Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Insiemedove

insiemedove: turismo, viaggi, luoghi turistici, città, feste popolari, escursioni. Con il contributo di redattori volontari che possono inviare i loro scritti a luigiboschi@gmail.com

PARMA WEEKEND IN PROVINCIA 23-24/settembre - 2017

BEDONIA
MONTE PENNA: PROPOSTE DEI RIFUGI
Ultimo appuntamento settembrino nei due rifugi del monte Penna. Per tutto il weekend nelle due baite dei due rifugi rispettivamente quello del monte Penna e quello del Faggio dei 3 Comuni del Cai gli escursionisti, gli appassionati di trekking ed i pellegrini che sceglieranno questa splendida foresta ed il parco naturale del monte di Bedonia per passare momenti indimenticabili saranno accolti con musica e sana gastronomia. Per tutti saranno organizzate camminate, escursioni a piedi, in mountain bike e passeggiate tra le faggete del monte di Bedonia. Funzioneranno i due punti di ristoro.

GARA DI TIRO AL PIATTELLO IN RICORDO DI DUE GIOVANI
Sabato a Cavignaga di Bedonia la squadra di caccia di Cavignaga in collaborazione con il moto Club Taro-Taro-Taro organizzano il secondo «Memorial Sergio & Fausto», due giovani cacciatori recentemente scomparsi che facevano parte della squadra dei cacciatori di Cavignaga, gara sportiva di tiro al piattello. La gara, aperta a tutti quelli sportivi in regola con le disposizioni di legge, avrà inizio alle 8 per concludersi alle 20, con pausa pranzo, e domenica dalle 8 alle 12, alle 16 premiazioni. 
Info: 3288091227 (Andrea) e 3391511504 (Massimo).

Rifugio Lagdei week end 23 e 24 settembre 2017 - Notturna, mostra e passeggiata micologica

Sabato 23 settembre 2017 ore 21:00 - Rifugio Lagdei
Il fuoco, le storie e gli animali del bosco in una 
Notte di luna nera
A caccia di emozioni camminando in una notte senza Luna rischiarata da un focolare
- Iniziativa a cura di: Guide Ambientali Escursionistiche -
Una notte del tutto scura, ideale per sperimentare il buio, le sue paure, la sua suggestione e per cercare di percepire la presenza degli animali del bosco, le loro tracce, il loro richiami notturni. Scenderemo nel cuore della foresta Alta Val Parma, per poi risalire a riveder le stelle. E a far da sfondo alla serata il buio, che accende il cielo di migliaia di stelle, che risveglia sensazioni e paure che non abbiamo mai provato; buio che sarà rischiarato in un momento dell'escursione da un piccolo fuoco che verrà acceso in luogo attrezzato, e attorno al quale qualche leggenda locale che sarà raccontata sembrerà ancora più vera.
Dislivello 150 m, percorrenza soste escluse 2,5 ore. Adatta a bambini sopra i 6-7 anni. Necessario giacca a vento, abbigliamento e calzature da escursione, torcia possibilmente frontale, consigliati bastoncini da trek. (Possibilità di prenotare alla guida anche la cena, alla carta, al Rifugio). Costo: € 13 adulti, 7 bambini.  Info e prenotazioni obbligatorie Guida A.E. Antonio Rinaldi cell. 328.8116651 - antonio.rinaldi.76@gmail.com - www.terre-emerse.it

PARMA WEEKEND IN PROVINCIA 16-17/09 - 2017

BEDONIA

APERTI I RIFUGI DEL MONTE PENNA 
Musica e gastronomia per tutto il weekend nelle due baite del monte Penna, le strutture e le sale dei due rifugi rispettivamente quello del Monte Penna e quello del Faggio dei 3 Comuni del Cai sono pronti ad ospitare gli escursionisti, gli appassionati di trekking ed i pellegrini. Per tutti saranno organizzate camminate, escursioni a piedi, in mountain bike e passeggiate con i cani da slitta tra le faggete del monte di Bedonia. Funzioneranno i due punti di ristoro.

