Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Mar 26, 2017

NELLE PATOLOGIE TUMORALI EVITARE I CIBI RICCHI DI POLIAMMINE (PUTRESCINA, CADAVERINA, SPERMINA…)

IL TEMA DELLE POLIAMMINE SUI CIBI E’ UN ARGOMENTO COMPLICATO DA SAPER INTERPRETARE 

PubMed, la più autorevole fonte scientifica mondiale (considerata la ‘bibbia’ dell’ambiente medico scientifico) , riporta i dati riguardo il contenuto di poliammine (putrescina,cadaverina,spermina..) in cima alla lista di cibi ricchi di putrescina troviamo le arance, mandarini e pompelmi...etc… cibi ricchi di spermidina troviamo al primo posto i piselli, formaggi….etc.... invece cibi ricchi di spermina al primo posto troviamo la carne macinata e salumi…etc....

cibi con poliammine

LO STUDIO SCIENTIFICO COMPLETO PUBBLICATO SU PUBMED LO POTETE LEGGERE QUI: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2848593/

L’ABSTRACT di PubMed riporta testualmente: “…Riducendo la concentrazione di poliammine (spermina, spermidina e putrescina) nel pool corporeo può rallentare il processo del cancro…”

All’ interno di questo studio viene citato un altro studio importante che ci dice che:

Studi nei ratti indicano che il 10% di putrescina alimentare, il 40% di spermidina alimentare, e l’8% di spermina alimentare sono conservati nei tessuti del corpo                                                             (FONTE: Bardocz S, Grant G, Hughes EL, Duguid TJ, Brown DS, Pusztai A. assorbimento, distribuzione e metabolismo di dieta putrescina, spermidina e spermina nei ratti. In:. Bardocz S, Bianco A, Gyongyi H, redattori COST 917: biogenicamente ammine attivi negli alimenti. Vol. II: Effetti metabolici di ammine biologicamente attive negli alimenti. Commissione europea; Lussemburgo, Belgio: 1998. pp 106-111..)

IMPARIAMO IL CONCERTO: ILARIA NOTARI E FRANCESCO LANZILLOTTA PRESENTANO BARTÓK E BEETHOVEN

IMPARIAMO IL CONCERTO: ILARIA NOTARI E FRANCESCO LANZILLOTTA PRESENTANO BARTÓK E BEETHOVEN
L’incontro si tiene mercoledì all’Auditorium Paganini

Impariamo il concerto: racconti e ascolti dal grande repertorio sinfonico. 
Il ciclo di conferenze e prove aperte presentato dalla Fondazione Toscanini, prosegue con l' undicesimo appuntamento, fissato per martedì 28 marzo. L’anteprima al concerto (ore 15 presso l’Auditorium Paganini con accesso dall’ingresso principale) sarà seguita alle 18, presso la sala prove dello stesso Auditorium, dall’attesa conferenza tenuta insieme da Ilaria Notari, noto volto televisivo parmense ma anche grande esperta di musica, e Francesco Lanzillotta, direttore principale della Filarmonica Arturo Toscanini. L’accesso al duplice appuntamento è possibile acquistando il singolo biglietto alla cifra simbolica di 1 euro.

I tre brani in programma, scelti da Lanzillotta per il secondo concerto della serie Tutti per Uno, stagione nella quale i ruoli solistici sono ricoperti dalle prime parti dell’orchestra cittadina, sono le Rapsodie n.1 Sz 87 e n.2 Sz 90 per violino e orchestra di Béla Bartòk, i due virtuosistici lavori che il grande compositore ungherese scrisse nel 1928 arrangiandoli per orchestra l’anno successivo e la Sinfonia n.1 in do maggiore op. 21 di Ludwig van Beethoven. Mentre i due primi brani, interpretati da Mihaela Costea, sono l’espressione della volontà del compositore di fondere la musica popolare mitteleuropea (in questo caso rumena) nel repertorio orchestrale, la Sinfonia beethoveniana, composta tra il 1799 ed il 1800, è il primo approccio del trentenne autore al genere principe della musica da concerto e resta un lavoro sospeso, ancora lontano dalla genialità che sarebbe arrivata pochi anni dopo.

