Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Giochi Sport

Giochi e Sport: informazioni e opinioni di giochi e sport. Con il contributo di redattori volontari che possono inviare i loro scritti a luigiboschi@gmail.com

Brexit, rivoluzione in Premier: arriva il tetto agli stranieri

L'uscita della Gran Bretagna dall'Ue comporterà importanti cambiamenti anche nel massimo campionato dove si vuole abbassare il limite dei giocatori non inglesi per squadra da 17 a 12. Attualmente sono ben 13 i club sopra la soglia limite, tra i quali Manchester City, Tottenham, Liverpool, Chelsea, Arsenal e Manchester United 

LONDRA - Rivoluzione in arrivo in Premier League dove, l'avvento della Brexit, avrà ripercussioni anche sul mondo del pallone. La federcalcio inglese, infatti, per affrontare l'uscita dall'Ue della Gran Bretagna e far aumentare il numero dei giocatori cresciuti nel settore giovanile, chiederà ai club una riduzione del numero di stranieri da 17 a 12.

POCHI INGLESI - Se gli stranieri nel campionato italiano vi sembrano tanti, nella massima serie inglese 13 club hanno più della metà di giocatori non inglesi. I campioni d'Inghilterra hanno ben 17 calciatori stranieri, così come il Tottenham. 16 per Liverpool e Chelsea, 15 per l'Arsenal, 14 per il Manchester United. Non solo le big, anche Watford, Brighton e Huddersfield hanno 17 stranieri in rosa, 16 per Fulham e West Ham, 14 Newcastle, 13 il Leicester. Al momento solo sette club in Premier League rientrerebbero nei criteri chiesti dalla federazione: Wolverhampton e Crystal Palace col limite massimo, 12, Suthampton (11), Everton (10, Cardiff (7), Burnely (6) e l'inglesissimo Bournemouth con appena 5 stranieri.

Il Parmacalcio ritorna ai parmigiani

Marco Ferrari - Vicepresidente Parmacalcio

"Abbiamo assistito a una crescente difficoltà del socio cinese ad ottemperare con tempestività ai numerosi obblighi"

La voce circolava da tempo, alimentata dalla scarsa presenza dell'imprenditre cinese a Parma e da ritardi sul fronte degli investimenti promessi. Oggi sarà ufficializzata: il Parma calcio torna a parlare parmigiano. Jiang Lizhang saluta, i soci di Nuovo Inizio hanno attivato la clausola di riacquisto delle quote di maggioranza. Dopo soli undici mesi, Lizhang lascia il club. Parma-Lazio è stata la sua ultima partita da presidente. La riunione decisiva si è svolta alla presenza di Marco Ferrari, Pietro Pizzarotti, Giacomo Malmesi e Mauro Del Rio all'hotel Maria Luigia. Saranno dunque Marco Ferrari, Paolo Pizzarotti, Guido Barilla, Mauro Del Rio, Angelo Gandolfi, Gian Paolo Dallara e Giacomo Malmesi a guidare il club fino al termine della stagione. Nuovo Inizio ha dato vita al progetto di rinascita della squadra calcistica della comunità parmigiana nell'estate del 2015, ottenendo sul campo due promozioni consecutive con 61 vittorie, 26 pareggi e 16 sconfitte in un totale di 103 gare disputate tra serie D, Lega Pro, serie B e le varie competizioni come Coppa Italia, poule scudetto di D e playoff.

Parma-Cagliari 2-0 Highlights 22-09-2018

Parma, D’Aversa: “Gervinho? Colpito dalla sua umiltà, che fortuna averlo”
“Erano anni che non si vedeva un gol del genere”

Roberto D'Aversa è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per analizzare la vittoria maturata 2-0 tra le mura amiche per Tardini contro il Cagliari; ecco quanto dichiarato dall’allenatore del Parma:
“Gervinho? Erano anni che non si vedeva un gol del genere, siamo fortunati ad avere un giocatore così importante. Sono impressionato dalla disponibilità e dall’umiltà di Gervinho, ha capito bene la realtà Parma. Adesso a me interessa che cresca di condizione e che regga i 90 minuti. Lui fa una partita di sacrificio, gli piace svariare e superare l’uomo. Poi il resto della squadra sa che lui gode di una certa libertà. Complimenti a Gervinho e in generale alla squadra per il risultato raggiunto. Stiamo dando continuità nei titolari e questo lo si ottiene giocando sempre insieme. Poi nell’ultima settimana di mercato sono arrivati Inglese e Gervinho. Non dimentico giocatori importanti che sono rientrati dagli infortuni. Mi dispiace non aver schierato ancora Ciciretti, ma giocheremo ogni tre giorni e ci sarà modo”. 22 settembre 2018 

Fonte Link: http://www.itasportpress.it/serie-a/parma-daversa-gervinho-colpito-dallumilta-che-fortuna-averlo/?intcmp=parma-daversa

Il Parma vince al Meazza di San Siro contro l'Inter con un gran gol di Federico Dimarco


Inter-Parma 0-1


Marcatori: 34′ st Dimarco.

