Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

libri recensioni presentazioni

Libri: recensioni e presentazione libri. Con il contributo di redattori volontari che possono inviare i loro scritti a luigiboschi@gmail.com

Amici in Comune. La politica ai tempi di Maria De Filippi

Appuntamento domenica 29 aprile, ore 18.30, alla Feltrinelli di via Repubblica per la presentazione di "Sconvocati. Le tangenti, la rivolta, la crisi del Sistema Parma", il libro di Marco Severo (Fedelo's editore in collaborazione con il Centro studi movimenti) sugli ultimi anni vissuti pericolosamente dalle amministrazioni di centrodestra nella città "vetrina" d'Emilia: una narrazione che, partendo dallo zoom sull'estate dello scandalo corruzione del 2011, ripercorre la parabola di quello che doveva essere il rinascimento parmigiano, a suo tempo promosso da Elvio Ubaldi LEGGI La scheda del libro .Ecco in anteprima alcune pagine del libro 

MARCO SEVERO

(parma.repubblica.it) Sono bellissimi nelle foto dell'11 giugno 2007. Sorridono con i bicchieri di champagne brut (ce n'è un bottiglione personalizzato con griffe "Pietro Vignali"), saltellano come allo stadio, si stringono al giovane sindaco appena eletto. Sono Emanuele Moruzzi, Carlo Iacovini e Ernesto Balisciano, tre degli arrestati amici e artefici in varia misura del successo di Pietro come collaboratori nella campagna elettorale. Nell'album di famiglia spunta anche Norberto Mangiarotti, ritratto qualche giorno prima durante la corsa alle amministrative, impegnato in un incontro promozionale della sua Parma People.

Sconvocati: il “caso Parma” diventa un libro

sconvocati

Le tangenti, la rivolta, la crisi di un sistema politico

Il “caso Parma” diventa un libro. A dieci mesi dai primi arresti per corruzione e dal terremoto politico che scosse la città emiliana, una città sin qui modello di benessere e qualità della vita, vetrina del centrodestra lungo la via Emilia “rossa”, Marco Severo cronista e collaboratore dell’edizione parmigiana di Repubblica.it racconta il fallimento di una classe politica e della sua idea di sviluppo in Sconvocati. Le tangenti, la rivolta, la crisi del Sistema Parma, un libro edito da Fedelo’s in collaborazione con il Centro studi movimenti.

Il titolo del volume, che sta per uscire nelle librerie e che sarà presentato nei prossimi giorni, prende spunto da una delle espressioni più emblematiche e grottesche del 2011 parmigiano: ovvero l’ordine che l’assessore ai Servizi per l’infanzia Giovanni Paolo Bernini, intercettato al telefono dalla Guardia di finanza, impartisce al suo collaboratore Paolo Signorini mentre tenta di annullare una “conferenza stampa”, che nel suo linguaggio cifrato indicherebbe un abboccamento per la riscossione di mazzette: “Sconvoca, non hai capito, sconvoca tutto....”. Severo illustra come, a quasi un anno di distanza e malgrado una stanchissima compagna elettorale in corso per le amministrative del prossimo maggio, gli “sconvocati” – ovvero i delegittimati – siano gli esponenti di un’intera compagine di governo, rivelatisi infine venditori di fumo e debito pubblico.

Gli operai che volevano imparare a suonare il clavicembalo…

Anche a Parma. Martedì 6 marzo presentazione del libro di Francesco Lauria: “Le 150 ore per il diritto allo studio. Analisi, memorie, echi di una straordinaria esperienza sindacale.” 
 