Il mare a Levanto (SP) a Maggio 2017

Foto Luigi Boschi: mare di Levanto al tramonto di maggio 2017


CASE DI LEVANTO

Foto Luigi Boschi: Case di Levanto

Osteria/Ristorante tipico di Levanto: Tumelin website

Foto Luigi Boschi: Osteria Ristorante Tumelin

Levanto amici e conoscenti

Foto Luigi Boschi: amici di levanto

LUOGHI E LOCALI DI LEVANTO

Foto Luigi Boschi: Levanto, Chiesa di Sant'Andrea maggio 2017

Il mosso mare di maggio 2017

Foto Luigi Boschi: il mare di maggio

gallery


Il vecchio, il bambino sotto il cavallo al mare

Foto Luigi Boschi: Il vecchio, il bambino sotto il cavallo al mare

La casa al mare

Foto Luigi Boschi: La casa al mare

Il mare è un farmaco che cura almeno 16 malattie: lo dice la scienza

Una vacanza al mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie

Gettate tutti i medicinali e partite per una vacanza al mare. Grazie alla salsedine, allo iodio, all’aria salsoiodica, il mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie.

A trarre beneficio da un soggiorno in riva al mare, oltre agli effetti piscologici, sono almeno 16 malattie, dalle allergie respiratorie alle anemie, dall’artrosi alla depressione, ma anche distorsioni, fratture, ipotiroidismo, malattie ginecologiche, reumatiche, psoriasi e rachitismo.

Ecco alcuni dei principali benefici apportati dal mare:

Migliora il respiro: l’aria vicina alla costa contiene una quantità più elevata di sali minerali. Cloruro di sodio e di magnesio, iodio, calcio, potassio, bromo e silicio provengono dalle onde che si rompono sulla riva e dagli spruzzi di acqua marina sollevati dal vento. I primi a beneficiarne sono i polmoni: la respirazione migliora sensibilmente fin dai primi giorni. Una sorta di aerosol marino.

Combatte la ritenzione idrica: nell’acqua marina c’è una notevole concentrazione di sali minerali e ciò, per osmosi, favorisce l’eliminazione, attraverso la pelle, dei liquidi accumulati nei tessuti.

Combatte i chili di troppo: il sale stimola le terminazioni nervose dell’epidermide e, come conseguenza, accelera il metabolismo così il corpo brucia più velocemente i grassi.

L'Antitrust boccia la legge sugli home restaurant: "Restrizioni ingiustificate"

Il Garante per la concorrenza censura la norma già approvata alla Camera che fissa diversi paletti per l'attività dei ristoranti domestici: "Il tetto ai coperti e al fatturato annui non ha motivazioni. La sharing economy deve essere regolata in maniera leggera" 

di FILIPPO SANTELLI

ROMA - Sui servizi di mobilità e ospitalità condivisa, da Uber a Airbnb, l'Italia non ha ancora una legge. Ma anche dove cerca di regolare la sharing economy, come con gli "home restaurant", i risultati sono rivedibili. O addirittura censurabili, ad ascoltare il giudizio qualificato dell'Antitrust. Nel suo ultimo bollettino infatti il Garante per la Concorrenza dedica un parere al disegno di legge sulla ristorazione domestica, l'offerta di cene da parte di cuochi amatoriali, nel salotto di casa, attraverso piattaforme tecnologiche. Una norma già approvata a gennaio alla Camera e in attesa dell'esame del Senato, che ora l'Antitrust boccia in diversi punti, a cominciare dal tetto massimo al numero di coperti (500) e di proventi (5.000 euro) che un ristoratore amatoriale può realizzare nell'anno: "Limitazioni del tutto ingiustificate", scrive Giovanni Pitruzzella.

