renale su cento. Purtroppo, però, gli italiani ne consumano il doppio (10,9 grammi gli uomini e 8,6 grammi le donne), almeno a vedere i risultati preliminari del progetto Minisal-Gircsi pubblicato dall’Istituto Superiore di Sanità. Soltanto il 4 per cento degli uomini e il 13 per cento delle donne riescono a mantenere la propria media sotto i livelli raccomandati.

Riciclaggio, Banca d'Italia: a Parma 408 operazioni sospette in sei mesi

In regione 18 pratiche al giorno, 522 in più rispetto allo stesso semestre del 2105. L'allerta della Cgil: "Agire nella prevenzione e denuncia con maggiore forza ed unità sociale"

La Cgil alza l'allerta sul fenomeno del riciclaggio di denaro in regione, comprovato anche dalla testimonianze del maxiprocesso reggiano contro la 'ndrangheta Aemilia. Ma soprattutto rincara la dose il rapporto dell'ufficio "investigazioni finanziarie" della Banca d'Italia in base al quale sono state 3.250 nel primo semestre dell'anno le segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio in Emilia-Romagna: 18 pratiche giorno, 522 in più rispetto allo stesso semestre del 2105.

E' quanto emerge dai numeri dell'Uif-Unità di Informazione Finanziaria della Banca d'Italia che controlla le operazioni sospette di riciclaggio e finanziamento del terrorismo internazionale, contenuti in una nota di Franco Zavatti, coordinatore legalità e sicurezza Cgil Emilia-Romagna.

MEZZOGIORNO IN MUSICA

Voltoni del Guazzatoio - Pilotta

MEZZOGIORNO IN MUSICA

Recital per voce e pianoforte con introduzione all’ascolto

e al termine aperitivo al Gran Caffè del Teatro

Voltoni del Guazzatoio, Complesso della Pilotta

7, 8, 14, 15, 21, 22 ottobre 2017, ore 12,00 

Sono dedicati a Verdi e l’opera Francese, Verdi e le variazioni, Verdi e i cantabili i sei recital che compongono il programma di Mezzogiorno in Musica, i concerti seguiti da aperitivo del sabato e domenica che quest’anno avranno luogo in uno dei luoghi più suggestivi della città, i Voltoni del Guazzatoio, nel cuore del Complesso Monumentale della Pilotta. Un’occasione per godere della musica del Maestro e approfondire alcuni aspetti della sua opera grazie all’introduzione all’ascolto a cura di alcuni membri del Comitato scientifico del Festival Verdi. 

UN PALCO ALL’OPERA COL CLUB DEI 27 Teatro Regio di Parma sabato 7 ottobre 2017, ore 17.00

UN PALCO ALL’OPERA

COL CLUB DEI 27

Le opere di Verdi raccontate dalle Opere in persona

Teatro Regio di Parma

sabato 7 ottobre, ore 17.00, ingresso libero 

In occasione del Festival Verdi, il Gruppo di Appassionati Verdiani Club dei 27 sarà protagonista, sabato 7 ottobre 2017 alle ore 17.00 (e non alle ore 15.00 come precedentemente annunciato) dell’appuntamento a ingresso libero Un palco allopera col Club dei 27: Giuseppe Verdi, la sue opere, le loro storie, i grandi interpreti, raccontati nei palchi del Teatro Regio dalle Opere in persona, ovvero dai soci del Club dei 27 di Parma, celebri nel mondo per la loro incondizionata passione per il Maestro. 

Elliot Ackerman: ’Il buio al crocevia’ (Longanesi)

Il buio al crocevia

Francesca Avanzini

Bello di fama e di avventura, per adattare un famoso verso, Elliot Ackerman lo è. Alto, atletico, occhi luminosi e intelligenti, è la star indiscussa dell’autunno letterario. Dopo aver servito otto anni nei marines, combattuto in Iraq e Afghanistan, si è ritirato e messo a scrivere, sia da giornalista (suoi articoli compaiono sulle principali testate americane) che da romanziere, riflettendo in parte nei libri le esperienze di guerra.

“Sono tutte connesse, queste guerre”, dice in occasione di un incontro al Festival della Mente di Sarzana. ”La Siria è una reazione all’invasione dell’Iraq e l’Iraq una reazione, sebbene mal diretta, all’11 settembre, il quale a sua volta è legato all’Afghanistan e giù giù fino alla guerra fredda e alla Seconda guerra mondiale. Quando mi sono accorto che, contrariamente alle guerre di un tempo, la guerra non sarebbe finita mai, ho dichiarato la mia pace separata e deciso che era il momento di fare altro della mia vita.”

C’è chi sostiene che l’unico modo di raccontare la guerra sia il reportage dettagliato, chi  preferisce trasmetterne l’essenza tramite la narrativa e personaggi inventati.

Parma, Ferretti: "Conto Stu svuotato? Noi corretti, prova è restituzione soldi"

Il caso del consulente dell'Authority in fuga con 600 mila euro. L'assessore: "Non abbiamo reso pubblica la vicenda per rispetto del segreto istruttorio". Pezzutto insiste: "Una vicenda che si è verificata in piena campagna elettorale..."

"Come Comune e Stu Authority riteniamo di avere agito correttamente. In caso contrario, non credo la banca coinvolta (Credito Valtellinese, ndr) ci avrebbe restituito tutto il maltolto con valuta datata il giorno della sparizione".

L'assessore al Bilancio Marco Ferretti commenta la vicenda del consulente della società partecipata sparito con quasi 600mila euro e rivendica il comportamento lineare tenuto dai due enti pubblici: "Abbiamo fatto quello che ogni amministratore doveva fare, cioè recuperare i soldi" dice ricordando di essersi recato nell'istituto di credito con i carabinieri e il liquidatore della società partecipata.

Eppure i gruppi di minoranza Parma Unita Centristi e Pd hanno annunciato una richiesta di chiarimenti evidenziando soprattutto la mancanza di indormazioni su una vicenda risalente allo scorso giugno: "Una volta sporta denuncia da parte nostra e avviata l'indagine, gli inquirenti ci hanno chiesto di mantenere il segreto istruttorio ed è per questo che non abbiamo fatto trapelare nulla. Per rispetto nei confronti di chi sta conducendo l'inchiesta. Reputo una polemica sterile quella della minoranza". E si chiede come sia possibile che dalla Procura escano notizie relative a indagini non ancora chiuse.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">