Una vicenda “mitica” del movimento sindacale. Nel corso di quasi tre decenni, a partire dai primi anni Settanta, svariate centinaia di migliaia di operai utilizzarono le “150 ore per il diritto allo studio” non solo per conseguire il diploma di terza media, ma anche per condividere una grande esperienza di promozione culturale e di emancipazione sociale. Le 150 ore rappresentarono un investimento contrattuale con cui i lavoratori scambiavano salario per un processo di emancipazione individuale e collettivo.
Una scommessa sulla rinegoziazione della risorsa tempo che rimetteva in discussione idee e pratiche del lavoro, nel pieno del taylorismo imperante, secondo la migliore tradizione di un sindacalismo che sa coniugare conflitto e costruzione creativa.Un’esperienza utile anche oggi in una società della conoscenza più proclamata che realizzata e in un paese, come l’Italia, dove l’analfabetismo di ritorno è uno dei problemi più sottovalutati.
Un libro, “Le 150 ore per il diritto allo studio. Analisi, memorie, echi di una straordinaria esperienza sindacale”dell’autore parmigiano Francesco Lauria, racconta questa appassionante esperienza che ebbe vasta diffusione anche nelle aziende parmensi, in particolare alla Bormioli.

Il testo verrà presentato presso l’oratorio novo della Biblioteca Civica di Parma grazie alla collaborazione tra Istituzione Biblioteche, Biblioteca Balestrazzi, Circolo Il Borgo e Centro Studi Movimenti il prossimo martedì 6 marzo a partire dalle 17.30.
Interverranno, oltre all’autore, il Prof. Antonio Parisella, William Gambetta, Marco Deriu, Eugenio Caggiati, Luciano Mazzoni e due protagonisti del sindacato parmigiano dell’epoca: Eugenio Cattani (Fim Cisl-FLM) e Angelo Rossi (Cgil Scuola).

17 Febbraio, la festa del gatto!

festa del gatto!

 POTERE AI GATTI!

A MILANO PARTE L' OTTAVA EDIZIONE DELLA RASSEGNA DI LETTERATURA FELINA

‘TUTTI MATTI PER I GATTI’
13 - 17 FEBBRAIO - LA LIBRERIA MURSIA

"Del potere e dei gatti" è il titolo dell'ottava edizione della rassegna felinamente letteraria "Tutti matti per i gatti" che si inaugura lunedì 13 febbraio alle 17,30 aLa Libreria Mursia (via Galvani, 24 - Milano): cinque giorni a base di libri, scrittori, letture e quadri per gli amanti dei mici (in Italia i gatti sono più di 8 milioni di cui quasi 1 milione nella sola Lombardia) in occasione della Festa del gatto che dal 1990 si celebra il 17 febbraio.

Quest'anno gli incontri ruoteranno attorno alla singolare relazione tra i potenti e i gatti, ma anche sul potere che i gatti hanno di migliorare la nostra vita quotidiana.

Dietro a molti potenti della Storia c'è stato o c'è un felino: dalla gatta d’angora di Augusto a Bastet della regina egizia Hatshepsut, da Cedric del conte di Southampton a Perruque di Richelieu a White Heather della regina Vittoria, passando ai felini che hanno accompagnato, consigliato e protetto intellettuali e rivoluzionari come Lenin e Rosa Luxemburg, o al consigliere con la coda di Churchill senza dimenticare il celebre Tabby, gatto amatissimo di Lincoln, per finire all'ormai celebre gatto di Benedetto XVI.

Anche sulla vita quotidiana delle persone comuni i gatti esercitano un potere straordinario, la loro presenza è un forte antidoto allo stress della vita quotidiana, un elemento di equilibrio e di serenità.

La Terza guerra Mondiale? La verità sulle banche, Monti e l'Euro

  
Fazi Editore lancia una nuova collana di ebook "One Euro".
Una serie di testi agili  in edizione italiana e inglese pensati per fornire ai lettori una "cassetta degli attrezzi" per comprendere i grandi cambiamenti economici, finanziari e geopolitici in atto .
 