F.C: INTERNAZIONALE MILANO: Handanovic (cap.), Gagliardini, De Vrij, Keita (1′ st Icardi), Nainggolan, Dalbert, D’Ambrosio (26′ st Asamoah), Skriniar, Perisic, Brozovic, Candreva (14′ st Politano).

A disposizione: Padelli, Vecino, Ranocchia, Joao Mario, B. Valero, Miranda.

All.: Spalletti.

PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi (31′ st Sierralta), Stulac, Barillà, Gobbi (1′ st Dimarco), Di Gaudio (17′ st Deiola), B. Alves (cap.), Gervinho, Gagliolo, Rigoni, Inglese.

A disposizione: Frattali, Bagheria, Da Cruz, Ceravolo, Ciciretti, Gazzola, Siligardi, Sprocati, Bastoni.

All.: D’Aversa

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Sigg. Giorgio Peretti di Verona e Pasquale De Meo di Foggia. IV Uomo: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata. V.A.R: Sig. Gianluca Rocchi di Firenze. A.V.A.R.: Sig. Stefano Liberti di Pisa.

Note – Calci d’angolo: 10-1. Ammoniti: Stulac (P), Brozovic (I), D’Ambrosio (I). Recupero: 2’pt, 4’st.

Parma, 5 punti di penalizzazione nella prossima serie A. Due anni a Calaiò

Roberto D'Aversa allenatore del Parmacalcio1913

Sentenza emessa in data odierna dal Tribunale Federale Nazionale, Ingiustizia sportiva compiuta, ma la serie A è salva. La società farà ricorso in Appello. Una condanna eccessiva per i fatti veri. Rimanendo così, la salvezza dovrebbe essere a 45/50 punti. Ma speriamo che in Appello qualcosa venga modificato, non essendoci un riscontro oggettivo per il tentato illecito, sia per la totale estraneità della Società, sia per il calciatore. Il Parma ha meritato la Serie A sul Campo con un percorso sportivo straordinario in tre anni. LB

Parma, Serie A a rischio. E la Procura chiede 4 anni di squalifica per Calaiò

Tifosi parmacalcio

Questa non può chiamarsi Giustizia sportiva!! Ma soprusi di una Procura. Mi ricorda il film DOGVILLE. Una vergogna. Aspettiamo ora la sentenza che vogliamo sperare voglia prendere in considerazione i fatti sportivi del campo e non sciocchezze /o ingenuità di una persona Calaiò che non ha prodotto alcun danno e non ha alterato nulla, né tentato di corrompere alcuno. Una richiesta sproporzionata, sia per la società, sia per il calciatore. Semmai si esamino meglio le gestione di Zamparini a Venezia e a Palermo. O si vorrebbe usare il Parma calcio per altri scopi, non certo di giustizia sportiva che, forse, diventa strumento per altri interessi. 
Nemmeno l'ingiustizia sportiva toglierà al Parma Calcio l'impresa storica che si vorrebbe infangare. Da sportivo e non da tifoso, voglio credere ancora che prevalga, alla fine, la verità. E dopo questo tentato scippo sarà ancora più grande la scalata dalla D alla A in 3 anni consecutivi: "Come noi, nessuno mai". Sono convinto che il Parma giocherà in serie A il prossimo campionato. Lo ha sancito il campo. LB

CARRA: “TENTATO ILLECITO? SCONVOLGENTE. NESSUNO POTRA’ SOTTRARCI LA SERIE A”

Parma, 20 giugno 2018 – Il Parma Calcio 1913 comunica di aver ricevuto questo pomeriggio la comunicazione della conclusione delle indagini da parte della Procura Federale nei confronti del proprio tesserato Emanuele Calaiò (a cui viene contestata la violazione dell’art. 7, commi 1 e 2, del C.G.S) e conseguentemente della società (a cui viene contestata la violazione dell’art.7, comma 2, e art.4, comma 2 del C.G.S.).

A tale proposito, l’Amministratore Delegato Luca Carra ha dichiarato:

“Dopo giorni di indiscrezioni sui media e una mattina trascorsa da “deferiti a nostra insaputa” il Parma Calcio ha finalmente ricevuto l’avviso di chiusura indagini per i messaggi inviati da un nostro tesserato ad un suo ex compagno di squadra prima della partita Spezia-Parma, gara che ha sancito il nostro ritorno in Serie A. Questa è una società che dal primo giorno ha misurato ogni parola. Il mandato affidatomi da primari investitori italiani e stranieri è chiaro: moderare i toni ed evitare polemiche sterili. Ma di fronte a questo, non possiamo – a nome di tutta la società e di tutta la proprietà – rimanere in silenzio“.

Il Parma è tornato in Serie A

Parma festeggia in campo il ritorno alla serie A

Dalla Serie D alla Serie A in tre anni. Grande impresa del Parmacalcio1913!
Nell'ultima giornata la squadra di D'Aversa vince 2-0 sul campo dello Spezia, mentre il Frosinone pareggia con il Foggia 2-2: all'89' il Foggia realizza il 2-2 sul campo del Frosinone: reti di FLORIANO (44° 2T) MAZZEO (35° 1T) mentre per il Parma segna CERAVOLO (11° 1T) e CICIRETTI (16° 2T).
Una promozione sofferta, ma grandiosa impresa. Bravi tutti a partire dalla proprietà, alla dirigenza (a Marco Ferrari l'anima del progetto della ricostruzione), allo staf medico (consentitemi un affettuoso abbraccio a mio nipote Ghito - dottor Giulio Pasta-, coordinatore dell’area medica), all'allenatore, a tutti i giocatori che determinati ci hanno creduto. Al capitano Lucarelli da vero condottiero, che ha sofferto tutte le traversie della squadra. Dalla A alla D (gestione Ghirardi), dalla D al ritorno in A in tre stagioni. Un grande giorno per tutta la città, la Provincia, e gli appassionati di calcio. Una impresa voluta con tanta forza e passione. BRAVI Tutti! (Parma, 18 maggio 2018)

Luigi Boschi

Champions, Real Madrid in finale: terza consecutiva, basta il 2-2 col Bayern

La doppietta di Benzema porta Zidane a Kiev, i tedeschi in gol con Kimmich e James, ma che errore Ulreich sulla seconda rete degli spagnoli

Alla fine passa sempre il Madrid. La squadra di Zidane soffre da matti, si difende coi denti, finisce assediata, arroccata, spaventata, non gioca granché bene. Ma arriva alla terza finale consecutiva, la quarta in 5 anni. A Kiev il 26 maggio proverà a mettere le mani sulla sua tredicesima Champions, terza consecutiva, cosa che non si vede dal 1976, quando fece triplete il Bayern di Beckenbauer. Zidane prosegue la sua immacolata serie: in Champions non è mai stato eliminato.

Ceravolo abbatte la Ternana. Parma, ora tre vittorie per la A

Gol e assist dell'attaccante. Crociati a 66 punti, secondi da soli

Grazie a un super Ceravolo il Parma supera la Ternana e resta solo al secondo posto. I crociati approfittano del mezzo passo falso, nell'anticipo, del Palermo con il Bari (1-1); rosanero che vengono scavalcati nella corsa alla promozione diretta anche dal Frosinone che si rilancia passando (1-2) in rimonta, al 95', a Brescia.

Classifica - Tabellino

L'ex attaccante del Benevento, schierato da D'Aversa dal primo minuto, segna la rete che sblocca il risultato e serve l'assist per il secondo sigillo crociato.

Bene Ciciretti, impiegato anche lui da inizio partita, e, soprattutto nel primo tempo, sempre protagonista in mezzo alla difesa avversaria. Il gol che apre l'incontro al 19' del primo tempo: Barillà riceve al limite dell'area, la sua conclusione di sinistra trova solo la goffa respinta di Sala e Ceravolo, in mezzo all'area piccola, insacca.

L'Europa in deltaplano vola nei cieli del Friuli

Presto i cieli del Friuli saranno presi d’assalto dagli appassionati di volo in deltaplano provenienti da tutta Europa.

Si tratta di un appuntamento internazionale, lo Spring Meeting 2018 – Trofeo Friuli Venezia Giulia, valido anche come campionato italiano di questo entusiasmante sport.

La competizione, organizzata dall’Aero Club Lega Piloti e da Flyve, si svolgerà tra Meduno e Travesio (Pordenone) dal 25 aprile al 1 maggio. Si attendono circa 100 piloti e tra questi il campione del mondo in carica, il ceco Petr Benes, i pluricampioni iridati Christian Ciech, trentino trapiantato a Varese, e il bolzanino Alex Ploner che difenderà anche il titolo tricolore conquistato nel 2017. L’Italia vanta ben nove titoli mondiali dei quali cinque consecutivi.

