Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Benessere e Salute

Benessere e Salute: informazioni e opinioni su ricerca scientifica medica, ospedali, sanità, malattie, farmaci, integratori, luoghi per cure, strutture benessere, stili di vita e consumi. Con il contributo di redattori volontari che possono inviare i loro scritti a luigiboschi@gmail.com

BEVIAMO AL BENZENE "che fa bene..."

(Il Salvagente.it) Ormai è certo. Nelle bevande analcoliche vendute in Italia c’è benzene. A piccole dosi, il noto cancerogeno accompagna ogni sorsata di aranciate, limonate, bevande al pompelmo. Impossibile stanarlo a colpo d’occhio o a naso: finché si resta nella modica quantità, il solvente è inodore e insapore, coperto com’è dal gusto dolce e intenso della bibita. Come abbiamo spiegato nella prima inchiesta, un mese fa, il benzene non viene aggiunto volontariamente dai produttori, ma si può sviluppare dalla reazione tra il conservante benzoato di sodio (E 211) e l’acido ascorbico (vitamina C), due ingredienti molto comuni nelle bibite, come ha dimostrato il nostro campionamento, che a metà settembre ha trovato sugli scaffali del supermercato ben 15 bottiglie “sospette”.

LA PROTEINA CHE REGOLA IL PESO

Si chiama SH2B1 e la sua assenza genera problemi di obesita'

(ANSA) - ROMA, 29 GEN - Una singola proteina nelle cellule cerebrali, la SH2B1, ricopre un ruolo chiave nella regolazione del peso corporeo. Questa la scoperta dei ricercatori del Michigan, che hanno dimostrato come azzerando l'attivita' della proteina nell'ipotalamo di alcune cavie, ovvero nella parte del cervello che coordina i segnali sul cibo, gli animali diventino obesi, diabetici e incapaci di smettere di mangiare, ed e' solo il ripristino della molecola a far sparire questi disordini.

CALVIZIE: NUOVA TECNICA

Risultati positivi con riproduzione papille del bulbo

(ANSA) - MILANO, 27 GEN - Una nuova tecnica sulla calvizie promette risultati positivi con la coltura e la riproduzione delle papille dermiche del bulbo capillare. Sono stati presentati a Milano i risultati della ricerca svolta in Inghilterra dal dermatologo dottor Farjo. 'La particolarita' di questa tecnica - sostiene il dermatologo - molto meno invasiva di altre, consiste nella capacita' di trattare e moltiplicare contemporaneamente molte cellule, attingendo a un serbatoio potenzialmente illimitato di follicoli'.

NUOVA CURA PER COMBATTERE L'INSONNIA

Uno studio svizzero apre la strada a nuovi farmaci per indurre il sonno con minori effetti collaterali

(Repubblica.it) ROMA - Combattere l'insonnia partendo dal problema opposto: la narcolessia, la malattia che fa addormentare improvvisamente, senza alcun preavviso. Proprio da questo disturbo contrario potrebbe arrivare una nuova cura per chi passa le notti in bianco, più efficace e con minori effetti collaterali rispetto a quelle attualmente disponibili.
Lo dimostra uno studio svizzero pubblicato su Nature Medicine. L'esperimento, condotto dal gruppo di François Jenck nei laboratori della Actelion Pharmaceuticals di Allschwill, ha studiato i disturbi del sonno sui topi, cani e uomini. I ricercatori hanno scoperto che disattivando i recettori di una molecola che regola la veglia, l'orexina, è possibile indurre il sonno.

OLIO E SALUTE

di Alberto Grimelli

(Teatronaturale.it) L'olio è un alimento che da alcuni anni ha trovato il suo indiscusso imprimatur grazie alle sue proprietà nutrizionali e salutistiche.
L'olio d'oliva non fa miracoli ma è un alimento funzionale alla prevenzione di molte patologie se prodotto con criteri che ne mantengano intatte le qualità e ne esaltino le proprietà. olio e salute
“Olio e Salute” introduce quindi a un percorso virtuoso che mette in relazione i cibi della tradizione mediterranea con la salute.
Ma parlare di olio extra vergine di oliva significa anche affrontare un mondo molto complesso. Sono tante le varietà di oli, con caratteristiche diverse, che fanno la differenza in fatto di qualità.
Da un’attenta lettura di questo lavoro di Antonio Ricci potrete cogliere perché l’olio extra vergine d’oliva ha un ruolo così importante nella prevenzione di malattie dell’apparato digerente, di tipo cardiovascolare, arteriosclerosi, osteoporosi, nella cura della pelle e in tante altre patologie.