Vitalizi, la carica dei 629. Pure il Senato verso la riforma

A settembre scatta la pensione per i parlamentari al primo mandato. Ecco i gruppi più numerosi: in testa democratici e Cinquestelle

di MONICA RUBINO

ROMA. Il "D-Day" è il 15 settembre 2017. Quel giorno i parlamentari al primo incarico della XVII legislatura avranno raggiunto il traguardo dei 4 anni, 6 mesi e 1 giorno. Ossia il periodo minimo di servizio necessario per maturare il diritto alla pensione, secondo la riforma dei vitalizi approvata dal governo Monti nel 2012, che si basa sul sistema di calcolo contributivo. Deputati e senatori al primo mandato riceveranno dunque a 65 anni 950 euro di pensione. Mentre, se verranno rieletti per un'altra legislatura, l'assegno sarà di 1500 euro a 60 anni.

È passato solo poco più di un mese e mezzo da quell'sms al programma di Giovanni Floris in cui l'ex segretario del Pd Matteo Renzi si augurava di andare "al voto prima che scattino i vitalizi", scatenando la rivolta fra i parlamentari dem, renziani compresi. Ma poi l'ipotesi di elezioni anticipate è stata archiviata e quindi la meta del 15 settembre è ormai sicura. Una buona notizia per il folto plotone dei neoeletti, che altrimenti avrebbero perso tutti i contributi versati. Quello uscito dalle elezioni del febbraio 2013, infatti, è un Parlamento di novizi. Facciamo i conti: alla Camera su 630 deputati complessivi, ben 438 sono al primo mandato. A Palazzo Madama su 320 senatori 191 sono neoeletti. Sommando le due camere, otteniamo la cifra di 629 novellini su 950 parlamentari, i due terzi del totale.

Mosca, fermato l'oppositore Alexei Navalny

È stato caricato su un pulmino della polizia durante una manifestazione anticorruzione. La folla ha assaltato il pulmino

MOSCA - Sale al tensione a Mosca e in tutta la Russia. L'oppositore Alexei Navalny è stato fermato dalla polizia nel corso di una manifestazione anticorruzione a Mosca: è stato caricato su un pulmino della polizia e la folla ha assaltato il pulmino urlando "fascisti, liberatelo".

Navalny ha organizzato diverse manifestazioni anticorruzione in varie città della Russia. Nel mirino il premier Dmitry Medvedev, accusato di controllare un vero e proprio impero attraverso un network di organizzazioni non-profit. Oltre al fermo dell'oppositore si registrerebbero diversi altri fermati. Secondo le prime indicazioni, tafferugli sarebbero in corso anche a San Pietroburgo.

Navalny ha annunciato l'intenzione di candidarsi alle prossime elezioni presidenziali. Secondo siti dell'opposizione il corteo a Novosibirsk in Siberia ha visto la partecipazione di circa duemila persone, mentre i manifestanti erano circa 1.500

Riflessioni sul Vangelo di Don Umberto Cocconi. Gesù il Signore: la Luce del mondo

Opera El Greco: il cieco miracolato da Gesù

Passando vide un uomo cieco dalla nascita e gli disse: «Và a lavarti nella piscina di Sìloe». Quegli andò, si lavò e tornò che ci vedeva. Allora i vicini e quelli che lo avevano visto prima, poiché era un mendicante, dicevano: «Non è egli quello che stava seduto a chiedere l'elemosina?». Ed egli diceva: «Sono io!». Allora gli chiesero: «Come dunque ti furono aperti gli occhi?». Egli rispose: «Quell'uomo che si chiama Gesù ha fatto del fango, mi ha spalmato gli occhi e mi ha detto: Và a Sìloe e lavati! Io sono andato e, dopo essermi lavato, ho acquistato la vista». Anche i farisei dunque gli chiesero di nuovo come avesse acquistato la vista. Ed egli disse loro: «Mi ha posto del fango sopra gli occhi, mi sono lavato e ci vedo». Dissero di nuovo al cieco: «Tu che dici di lui, dal momento che ti ha aperto gli occhi?». Egli rispose: «E' un profeta!». Gesù seppe che l'avevano cacciato fuori, e incontratolo gli disse: «Tu credi nel Figlio dell'uomo?». Gli disse Gesù: «Tu l'hai visto: colui che parla con te è proprio lui». Ed egli disse: «Io credo, Signore!». Gesù allora disse: «Io sono venuto in questo mondo per giudicare, perché coloro che non vedono vedano e quelli che vedono diventino ciechi». Alcuni dei farisei che erano con lui udirono queste parole e gli dissero: «Siamo forse ciechi anche noi?». Gesù rispose loro: «Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: Noi vediamo, il vostro peccato rimane» (vangelo di Giovanni).

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">