Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Nov 27, 2018

Eredità Longari Ponzone, non ammesso il ricorso del comune casalese

CASALMAGGIORE – Il primo atto di un’annosa vicenda, iniziata nel 2010 con il decesso (il 4 giugno) del nobile Pietro Longari Ponzone, ha visto il comune di Casalmaggiore andare sotto in Tribunale a Cremona. “Ma ce l’aspettavamo” glissa Paolo Antonini, l’avvocato scelto dal comune per difendere la propria posizione “e abbiamo comunque un secondo ricorso, ritenuto invece ammissibile dal giudice”.

Andiamo con ordine, perché la questione è nota a molti ma forse non a tutti. IL 26 febbraio 2004 il nobile Pietro Longari Ponzone redige un testamento olografo nel quale, oltre a ricordarsi dei suoi eredi, lascia al comune di Casalmaggiore una buona percentuale di beni immobili, ubicati per la maggior parte a Rivarolo del Re, ma anche nello stesso comune casalese. Nel giugno 2009 il testamento viene però revocato e in quel momento Longari Ponzone, che morirà un anno dopo, risulta ricoverato in una clinica geriatrica. Il nobile nato nel 1922 non può firmare la revoca a causa, come spiega un primo certificato medico, della rigidità della mano malata. A quel punto, con la revoca, scatta la successione ex lege, a vantaggio dei fratelli Michele e Anna Maria Micheli, notai, già noti al comune di Casalmaggiore per la controversia riguardante tre statue, poste nella cappella di famiglia dello stesso Longari Ponzone, il cui trasferimento è stato “bloccato”, tramite l’intervento della Sovrintendenza ai Beni Culturali, dalla stessa amministrazione.

Barilla: conferma interesse per Pasta Zara

Barilla: conferma interesse Pasta Zara
Per pastificio Muggia. Obiettivo espandere capacità produttiva


(ANSA) - ROMA, 14 NOV - Il Gruppo Barilla conferma di aver manifestato interesse, in forma di proposta, per l'acquisto di un ramo d'azienda di Pasta Zara che risulta ammessa a concordato preventivo. Lo si legge in una nota del Gruppo alimentare, in cui si precisa che questa manifestazione d'interesse sarà valutata nell'ambito e dagli organi della procedura in corso, che si svolgerà secondo legge.

    L'offerta - precisa Barilla - si riferisce esclusivamente al ramo d'azienda relativo al pastificio di Muggia (Trieste), non riguarda né il marchio Zara né altri marchi o stabilimenti di proprietà del Gruppo Zara, e prevede altresì un accordo di produzione, per un periodo transitorio, a beneficio di Pasta Zara. La scelta di Barilla di investire nella categoria pasta con l'acquisto di un nuovo pastificio - sottolinea l'azienda - risponde all'esigenza di investimento nell'espansione della capacità produttiva del Gruppo.

Fonte Link: http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2018/11/14/barilla-conferma-interesse-pasta-zara_4838a4fd-1c75-434d-9905-a166d55d259a.html

World Forum on Urban Forests, Mantova 2018

World Forum on Urban Forests, Mantova 2018 World Forum on Urban Forests, Mantova 2018

World Forum on Urban Forests, Mantova 2018

Dal 28 novembre al 1 dicembre 2018 la città di Mantova ospiterà il primo World Forum on Urban Forests promosso dalla FAO, organizzato dal Comune di Mantova, dal Politecnico di Milano e da SISEF, curato da un comitato scientifico internazionale di esperti diretto dall’architetto e urbanista Stefano Boeri e da Cecil Konijnendijk professore della University of British Columbia. 

Le città occupano solo il 3% della superficie del pianeta, ma consumano il 75% delle risorse naturali. Oggi nel dibattito pubblico è diventato critico il problema ambientale, ed è di vitale importanza continuare a porre l’attenzione sulle forestazione urbana creando uno spazio per una riflessione su come rendere le nostre città più verdi: più inclusive, più sicure e più ricche. 

Il Forum radunerà oltre 400 esperti da più di 50 Paesi di tutto il mondo per discutere l’importanza di integrare le infrastrutture verdi alle infrastrutture grigie delle città. Saranno illustrati i benefici che le foreste urbane possono fornire alla popolazione in termini di crescita economica sostenibile, conservazione dell'ambiente, coesione sociale e coinvolgimento della cittadinanza con esempi positivi di pianificazione, progettazione e gestione del verde urbano che diverse città nel mondo hanno già messo in pratica.