La PIA La Spezia: Farinata, Pizza, Castagnaccio

La Pia la centenaria

La Pia Porto Mirabello; Nel 1887 nasce la Signora Pia, apre uno “scragno” in Via del Prione per la vendita di farinata, di focaccia e castagnaccio; cibo per la “povera gente”: operai, manovali, carrettieri, artigiani. La Spezia in quegli anni ne era piena. Il banco “tira” e La Pia diventa il punto di riferimento di tanti spezzini. In fondo, con qualche centesimo, si poteva avere “’n toco de fugaza, na feta de faina’ o na feta de patona”.La Pia apre in un clima di grandi cambiamenti: La Spezia di fine Ottocento è una città nuova, che abbandona la sua fisionomia di piccolo centro di pescatori e diventa la "città dell'Arsenale", aprendosi a nuovi occupati, cittadini di tutta Italia. Nel primo dopoguerra La Pia inizia a sfornare la pizza, diventa un locale con servizio al tavolo e agli "arsenalotti", i suoi unici clienti fino ad allora, si aggiungono i cittadini della "Spezia bene".Aperta mattino e pomeriggio fino a sera, per pranzi, cene o uno spuntino a metà giornata, la Pia nel 1998 ha aggiunto alla sede storica di via Magenta un altro punto vendita al Centro Kennedy, sempre a La Spezia, nel 2005 a Sarzana ed è del 2011 l’ultima nata nel porto Mirabello sempre a la Spezia.

Orario continuato | 10.00 alle 22.00
Via Magenta 12, 19121, La Spezia, Italia

Fonte: www.lapia.it

La farinata della Pia

 

Rifugio Lagdei - fine settimana 11-12 febbraio 2016 - L'alba della luna piena e i sentieri invernali con le ciaspole

Sabato 11 febbraio 2017 ore 16,30 - Rifugio Lagdei

Luna piena sulle ciaspole
Due escursioni a scelta per vivere una notte di luna piena sulle ciaspole
Ore 16,30 - Il tramonto del sole e l’alba della Luna piena sulle ciaspole
Dopo che il sole piano piano calerà sotto l’orizzonte, il cielo si farà via via scuro e preparerà il campo per lo spettacolo più bello della serata: il sorgere della luna piena (ore 18,20), che potremo osservare dai prati del Monte Tavola, sulla via del ritorno verso il Rifugio. Dopo aver terminato la nostra escursione con il cammino in parte rischiarato dai raggi della luna, rientreremo al Rifugio Lagdei dove alle 19,30, per chi vuole, si potrà cenare in compagnia.
Tempo di percorrenza soste escluse: 3 ore; dislivello massimo250 m; Grado di difficoltà: escursione medio facile, adatta anche a principianti in forma e disposti a faticare un po'. Necessità: torcia se possibile frontale, cuffia, sciarpa, guanti, scarponi, ciaspole (noleggiabili presso Rifugio) e bastoncini, e quanto altro utile per una escursione invernale, in caso di assenza di neve si effettuerà come passeggiata. Al rientro alle 19,30  al Rifugio Lagdei possibilità di cena insieme (alla carta), prenotazione alla Guida o al Rifugio.

Rifugio Lagdei - Fine settimana lungo della Befana (6-8 gennaio) in escursioni

PROPOSTA WEEK-END LUNGO EPIFANIA 6-8 gennaio
2 notti in mezza pensione in camerata 72 euro
Pacchetto 4 escursioni/ciaspolate 40 euro
Con accompagnamento e assistenza da parte di Guida Ambientale Escursionistica per i 3 giorni

