Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Ambiente e Ecologia

Ambiente Ecologia: raccolta di notizie, informazioni e opinioni nazionali e internazionali su ambiente, natura, ecologia, inquinamento. Con il contributo di redattori volontari che possono inviare i loro scritti a luigiboschi@gmail.com

NUOVA ZELANDA: ICEBERG A 100 KM DALLE COSTE

(ANSA) - SYDNEY, 16 NOV - Due iceberg si stanno avvicinando alla Nuova Zelanda dopo un viaggio di 13.500 km, e sono stati avvistati a meno di 100 km dalla costa.Gli elicotteri fanno la spola per portare scienziati e turisti a osservare le montagne di ghiaccio.Uno degli iceberg e' lungo circa 500 metri, largo 50 e alto 60, mente l'altro ha una cima alta 100 metri ed e' lungo circa 300.Si muovono ad una velocita' di circa 2 km/h e sono gia' alla distanza minima raggiunta da un iceberg in 75 anni.

IL CERVELLO E' DANNEGGIATO DAGLI INQUINANTI

Fra gli effetti ci sono l'autismo e il ritardo mentale

(ANSA) - ROMA, 8 NOV - I composti chimici inquinanti creerebbero problemi di sviluppo al cervello, portando a disturbi come l'autismo o il ritardo mentale. E' l'allarme lanciato dai ricercatori della Harvard School di Boston, che hanno stilato la lista delle sostanze potenzialmente tossiche, finora composta da 202 voci ma non esaustiva. La preponderanza di disturbi del sistema nervoso non e' casuale poiche' sin dalla fase fetale il cervello e' vulnerabile e basta poco per corrompere il suo naturale sviluppo.

LA NEVE SI SCIOGLIE ANCHE NELLE PIU' ALTE CIME

Kilimangiaro: addio neve?
(Corriere Tv)

 

Si sta sciogliendo a causa dell'effetto serra. E' allarme!

 

 

CRESCE LA TEMPERATURA DELL'AFRICA

ROMA - Africa sempre piu' calda. In un secolo la temperatura sul Continente ha registrato un aumento di 0,7 gradi mentre per il futuro si prevede un incremento tra 0,2 e 0,5 gradi per decennio nei prossimi 100 anni. L'Sos è stato lanciato dal Wwf in un rapporto reso noto in occasione dell'apertura della 12/a Conferenza sui cambiamenti climatici (Co12) e del 2/o meeting delle parti sul Protocollo di Kyoto (Mop2) a Nairobi (fino al 17 novembre). 
E l'associazione avverte: "I cambiamenti climatici possono costituire un freno al miglioramento degli standard di vita medi in Africa". "Lo stato della scienza - si legge nel rapporto - mette in evidenza che la temperatura in Africa ha subito un aumento di 0,7 gradi nel secolo scorso, ma che nel prossimo si prevede un innalzamento tra 0,2 gradi e 0,5 gradi per decennio. Se i trend di aumento fossero confermati, l'impatto sulle comunità rurali dell'Africa orientale sarebbe particolarmente dannoso". 

L'ATMOSFERA DI TITANO COME QUELLA DELLA TERRA PRIMITIVA

A un anno e mezzo dalla spettacolare discesa della sonda europea Huygens sulla più grande luna di Saturno, Titano, i dati raccolti dal veicolo dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) continuano a sorprendere: dalle ultime analisi fatte dalle università del Colorado e dell'Arizona, pubblicate sulla rivista dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, PNAS, risulta che l'atmosfera di Titano è molto simile a quella che esisteva sulla Terra primitiva e che, come l'atmosfera terrestre, potrebbe essere un ambiente ideale per la formazione di molecole alla base della vita. 

DISASTRO AMBIENTALE E OLOCAUSTO ANIMALE

La Terra divorata
(Arcoiris Tv)

Video documentario sull'impatto ambientale generato dal consumo di alimenti di derivazione animale, sull'insostenibilità del processo in atto. Un video sulla sofferenza negli allevamenti e sulle atrocità nei macelli.

