Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Ott 11, 2018

Le intimidatorie querele-vendetta di Sergio Pellegrini contro Luigi Boschi

Taci o ti querelo

Le initimidatorie querele-vendetta di Sergio Pellegrini e del suo avvocato Ambrosini

L’udienza del processo intentato da Sergio Pellegrini contro Luigi Boschi è stata rinviata al 31 ottobre 2018.
Ma  qual è lo scopo di Sergio Pellegrini con queste querele (due individuali DOC.PDF e una dell’avvocato Michele Ambrosini Doc.PDF), in cui si chiede addirittura il sequestro del mio socialblog? Non certo a fare chiarezza, né per amor della musica.

CARLA THEY E AZUSA KUBO SABATO 13 OTTOBRE ALLA CASA DEL SUONO DI PARMA

Carla They e Kubo Azusa

CARLA THEY E AZUSA KUBO SABATO ALLA CASA DEL SUONO

Il 13 ottobre alle 17 alla Casa del Suono il concerto gratuito del duo composto dalla famosa arpista parmigiana e dal soprano giapponese 

Un duo di grande valore artistico, quello formato dalla arpista parmigiana Carla They, interprete molto conosciuta e apprezzata a livello nazionale, e dalla soprano giapponese Azusa Kubo. 

Saranno loro, sabato prossimo, 13 ottobre, alle ore 17, a inondare di musica gli spazi della Casa del Suono, in occasione del secondo concerto del ciclo 2018 de Il suono e il segno, la rassegna concertistica organizzata congiuntamente da Comune di Parma - Casa della Musica e Fondazione Arturo Toscanini, e costituita da una serie di quattro appuntamenti gratuiti ospitati che ha sede nel suggestivo spazio della ex-chiesa di Santa Elisabetta in Piazzale Salvo D’Acquisto, a pochi passi dalla stessa Casa della Musica. 

Il concerto di sabato fa parte anche della rassegna I like Parma- Un patrimonio da vivere, la settimana di promozione gratuita della cultura voluta dal Comune di Parma. 

Manovra, un miliardo di tagli ai ministeri. E Di Maio: "Azzerare il finanziamento ai giornali"

Le previsioni dei dicasteri ritenute insufficienti: caccia ai risparmi, a partire dalla Difesa. Intanto il ministro dello Sviluppo torna ad annunciare la cancellazione di fondi all'editoria (che in realtà non ci sono più da anni e che Repubblica non prende) e rilancia la riduzione dei costi della politica

ROMA - Nel tentativo di far quadrare i conti della manovra, il  governo ha chiesto un piano di risparmi ai ministeri che dovrebbe essere pronto entro domani. L'intenzione del vicepremier Luigi Di Maio e della viceministra Laura Castelli, a caccia di coperture per le misure previste nella nota di aggiornamento al Def, è di reperire un miliardo di euro.


APPROFONDIMENTO

 Il taglio più consistente dovrebbe essere quello alla Difesa, vecchio pallino dei 5 stelle che promettevano di annullare molti programmi, tra cui quello degli F35. Dal ministero di Elisabetta Trenta dovrebbero arrivare quasi 500 milioni di euro, grazie al blocco di un programma ancora top secret, all'annullamento del progetto del "Pentagono italiano" e alla cancellazione di un altro programma che valeva 40 milioni. Gli altri 500 milioni dovrebbero riguardare Infrastrutture, Giustizia e Salute.