ITALIANI INSODDISFATTI DEL SERVIZIO SANITARIO

(AGI) - Roma, 25 gen.- Il 52% degli europei contro il 30% degli italiani ha un'opinione positiva dell'organizzazione del proprio sistema sanitario. Il 65% degli europei e il 75% degli italiani si dichiara pronti a farsi curare all'estero per beneficiare di servizi e trattamenti sanitari migliori e piu' avanzati tecnologicamente mentre il 63% degli europei contro il 76% degli italiani giudica insoddisfacente la cura e l'assistenza agli anziani e alle persone non autosufficienti erogata dallo stato.
  Questi alcuni dei dati registrati nel "Primo Barometro Internazionale sulla Salute", commissionato da Europ Assistance che fotografa aspettative e preoccupazioni di cinque paesi europei nei confronti dei rispettivi sistemi sanitari.

COME OTTIMIZZARE LA SCELTA VEGANA

Così risponde la scienza

(L'Espresso.it) Come arricchire una dieta vegetariana per renderla perfetta?
È dimostrato che consumando quotidianamente sufficienti porzioni di una varietà di frutti, legumi, cereali e verdure è possibile ottenere tutti gli elementi, le proteine e le vitamine che ci occorrono, tranne due: la vitamina D (foto sotto), che in parte sintetizziamo da soli esponendoci al sole, e la vitamina B12, presente in carne, uova e latticini. Se si evitano del tutto i prodotti animali, quindi, è necessario assumerle con integratori alimentari. Per pianificare la dieta in modo corretto, è opportuno consultare testi specializzati o esperti della materia. In Italia esistono diverse società dedicate, fra cui la Società scientifica di nutrizione vegetariana.

ALIMENTAZIONE VEGETARIANA

di Daniele Fanelli

Una tavola ricca di proteine espone a malattie cardiache, diabete, cancro. La scienza scopre l'elisir di lunga vita nella dieta più vecchia del mondo: la vegetariana

(L'Espresso.it) Ci sono voluti anni di ricerche, ma finalmente sembra che la scienza abbia scoperto una cura quasi miracolosa, che rende le persone più magre, più belle, e più sane. Una cura che allunga la vita, proteggendo da infarto, arteriosclerosi, diabete, cancro, allergie e molte altre malattie. Non ha effetti collaterali, può essere fatta da tutti e non costa niente, anzi fa risparmiare. Perché prevede solo di rinunciare alle proteine animali.

E PER CHI PENSA DI AVERE UN FEGATO ESEMPLARE...

Un organo «centrale» in tutti i sensi... Il fegato, collocato più o meno al centro del nostro corpo è un organo «impari», cioè non è presente in due copie, come per esempio i reni o i polmoni. Ciò significa che dobbiamo cercare di conservarcelo il più possibile sano e funzionante, perchè non ci sono «riserve in panchina» pronte a farsi carico dell suo lavoro, che è assoltamente fondamentale per la nostra vita. Il fegato, infatti, è al centro del metabolismo ed essendo deputato a «disintossicare» l'organismo, è esposto a una gran varietà di insulti e quindi è uno dei più frequenti organi danneggiati del corpo. Le malattie del fegato, nelle loro varie manifestazioni, colpiscono il 5-6% delle popolazioni in Europa e in America e oltre il 15% degli abitanti di Asia, Africa, Sud America. Nel nostro Paese, così come in Russia, la percentuale di malati si pone a metà strada e arriva a circa il 10%.

RIMANDARE FA MALE AL PORTAFOGLI E ALLA SALUTE

(Pensiero.it) “Non rimandare a domani quello che potresti fare oggi” dice il vecchio adagio . Ma pare che non funzioni proprio così, almeno per la maggior parte delle persone, con conseguenze negative sulla salute, sul benessere e sulla felicità. Uno studio della University of Calgary, in Canada, spiega perché l’abitudine di rimandare sia in costante crescita e come questa influisca sulla vita quotidiana.
Ciò che più distoglie dal proprio dovere sono le tentazioni: tutte quelle invitanti e non indispensabili attività che sono a portata di mano. Nell’era della tecnologia per tutti queste attività si sono moltiplicate, basta pensare al tempo che si perde giocando al solitario o al campo minato sul computer, controllando continuamente l’email o il cellulare.