Marina Berati

 

 

FONTI RINNOVABILI, FUSIONE FREDDA, CAMBIAMENTI CLIMATICI

-Energia: la sfida delle fonti rinnovabili
-Clini e Caracciolo: cambiamenti climatici
(Repubblica Tv)
-Rubbia: rapporto 41, la fusione fredda
(RaiNews24)

PESCE AL MERCURIO

ALLARME DELLE ASSOCIAZIONIDEI CONSUMATORI
L'ALIMENTO PIU' AMATO DAGLI  ITALIANI E' INQUINATO

Roma, 20 Ottobre 2006. Mangiate pesce, invitano i dietologi. Gia', c'e' pero' un piccolo problema: il pesce e' inquinato dal mercurio. Questo elemento viene rilasciato da fonti naturali e da quelle artificiali come gli impianti industriali. Nell'acqua il mercurio subisce l'attacco dei microbi e si trasforma in un suo derivato, il mercurio metilico (metilmercurio) che i pesci assorbono dall'acqua e dagli alimenti e che si accumula nei tessuti.

IL RISO BAYER OGM E' ARRIVATO ANCHE IN ITALIA

La notizia più preoccupante (ma anche per noi prevedibile) degli ultimi mesi è stata quella della commercializzazione in Europa di riso ogm. Si tratta di due distinti eventi: il primo riguarda la scoperta da parte di Greenpeace e Friends of the Earth di riso transgenico proveniente dalla Cina e venduto illegalmente da centri di ricerca autorizzati ad utilizzarlo solo per test sperimentali. Le due organizzazioni ecologiste hanno trovato cinque prodotti contaminati durante una serie di test di laboratorio effettuati su alimenti venduti in Gran Bretagna, Germania e Francia. Il secondo evento riguarda una varietà di riso transgenico prodotta dalla Bayer, l’ L1 Rice601, proveniente dagli Stati Uniti  ed illegalmente messo in vendita nei supermercati europei . in quanto non approvato per il consumo umano o per la coltivazione in alcuno degli Stati Membri. 

L'AUTO ECOLOGICA TUTTOFARE

di DANIELE SPARISCI
(da la Repubblica.it)

Le batterie si ricaricano con pannelli solari ed energia catturata dal vento con una turbina eolica

 

In nome dell'ecologia arriva l'auto tuttofare. La ricarichi con i pannelli solari sul tetto, la attacchi alla presa della corrente e addirittura catturi l'energia del vento con una turbina eolica. In poche parole, la benzina è solo un lontano ricordo. Si chiama Ecletic e porta la firma del carrozziere francese Venturi, davvero coraggioso nel mettere in discussioni i dogmi dell'industria automobilistica: questo è, infatti, il primo veicolo al mondo completamente autosufficiente, capace di accumulare energia anche quando è più fermo del traffico in tangenziale.
Grazie ai due metri quadri di celle fotovoltaiche, la Ecletic guadagna sette chilometri in più in autonomia, ai quali se ne aggiungono altri quindici generati dalla pala eolica che spunta dalla coda. E per chi non abita in un canyon o su spiagge assolate, c'è pur sempre il motore elettrico che si ricarica in cinque ore e arriva a coprire una distanza di 50 chilometri. La velocità, invece, è controllata elettronicamente per renderla ancora più parsimoniosa, ed per questo che la vettura non supera i 50 km orari.

PERCHE' GLI OGM TRA NOI?

Il Comitato Scientifico EQUIVITA tiene a sottolineare come la grande diffusione degli Ogm si sia ottenuta, fino ad oggi, per mezzo di menzogne e procedure illegali che stanno diventando ogni giorno più evidenti.

Due delle più recenti dimostrazioni di ciò sono:

1) Il disastro economico che le coltivazioni di cotone Bt ha generato nei paesi in cui oggi è diffuso: attualmente il cotone Bt copre il 25 per cento della produzione mondiale. In Cina, ad esempio, dopo sette anni i parassiti sono aumentati in maniera tale da richiedere un uso di pesticidi assai maggiore di prima e da ridurre dell’8% il guadagno degli agricoltori, come riportato da un articolo di Le Scienze on line (26/07/06) su di uno studio fatto dalla Cornwell University.
In India, invece, i danni economici sono stati di portata tale da causare il suicidio di 40.000 piccoli agricoltori (Corriere della Sera 21/08/06).

2) La recente scoperta di riso Ogm illegale nei prodotti cinesi venduti in Europa. Il riso contenuto in questi prodotti non aveva avuto approvazione commerciale, proprio perché sospetto di produrre allergie.
Va osservato che la contaminazione è in molti casi cosciente e voluta, ma che essa è anche pressoché inevitabile dal momento che gli stessi campi sperimentali possono esserne causa.

L’uso degli Ogm in agricoltura si è dunque dimostrato un fallimento, sia sul piano economico, che ambientale e sociale. EQUIVITA si augura che si giunga ad una revisione totale delle leggi che hanno consentito la loro diffusione, a partire da quelle sulla brevettabilità del patrimonio genetico del pianeta.

Comitato Scientifico EQUIVITA
Tel. +39.06.3220720, +39.335.8444949
email: equivita@equivita.it, www.equivita.org

STRATEGIE ENERGETICHE E CONSEGUENZE ECONOMICHE, AMBIENTALI, SALUTISTICHE

-video Intervento di: Corrado Clini
Direttore Generale Ministero Ambiente

Parma, Palazzo Soragna
Convegno "ENERGIA E CARO PETROLIO"
(durata: 27,05 min.)

Parma, 15 febbraio 2006

Autore, regia, riprese e montaggio:
Luigi Boschi
Postproduzione:
Arcoiris
Produzione:
Florance

 

CARO PETROLIO E POLITICHE ENERGETICHE ALTERNATIVE

-Intervento di: Gaetano Benedetto - WWF Italia
 
Parma, Palazzo Soragna.
Convegno:
"ENERGIA E CARO PETROLIO"

"Perché in Italia, paese in espansione edilizia, si continua a costruire senza l'obbligo dell'efficienza energetica?
Perché l'80% degli investimenti è su opere a lunga percorrenza, quando 80% delle persone si muove nell'arco di 50 km?
Perché non si interviene nell'efficienza della mobilità a breve? Che fine hanno fatto i piani urbani del traffico?
Se avessimo dato le risorse economiche non per la rottamazione, ma per incentivare la sostituzione con auto a metano e GPL, avremmo avuto più occupazione, una migliore qualità ambientale, meno inquinamento, un saldo energetico nettamente più positivo.
Vi pare possibile che in Italia manchi il piano energetico nazionale?" (durata: 22,16 min.)

Parma, 15 febbraio 2006

Autore, regia, riprese e montaggio: Luigi Boschi
Postproduzione: Arcoiris
Produzione: Florance

 

RIFIUTI E ENERGIA

Non mi addentrerò in aspetti tecnici, non ne ho le competenze, cercherò invece di ipotizzare indirizzi strategici per la politica e l'amministrazione di questo territorio. E' la politica, infatti, che deve valorizzare il pensiero scientifico, fonte, per ricaduta, del processo economico e di capitale cognitivo diffuso. Se trasformare energia significa passaggio da uno stato ad un altro, in politica, occuparsi di energia è pensare a modelli eticamente sostenibili e renderli praticabili. Il nostro movimento si è sempre adoperato per liberare energie represse, saperi sepolti, progettualità utopica. Potenzialità spesso considerate marginali, depotenziate volutamente, ridotte, a volte, a rifiuti. Si preferisce d'altra parte l'energia immediata, quella economico finanziaria, l'energia pronta da bruciare, capace di generare grandi ricchezze concentrate e rilasciare rifiuti sottoforma di povertà incrementali distribuite nel mondo.

Piazze e Spiazzi, Parco o Giardino Pubblico?

La recente sistemazione a giardino dell'ex Parco Ducale porta inevitabilmente a delle considerazioni sul lavoro eseguito e sulla volontà di una Amministrazione che non ha verificato con la città la scelta praticata, imponendo quindi un indirizzo non condiviso anche perché a molti sconosciuto, ma, come da usanza di questa Amministrazione in carica, una semplice verifica con le associazioni delegate. Se non rappresenti un consenso, da semplice cittadino non conti nulla per questo sindaco, non hai nemmeno il diritto di essere ricevuto, pur sostenendo progetti o cause di interesse collettivo.

Un delegato politico che parla con altri delegati, non si sogna di verificare le proprie scelte con la cittadinanza. Scelte mai scritte in nessun programma, semmai utilizza modalità di comunicazione propagandista tipica della cultura di regime.
Di fatto è stato praticato un cambio di destinazione ad un ambiente che la città desiderava risistemato, con la ristrutturazione delle opere interne così come degli edifici presenti, dei viali e dei sentieri, cosa che è stata eseguita, apprezzata e gradita, ma non doveva essere stravolto nella sua identità di parco.

Stessa sorte di intervento impositivo, con pessime soluzioni questa volta urbanistiche e d'arredo urbano, è  toccata a Piazzale Picelli  deturpato e trasformato in uno spiazzo assolato, e in particolare a Piazzale Boito il cui fascino Decò decadente è stato completamente alterato. Qui la stretta vasca della  nuova fontana (che in scala ridotta cerca di scimmiottare quella di Botta in Pilotta) è incapace di raccogliere l'acqua che fuoriesce dagli zampilli se spinta ad  una altezza dignitosa.

Ma torniamo al nostro parco, in breve la storia.

Condividi contenuti