Inaugura la serie il pamphlet di Elido Fazi,"La Terza Guerra mondiale? La verità sulle banche, Monti e l'Euro", che mette al centro dell’analisi il sistema monetario internazionale, auspicando una nuova Bretton Woods.
La nuova collana nasce in un momento di particolare complessità nelle relazioni internazionali, una crisi (finanziaria, economica, politica) che coinvolge tutti a livello macro e micro, i cui effetti sono sotto gli occhi di ognuno. Ma in una società globalizzata quale quella in cui viviamo, un’infinità di variabili concorre a delineare gli scenari del futuro.
La formula dell’ebook e del bilinguismo della collana “One Euro” è pensata per fornire ai lettori una cornice chiara, sintetica e aggiornata attraverso la quale interpretare le sfide poste in essere dalla crisi. La serie si aprirà a contributi di economisti, esperti di politica e geopolitica, finanza e relazioni internazionali, fornendo gli strumenti necessari per recuperare il senso del nostro essere cittadini attivi.
"Se soltanto il mondo sapesse quanto la gente nel Mondo sa", ha detto un autorevole politologo. "I media tradizionali non sono più - se mai lo sono stati - una fonte di informazione neutrale", dice Parag Khanna, un indiano alla corte di Obama, in "Come si Governa il Mondo", Fazi editore, 2011.

Recensioni: I cani lo sanno. Elogio dello sguardo rasoterra

Un libro, quello di Andrea Scanzi, che è da leggere con ampi respiri. Soprattutto se vivete con dei cani, non potrete fare a meno di riconoscere la maestria di Scanzi nel descrivere la vita quotidiana con i cani e questo vi porterà a momenti di emozione che necessitano, come dicevamo prima, di ampi respiri per evitare che qualche lacrimuccia vi solchi il viso. Parliamo de I cani lo sanno. Elogio dello sguardo rasoterra pubblicato da poco da Scanzi per i tipi della Feltrinelli. Nel raccontare dei suoi due cani – Tavira e Zara – Andrea Scanzi tesse l’elogio dei nostri amici pelosi, sfatando miti, portandoci tutti (anche noi che con i vani viviamo) con i piedi per terra e invitandoci a guardare i cani sul serio, per poterli apprezzare sempre di più e amare.

Un cane è un’ombra discreta, un amico fedele, un’anima sperduta. Senza una guida sicura, rispettosa e amorevole, sarà un essere vivente senza bussola né gioia.
La vita di un cane dipende dalle tue vibrazioni. Da quello che sei dentro. Da quanto sei riuscito a entrare in sintonia con lui. Da quanto sei riuscito ad abbattere il muro della menzogna.
Con un cane devi essere essenziale. Come in un romanzo.
Non insegnate ai bambini la vostra morale, è così stanca e malata. Cantava qualcuno.
Non insegnate ai cani le vostre cattive vibrazioni, sono così bieche e sbagliate. Abbaiava qualcuno.

Con sapienza Scanzi ci presenta diversi aspetti della vita dei cani e del loro rapporto con noi umani e mette in luce le peculiarità del comportamento canino e le falsità, purtroppo, di noi umani. E, com’è ovvio che sia, delinea la differenza tra amanti dei cani e amanti dei gatti (generalizzando, ovviamente, e lui lo ammette). Secondo Scanzi i gattari sono masochisti mentre i canari sadici.

A proposito dei primi scrive:

SONDAGGIO 2009/I fatti dell'anno. Ecco le notizie più votate dai lettori

 

(ilmattino.it) È finito un anno densissimo di avvenimenti anche epocali: dal terremoto d'Abruzzo alla tv in digitale terrestre in tutte le case. Ma soprattutto per Napoli e la Campania si sono registrati fatti e avvenimenti che ancor di più hanno segnalato la fase di degrado
e di declino della città , in particolare le vicende legate alla sempre più forte infiltrazione della camorra, come della bassa criminalità, nel tessuto della vita quotidiana.

Ecco quali, secondo i lettori del Mattino.it, sono stati i fatti più significativi dell'anno appena concluso.

ANIMA CEREBRALE

 Università degli studi di Firenze
─────────────────────────
Laboratori di Antropologia

L'ANIMA CEREBRALE

"Nessuno di noi avrebbe nulla per cui vivere
se non avessimo qualcosa per cui valga la pena di morire"

(Giddens A.

, 2000:66)

di
Alessandro Bertirotti

2008

Sommario

Condividi contenuti