YOGA E SALUTE

L'insegnamento dello yoga si fonda su una complessa e precisa comprensione del funzionamento del corpo e della mente dell'uomo sano

(www.lifegate.it) Lo yoga lavora sistematicamente sul ciclo della digestione, della respirazione e della circolazione che nutrono e servono le cellule dei tessuti e il sistema di comunicazione dei nervi e degli ormoni, che riequilibrano e regolano le reazioni fisiche, emozionali e mentali.
Molte delle malattie e dei cali di vitalità di cui soffriamo derivano da lunghi periodi di disfunzione dell'organismo dovuti alla sottoutilizzazione o alla mancata stimolazione di funzioni vitali.
Il principio su cui si basa lo yoga è che il movimento non ha lo scopo di sviluppare i muscoli esaurendo le nostre energie, ma di stirarli delicatamente tonificando il corpo.

RIDERE FA DIMAGRIRE!

Studio, risata aumenta il battito cardiaco e impegna muscoli

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Il riso abbonda sulla bocca dei magri: ridere 15 minuti al giorno puo' permettere di perdere in un anno oltre due chili. E' l'inebriante suggerimento per rimanere in forma offerto da uno studio pubblicato sull'International Journal of Obesity dell'Universita' del Tennessee. Ridere aumenta il battito cardiaco e impegna molti muscoli, cosi' la risata puo' avere lo stesso effetto di una sana camminata. Quindici minuti di sane risate richiedono dalle 10 alle 40calorie.

L'OSPEDALE DEL FURURO: ORIGINI, EVOLUZIONE, PROSPETTIVE

Elio Guzzanti
Direttore Scientifico, IRCCS Associazione Oasi Maria SS, Troina (Enna).

(Pensiero.it) Riassunto. Le origini dell’ospedale moderno risalgono agli inizi del XX secolo, a seguito degli sviluppi nel campo dell’anestesia, del controllo delle infezioni e delle scienze e tecnologie mediche. Nonostante i continui cambiamenti nel settore sanitario e i progressi della medicina specialistica, i costi sempre crescenti dell’assistenza medica nonché l’invecchiamento della popolazione e i pazienti sempre più esigenti richiedono nuove soluzioni. In molti casi, i servizi di assistenza primaria possono trattare i casi meno complessi di malattie acute e di infortuni, praticare la chirurgia ambulatoriale e fornire l’assistenza intermedia – per esempio assistenza domiciliare o residenziale – in luoghi più accessibili ai pazienti e alle famiglie.

MANGIARE DI TUTTO? MA MI FACCIA IL PIACERE!

(Veganitalia.com) Secondo i nutrizionisti dei più noti canali televisivi per stare in buona salute, e risolvere i problemi della cattiva alimentazione, (che stanno diventando vere e proprie epidemie e che giornalmente mietono più vittime di tutte le guerre in atto) è sufficiente “mangiare di tutto, ma… con moderazione”.
Cioè si può, anzi si deve, consumare carne, pesce, affettati, fritti, burro, bere bibite gasate, ecc.: praticamente tutto ciò che consuma la stragrande maggioranza della gente e che è universalmente riconosciuto come causa di patologie, ma… “con moderazione”. E quando, loro malgrado, sono costretti ad affrontare il tema del vegetarismo allarmano la gente facendo credere che per essere vegetariani è necessario non improvvisarsi, essere esperti in materia, conoscere il valore dei nutrienti per non incorrere a carenze di vario tipo e che occorre consumare prodotti animali almeno due-tre volte alla settimana: a quali carenze andrebbe incontro l’individuo non lo dicono, perché dovrebbero arogomentare scientificamente le loro affermazioni per confutare la realtà dell’ottima salute dei tanti vegetariani, tra questi anche personaggi noti.

LE RICERCHE SPONSORIZZATE SONO AFFIDABILI?

(Veganitalia.com) I grandi marchi dell'alimentazione sono sempre più sensibili a quello che l’Economist chiama in un recente servizio il wellness (benessere), avendo intuito che il salutismo, oltre a essere eticamente lodevole, paga anche. Contemporaneamente sono sempre più attivi nella produzione di ricerche tese a individuare le correlazioni esistenti tra consumo di cibo e bevande ed effetti collaterali sulla salute. Ma l’inevitabile occhio di riguardo nei confronti del marketing non sempre garantisce l’obiettività. Ne parla il Corriere.it, in un articolo firmato da Emanuela Di Pasqua, citando un’indagine del giornale medico online Plos Medicine (www.plosmedicine.com), condotta su 206 articoli comparsi su riviste del settore. Indagine che ha rivelato che più della metà delle pubblicazioni erano basate su studi in parte o del tutto sponsorizzati dalle industrie produttrici di bibite, succhi di frutta e latte. Inoltre le conclusioni alle quali giungevano erano da quattro a otto volte più portate a non individuare controindicazioni al consumo rispetto alle indagini indipendenti.

NELLE SCUOLE DI ROMA FRUTTA AL POSTO DELLE MERENDINE

(Veganitalia.com) In sei scuole della Capitale presto ci sarà frutta al posto di merendine nei distributori automatici. Si comincerà da questo mese con un «progetto pilota», finanziato dalla Regione, che riguarderà sei scuole romane: tre medie e tre superiori. L'unica certa per ora è l'Istituto Agrario Sereni di via Prenestina dove gli studenti, nelle ore di lezione, coltivano i campi circostanti producendo frutta e verdura.
Il progetto, passato il periodo di sperimentazione, si estenderà anche ad altre scuole. L'idea è dell'assessorato regionale all'Agricoltura guidato da Daniela Valentini, lo scopo è quello di incentivare, e incoraggiare, il consumo di frutta sana come quella biologica. Un'iniziativa che, sicuramente, piacerà di più alle mamme con figli sempre più in carne e vicini all'obesità per un'alimentazione sbagliata.

LA CAFFEINA NELLE BIBITE CAUSA OBESITA'

(Veganitalia.com) La caffeina presente nelle bibite ne accresce la dipendenza e aggrava l'obesità infantile. Lo ha dimostrato uno studio australiano pubblicato in questi giorni.

Gli scienziati hanno esortato le autorità a vietare la vendita di tali bevande ai minorenni. Lo studio dell'Università di Melbourne, pubblicato sulla rivista Appetite, ha dimostrato che la caffeina nelle bibite non ne modifica il gusto e crea dipendenza e irritabilità nei bambini. C'è' infine una relazione tra consumo di bibite e obesità infantile. (18/01/2007)

FORMAZIONE PER MEDICI DI FAMIGLIA

Un incontro promuove nuova figura di professionista salute

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - Un documento del Tavolo della Medicina Generale propone la promozione e il rafforzamento della formazione dei medici di famiglia. Il risultato e' venuto da una riunione a Roma su iniziativa della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG), che ha riunito per la prima volta organizzazioni sindacali e scientifiche del settore. La proposta e' una sfida per fare del medico di famiglia un professionista della salute che si occupi anche di insegnamento, formazione e ricerca.

SAZI DA GOMMA

La metteranno a punto dei ricercatori inglesi

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - Combattere i chili di troppo semplicemente masticando un chewing-gum. Un sogno per chi e' in sovrappeso, e che presto diventera' realta'. Alcuni ricercatori inglesi dell'Imperial college of London hanno vinto un premio di 2,2 mln di sterline per sviluppare una gomma da masticare o uno spray nasale 'taglia-appetito', basati su un ormone 'regola-fame': il polipeptide pancreatico, secreto dal pancreas alla fine di un pasto, invia un segnale al cervello in cui gli dice che lo stomaco e' pieno.

AIDS: 530 MILA BAMBINI COLPITI NEL 2006

Rapporto Unicef, in maggioranza malattia trasmessa da madre

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Nel 2006, 530mila bambini under 15 sono stati colpiti dal virus Hiv, la maggior parte dei quali sono neonati contagiati dalla propria madre. La meta' di essi morira' entro i due anni, dato che solo un bimbo su 10 accede a terapie antiretrovirali. Lo rileva il rapporto dell'Unicef su "Bambini ed Aids" per il quale e' fondamentale la prevenzione del contagio alla nascita. Il rapporto segnala comunque forti progressi, compreso il drastico calo dei prezzi dei farmaci per bambini negli ultimi mesi.

STRESS E LAVORO

Salute: malato di stress il 30% dei lavoratori. L'Università di Milano sperimenta programma relax in pausa pranzo.