La manifestazione non si esaurisce con la gara, ma gli organizzatori hanno voluto caratterizzarla come una festa del volo libero con numerosi eventi collaterali turistici, didattici, culturali oltre che una esposizione.

Decollo principale dal monte Valinis presso Meduno, eventualmente sostituito dai decolli sloveni di Lijak e Ajdovscina, da quello sul Cuarnan sopra Gemona o del Passo Pura vicino a Ampezzo (Udine) se le condizioni meteo, alle quali è strettamente legato il volo in deltaplano e parapendio, detto volo libero perché non usa motore, lo riterranno necessario.

Collecchio, il centro sportivo assegnato al Parma Calcio 1913

La società dovrà saldare 2,8 milioni al curatore fallimentare entro l'8 giugno. Il club: "Altro tassello della ricostruzione dopo le macerie del fallimento"

Il curatore del fallimento Eventi Sportivi spa, Vincenzo Piazza, comunica che si è concluso con l’aggiudicazione provvisoria in favore della società Parma Calcio 1913 il quinto tentativo di vendita del complesso immobiliare di Collecchio.

Parma Calcio 1913, attuale utilizzatrice del centro sportivo, avrà ora tempo fino all’8 giugno 2018 per saldare il prezzo di aggiudicazione di 2.8 milioni di euro, condizione indispensabile per l’effettivo trasferimento del bene che avverrà per decreto del giudice delegato.

Qualora, nelle more del trasferimento del centro sportivo, pervenissero nuove offerte irrevocabili superiori di almeno il 10% al prezzo di aggiudicazione provvisoria, il curatore potrà sospendere la vendita, procedendo ad un ulteriore tentativo di vendita competitiva.

A differenza del recente passato, il centro - precisa il club in una nota - "non verrà acquisito da una società terza, ma direttamente da Parma Calcio 1913, di cui costituirà uno dei principali asset patrimoniali. L’acquisizione - resa possibile dalla volontà e dall’impegno congiunto dell’azionista di maggioranza e dei soci di Nuovo Inizio - verrà formalizzata nelle prossime settimane e rappresenterà l’ultimo tassello di un processo che, dalle macerie del fallimento Parma Fc, ha visto la rinascita in tempi rapidi della squadra di calcio della nostra città, dentro e fuori dai campi di gioco".

Lega Calcio, la Serie A ancora nelle mani di un banchiere: eletto Gaetano Miccichè, fratello di Gianfranco Presidente ARS (Assemblea Regionale Siciliana)

Un altro banchiere, e forse non per caso: i rapporti tra club e istituti di credito sono sempre più frequenti (visti i finanziamenti necessari alle società per stare in piedi), e l’uomo forte di Banca Imi aveva già avuto modo di conoscere più o meno direttamente tanti degli interlocutori che troverà in via Rosellini. Per l’amministratore delegato, Malagò vorrebbe invece Marzio Perrelli, capo esecutivo di Hsbc il primo istituto di credito europeo per capitalizzazione (il cui acronimo deriva da Hongkong & Shanghai Banking Corporation )

La Lega calcio ha un nuovo presidente: i proprietari delle società di Serie A hanno eletto all’unanimità Gaetano Miccichè, fratello del forzista Gianfranco, numero uno di Banca Imi del gruppo Intesa Sanpaolo, di cui Blackrock è il secondo azionista. Il pallone italiano finisce dunque in mano a un banchiere, magari anche due se dovesse passare la linea di Giovanni Malagò anche per l’amministratore delegato, ruolo per cui il numero uno del Coni vorrebbe Marzio Perrelli, capo esecutivo di Hsbc. Ma per quest’altra casella probabilmente ci vorrà tempo: intanto la Serie A ritrova una guida forte dopo quasi un anno di caos.

Vola e cammina, la nuova frontiera del parapendio

Camminare lungo le valli, salire sui monti, scegliere un buon pendio come punto di decollo, preparare il parapendio e poi spiccare il volo verso altri monti e attraverso altre valli.

Si chiama hike & fly, escursionismo e volo, tutto gambe e parapendio la nuova frontiera del volo libero, quello senza motore, sinonimo di libertà e spirito d'avventura. Qualcuno dice che non sia proprio nuova, perché a chi pratica questa entusiasmante attività con abitat naturale in ambienti montani una scarpinata prima o poi tocca.

Sull’onda della celebre X-Alps, maratona biennale di oltre mille chilometri dall’Austria a Montecarlo, i cultori di hike & fly sono in crescita esponenziale e gli eventi si moltiplicano. Facili le regole base: usare solo piedi e parapendio, preferibilmente il secondo perché il volo è meno faticoso e più veloce. Nessun altro mezzo di trasporto è ammesso.

Condividi contenuti