Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Apr 5, 2018

Lettere tra il Ministro Beniamino Andreatta e il Governatore Carlo Azeglio Ciampi

Le lettere scambiate fra il Ministro del Tesoro dell’epoca, Beniamino Andreatta, e il Governatore della Banca d’Italia, Carlo Azeglio Ciampi, che nel 1981 siglarono il cosiddetto divorzio fra Tesoro e Banca d’Italia.

I documenti sono tratti dal testo L’Autonomia della politica monetaria. Il divorzio Tesoro-Banca d’Italia trent’anni dopo di Andreatta B., Ciampi C. A., Draghi M., Grassini F. A., Letta E., Monti M., Mussari G., Salvemini T. (2011).

La prima lettera viene inviata da Andreatta il 12 febbraio del 1981:

Lettera di Andreatta pag1

Lettera di Andreatta pag2

Lettera di Andreatta pag3

Lettera di Ciampi

I PADRONI FRANCESI DI PARMALAT INCASSANO IL TESORO DI BONDI

Chissà che gusto ha il “Sorrento”, uno dei formaggi di punta che da ieri fa parte del catalogo Parmalat. Di sicuro, monsieur Besnier, patron di Lactalis e proprietario dell’azienda di Collecchio, non ha fatto sconti alla cassa: il “Sorrento”, assieme alla “Vera Mozzarella”, la “Galbani Usa”ed altre prelibatezze è stata pagata 904 milioni. In contanti, beninteso, mica in pregiate forme di parmigiano. Soldi che escono dalla cassa del gruppo italiano, cioè parte di quel miliardo e mezzo recuperato a suo tempo da Enrico Bondi dalle banche internazionali che avevano appoggiato le imprese di Calisto Tanzi e che rientrano in quelle di monsieur Besnier, proprietario al 100 % della Lactalis Usa. Insomma, il patron francese di Parmalat, come ampiamente previsto, ha utilizzato i fondi che ha trovato a Collecchio per ripagarsi, in parte, l’acquisto dell’azienda che non ha trovato a suo tempo un solo imprenditore italiano disposto a fare un buon affare. Per carità, Lactalis non sta facendo nulla di illecito. Ma quella fetta di “Sorrento” rischia di essere davvero indigesta. Per più motivi. 

TUTTI PER UNO: NIR KABARETTI DIRIGE COSTEA E CAHANESCU

Nir Kabaretti

TUTTI PER UNO: NIR KABARETTI DIRIGE COSTEA E CAHANESCU
Alle 20.30 in programma musiche di Ciaikovskij, Carrara e Dvořák con le due soliste della Filarmonica Toscanini

Il programma: 

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI 

Direttore, NIR KABARETTI

Violino, MIHAELA COSTEA

Violoncello, DIANA CAHANESCU

Sabato 7 aprile alle 20.30 si conclude all’Auditorium Paganini la programmazione di Tutti per Uno, la serie di concerti inserita nella programmazione di Nuove Atmosfere che vede quali protagonisti i solisti della Filarmonica Toscanini, chiamati ad interpretare i più diversi brani del repertorio concertistico per strumento solista e orchestra. Sarà Nir Kabaretti, il direttore israeliano che si è sempre più affermato con crescente prestigio a livello internazionale, sino a raggiungere oggi una vasta esperienza nel repertorio sinfonico ed operistico che lo ha visto dirigere nelle maggiori sale di tre continenti.

LʼAquila, la Ue chiede la restituzione (immediata) delle tasse sospese dopo il sisma del 2009: "Erano aiuti di Stato"

Protesta unanime di tutte le istituzioni contro le 350 cartelle esattoriali giunte ad altrettanti imprenditori de L'Aquila che impongono la restituzione entro 30 giorni delle tasse sospese dopo il sisma del 6 aprile 2009 a imprese e professionisti del cratere terremotato. La sospensione, infatti, è stata bocciata dalla Commissione europea che ha aperto una procedura d'infrazione per "aiuti di Stato".

Golpe Di Stato: La Lista Nera Dei Traditori Della Patria

Golpe di stato: la lista nera dei traditori della patria

Di Alessandro De Angelis

Se ci troviamo, come dimostrato nei precedenti articoli, sotto un regime di dittatura da parte dell'oligarchia bancaria, dove la BCE e la Commissione Europea decideranno le politiche sociali degli stati, imponendo loro tasse e licenziamenti, lo dobbiamo a una strategia che parte da lontano nel tempo e che si è potuta estrinsecare grazie all'aiuto di politici con loro collusi.