(Adnkronos.com) Milano. Non solo calo produttivo e disagio psicologico. Anche malesseri fisici 'specchio' di una vera e propria sindrome: dal mal di testa ai dolori di stomaco, dall'insonnia alle difficoltà digestive, dal colon irritabile a episodi di tachicardia e picchi di pressione alta con seri rischi per la salute del cuore. Sono solo alcuni dei molti sintomi dello 'stress da ufficio', che secondo statistiche europee valide anche per l'Italia colpisce circa il 30% di tutti i lavoratori.Ma dalla penisola arriva ora la proposta di una tecnica di intervento che promette di salvare mente, cuore e rendimento: trasformare la pausa pranzo in una 'scuola di benessere', con un programma specifico fatto di lezioni ad hoc, dieta sana in mense 'amiche' della salute, attività fisica in palestra e allenamento al relax.

MARGARET CHAN: "ECCO LA MIA OMS"

(Pensiero.it) All’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è iniziata l’era di Margaret Chan, eletta da qualche settimana nuovo direttore generale. La Chan, di nazionalità cinese, è stata dal giugno del 2005 al luglio del 2006 direttore della Communicable Diseases Surveillance ed è uno dei massimi esponenti della task force dell’OMS contro l’influenza aviaria. In un’intervista diffusa alla stampa Margaret Chan esprime le sue priorità, il programma che intende attuare durante il suo mandato e la sua visione del ruolo dell’OMS.

OBESITA'

(ANSA) ROMA - L'obesità può essere legata alla flora batterica e può essere anche 'contagiosa', almeno quando ci sono di mezzo i batteri che costituiscono appunto la flora intestinale. E' quanto scoperto da due studi, entrambi pubblicati sulla rivista Nature, i quali dimostrano che a seconda della flora intestinale che alberga nel nostro intestino siamo più o meno inclini all'obesità, e che trasferendo la flora di topolini obesi nell'intestino di topolini magri questi ultimi ingrassano pur non cambiando tipo di alimentazione.
Gli studi sono stati diretti dall'equipe di Jeffrey Gordon della Washington University School of Medicine di St Louis. L'obesità ha raggiunto dimensioni epidemiche nei paesi occidentali e, oltre alle errate abitudini di vita e una dieta eccessiva, alcuni ricercatori sostengono che il sovrappeso possa essere almeno in parte imputabile anche al tipo di flora batterica presente nell'intestino.

CONTRO I TUMORI POMODORO E TE' VERDE

(ANSA) GENOVA - Farmaci a bassi dosaggi abbinati a concentrati di elementi attivi presenti in alimenti come il pomodoro e il té verde: è la nuova frontiera della prevenzione dei tumori su cui l'ospedale Galliera sta facendo delle sperimentazioni in partnership con il National Cancer Institute, che oggi ha inviato una delegazione a Genova.

"La filosofia è provare farmaci sicuri sul piano tossicologico, poco costosi e possibilmente fuori brevetto - ha spiegato Andrea Decensi, direttore del reparto di Oncologia medica del Galliera e referente del National Cancer Institute americano (Nci). "Ad esempio - ha aggiunto - dal 2004, con uno studio finanziato dalla Lega per la lotta dei tumori e l'Airc, che speriamo possa continuare con il finanziamento dell'Nci, abbiamo sperimentato il bicalutaminde (un antiandrogeno) su un'ottantina di persone a rischio di cancro alla prostata, vale a dire con i marcatori del Psa (antigene prostatico specifico) alti, ottenendo risultati molto promettenti".

FINTI MAGRI

(ANSA) LONDRA - I finti magri esistono davvero, ma anziché vantarsi di riuscire a rendere invisibile il proprio adipe, dovrebbero preoccuparsi per la loro salute. E' quanto afferma un team di medici britannici che per la prima volta ha usato la risonanza magnetica per calcolare la massa di grasso che le persone accumulano all'interno del proprio corpo e che ha così scoperto che circa il 40% della gente si può classificare come "magra fuori, grassa dentro".

Secondo Jimmy Bell, del Medical Research Council dell'Imperial College di Londra, questo "grasso nascosto" avrebbe un certo peso nello sviluppo di malattie cardiovascolari e diabete. "Il messaggio importante è che la gente non dovrebbe essere contenta solo perché è magra: la questione non è apparire magri o in forma, è essere sani. Si può sembrare magri, ma avere molto grasso accumulato internamente che può avere un effetto negativo sulla salute", ha detto il ricercatore. Bell ed il suo team avevano iniziato ad usare uno scanner a risonanza magnetica per misurare il grasso interno nell'ambito della loro ricerca sul diabete di tipo 2, ovvero quello associato all'obesità.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti