Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Ott 9, 2017

Soldi spariti alla Stu Authority, liquidatore: "Incredulo ma è una truffa alla banca"

Consulente svuota i conti dell'Authority e fugge. L'opposizione attacca: "La notizia andava resa pubblica prima". Bilancio consolidato Comune e partecipate: indebitamento complessivo di 375 milioni di euro

"Sono tutt’ora incredulo". Così il liquidatore di Stu Authority Nicola Rinaldi ha commentato il caso di Federico Faccini, il 54enne consulente parmigiano della partecipata del Comune, svanito nel nulla con oltre mezzo milione di euro, sottratti dai conti della società e poi restituiti dalla banca coinvolta. 

Il caso, come annunciato, è arrivato all'esame della seduta congiunta delle commissioni Bilancio e Controllo, dove il dirigente della partecipata è stato ascoltato. Rinaldi, sentito dalla guardia di finanza come persona informata dei fatti e alla guida dell’Authority dal 2014, ha descritto Faccini - impiegato come consulente dal 2012 - come una persona che ha sempre svolto in modo corretto i suoi incarichi, contribuendo al funzionamento della società. 

Una società in liquidazione, che nell’organico oltre al liquidatore e all’irreperibile 54enne parmigiano, vanta solo un altro impiegato distaccato dal Comune. “Mi è stato presentato come persona affidabile e corretta. Radicata nel territorio, con affetti e legami in città. Mai avrei potuto immaginare in questi anni fatti come quelli che sono accaduti”. 

"Aveva lavorato - ha proseguito Rinaldi - nel mondo bancario, con il quale aveva legami e relazioni di fiducia. Non è certamente grazie all’Authority che ha potuto accreditarsi presso gli istituti di credito, sono rapporti che aveva costruito personalmente".

Reati, Parma al primo posto in Italia per denunce di usura

I dati 2016 del report del Sole 24 ore: nel capoluogo e in provincia commessi oltre 21mila reati

Sono stati 21.123 i reati rilevati nel 2016 a Parma e provincia. Il territorio registra 4.706 denunce ogni centomila abitanti, numeri che valgono la 15esima posizione nella tradizionale classifica elaborata dal Sole 24 ore basata sui dati forniti dal ministero dell’Interno. 

Rispetto all’anno precedente, si registra un calo dei delitti del 2,39%. La media è di un reato commesso ogni 2,4 ore: un rilevamento analogo a Reggio Emilia, peggiore rispetto a Modena (3,7), migliore considerando Piacenza (1,2 ore).

Usura - Per quanto riguarda le tipologie di reati (denunce ogni 100mila abitanti) Parma risulterebbe secondo il report immune da fenomeni quale associazioni di tipo mafioso e associazioni per delinquere. Si registrano invece 23 estorsioni. Poco rilevato anche il fenomeno del riciclaggio con 1,57 denunce ogni centomila abitanti. Spicca l'usura: 11,58 denunce sempre ogni 100mila abitanti che collocano il territorio al primo posto nazionale. Reggio Emilia, seconda, si ferma a 3,38.

Il dato di Parma era stato evidenziato nel 2016 anche da un rapporto Eurispes.Così come va tenuto conto della recente operazione che ha scoperto un'associazione anti-usura che truffava gli utenti.

I furti -  Ne sono stati denunciati 3.766 ogni centomila abitanti, collocando Parma e provincia al 15esimo posto a livello nazionale.

Vendita abbonamenti di Nuove Atmosfere 2017-18

Prosegue la vendita abbonamenti da Nuove Atmosfere
I tagliandi in vendita al CPM Toscanini. Dal 21 ottobre i singoli biglietti

La vendita dei nuovi abbonamenti per la XII edizione di Nuove Atmosfere, composta quest’anno da 24 concerti sinfonici cui si aggiungono i tre concerti pubblici del Concorso di direzione d’orchestra Arturo Toscanini previsti a fine ottobre, è iniziata sabato scorso e proseguirà per le prossime due settimane, sino a venerdì 20. Da sabato 21 inizierà la vendita dei biglietti per i singoli concerti della stagione (dalla mezzanotte di domenica 22 per la vendita on-line sul sito www.biglietteriatoscanini.it).

Dopo sabato 21 sarà sempre possibile, fino alla data precedente il primo concerto in abbonamento (ovvero il 3 novembre per il Turno Verde, il 24 per il Turno Rosso, il 7 dicembre per il Tutti Per Uno), sottoscrivere le tessere d’abbonamento, ma, ovviamente, con una disponibilità limitata. Due restano le novità più importanti: le offerte omnicomprensive che prevedono un forte risparmio per chi sottoscrive tutte le opzioni disponibili e la cessazione del rapporto di collaborazione con il Teatro Regio riguardante i servizi di biglietteria in coincidenza del trasferimento della Fondazione Toscanini nella sua nuova sede.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">