Venerdì 6 gennaio 2017 ore 16,30 - Rifugio Lagdei
Giù nella foresta e poi su verso le stelle
Ciaspolata serale fino alla Vezzosa per poi risalire a vedere le stelle
Partendo da Lagdei scenderemo piano piano lungo gli ampi tornanti della strada forestale che conducono a quello che fu il cuore della foresta, l’ex vivaio della Vezzosa dove nacquero tutti gli abeti che oggi vediamo maestosi (e ahimè alcuni anche in difficoltà). Dopo esserci goduti la poesia di questa piccola radura nella foresta, risaliremo sul versante opposto fino a giungere dove invece finisce la foresta demaniale e il bosco si trasforma in prato, aperto, arioso, panoramico. Qualche attimo per far scorta della splendida atmosfera, della visione delle stelle, e del panorama notturno, e poi rientreremo verso il Rifugio in tempo per la cena. Tempo di percorrenza soste escluse: 3 ore; dislivello massimo 250 m;  orario di rientro previsto: 19,30 circa. Grado di difficoltà: escursione facile, adatta anche a principianti in forma e disposti a faticare un po'. Necessità: torcia se possibile frontale, cuffia, sciarpa, guanti, scarponi, ciaspole (noleggiabili presso il Rifugio) e bastoncini, e quanto altro utile per una escursione invernale, in caso di assenza di neve si effettuerà come passeggiata. Al rientro al Rifugio alle 19,30 possibilità di cena insieme (alla carta), prenotazione alla Guida o al Rifugio.

Proposte del Weekend d'autunno a Parma e Provincia

BARDI
PSYCHIATRY HORROR: GIOCO DI RUOLO AL CASTELLO
Un gioco di ruolo che sembra uscito da un racconto del terrore: corridoi bui, passaggi segreti, misteri, intrighi. Sarà questa la trama della serata da “sold out“, che si terrà sabato, a partire dalle ore 20, alla fortezza di Bardi. Il titolo dell’evento, da solo, mette già i brividi: è “Psychiatry Horror- Dove la mente uccide”. Gli ingredienti per un perfetto horror, del resto, ci sono tutti: una grande multinazionale farmaceutica, un progetto top secret tenuto nascosto per anni e rinvenuto in un luogo insospettabile, una misteriosa sequenza di incidenti e un gruppo di mercenari chiamati a recuperare quella che sembra essere la scoperta del secolo. I partecipanti, già al limite della capienza, esploreranno i laboratori segreti e percorreranno i tunnel nascosti che collegano le varie stanze. Scopriranno così cosa si aggira nei bui corridoi e, armati di coraggio e, soprattutto, di infinito sangue freddo, proveranno a portare alla luce gli esperimenti.Al termine del gioco, dopo le fatiche della battaglia, ad attendere gli ospiti del maniero ci sarà un ricco buffet.Fortissima sarà la suggestione creata dagli ambienti della roccaforte. La serata è riservata agli adulti e non è consigliata “ai deboli di cuore”. Il costo è di 50 euro a persona. Prenotazione obbligatoria. 0525.733021 E.M.

BASILICAGOIANO
GIOCHI, MUSICA E MERENDA AL CENTRO SPORTIVO 
Domenica alle 15, nella Palestra del Centro sportivo di Basilicagoiano si terrà «Domenica dei bambini», che si snoderà in vari intrattenimenti: giochi, trucca bimbi, musica e merenda. Alle 16 verrà distribuita la torta fritta. L’iniziativa è organizzata dal Gruppo «Amici della Befana» e il ricavato sarà devoluto in beneficenza. N.F.

BORGOTARO

IL CALORE DELL’AUTUNNO TRA FOLIAGE E CALDARROSTE nell'Appennino Tosco Emiliano

IL CALORE DELL’AUTUNNO TRA FOLIAGE E CALDARROSTE

APPENNINO E TERREMOTI Editoriale del presidente Fausto Giovanelli. "Siamo vicini al Parco Nazionale dei Monti Sibillini in questo momento. Ci sentiamo proprio lì, sulla frattura che spezza il Monte Bove e nella sede del Parco. Vicini alle popolazioni d’Appennino e a chi, da mesi, è impegnato nei soccorsi".

Autunno alla scoperta della eco-ospitalità della Lunigiana
La kermesse di Legambiente
Eco-sapori d’Appennino tra seccatoi, borghi, castagni e mieli, sabato 12 novembre 2016 Apella - Licciana Nardi (MS), Agriturismo Montagna Verde.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti