Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Skenet

Skenet: news, opinioni, su teatro, lirica, musica classica, musicisti, programmi artistici,teatrali, gestione dei teatri, Giuseppe Verdi, Arturo Toscanini, 2013 bicentenario verdiano, festival verdi (vedi anche tra le rubriche quella di Enrico Votio Del Refettiero e Parmamusica in Dossier)

Il musical apre il 2018 al Teatro Municipale di Piacenza domenica 7 gennaio alle 16 con “La principessa Sissi”

Sissi il ballo

Il musical apre il 2018 al Teatro Municipale
domenica 7 gennaio alle 16
con “La principessa Sissi”
della Compagnia Corrado Abbati 

Si apre nel segno del musical il 2018 della Fondazione Teatri di Piacenza, con La principessa Sissi, nuova produzione in esclusiva nazionale di Inscena/Compagnia Corrado Abbati, in programma al Teatro Municipale domenica 7 gennaio alle ore 16(fuori abbonamento). Liberamente ispirato al celebre film di Ernst Marischka con Romy Schneider, il musical nasce dalla collaborazione tra il compositore Alessandro Nidi, che ha realizzato le musiche originali assemblando con armonia valzer e melodie liriche, e il regista Corrado Abbati, che ha portato il genere dell'operetta musicale ai livelli più alti in Italia. Le coreografie sono firmate da Cristina Calisi, che è anche protagonista sul palcoscenico nelle vesti di Sissi, mentre lo stesso Abbatiinterpreta la parte di Max Duca di Baviera; le scene sono di Stefano Maccarini e i costumi di Artemio Cabassi.

RIGOLETTO CON LEO NUCCI INAUGURA LA STAGIONE LIRICA 2018 AL REGIO DI PARMA

Leo Nucci in Rigoletto
RIGOLETTO

INAUGURA LA STAGIONE LIRICA 2018

Per festeggiare i 50 anni di carriera, Leo Nucci torna al Teatro Regio

a interpretare uno dei ruoli più amati nello storico allestimento di Pier Luigi Samaritani

con la regia di Elisabetta Brusa. Francesco Ivan Ciampa, sul podio dell’Orchestra dell’Opera Italiana

e del Coro del Teatro Regio di Parma, dirige il cast con protagonisti Stefan Pop, Maria Mudryak, Giacomo Prestia, Rossana Rinaldi.

Teatro Regio di Parma

12, 14, 16, 19, 20, 21 gennaio 2018 

RIGOLETTO, palestra delle emozioni Auditorium del Carmine di Parma

Maschere Teatro Rigoletto

Lunedì 8 gennaio 2018, ore 18.30

Auditorium del Carmine (Via Duse, 1 - Parma)

RIGOLETTO, palestra delle emozioni 

Presentazione multimediale, ideazione e sceneggiatura di Elena Biggi Parodi. Ingresso libero 

Lunedì 8 gennaio 2018 alle 18.30, nell’Auditorium del Carmine (via Duse, 1 – Parma), si terrà l’incontro “Rigoletto, palestra delle emozioni”, ideato dalla musicologa Elena Biggi Parodi con gli studenti del corso di Storia e storiografia  “Giuseppe Verdi, elementi essenziali” del Conservatorio Arrigo Boito di Parma. Un dialogo a più voci per compiere un percorso che parte da Giuseppe Verdi e conduce nella musica di Rigoletto attraverso video, immagini, ascolti dal vivo e coups de théâtre. La presentazione è finalizzata alla comprensione delle strategie subliminali messe in atto da Verdi per svelare le vere emozioni messe in campo dai protagonisti, la psicologia dei personaggi e le dinamiche più intime dei mutamenti dei loro rapporti interpersonali.

Pomeriggio di Capodanno, per grandi e piccini, con lo spettacolo Les Âmes Nocturnes con “Au Bonheur des Vivants” al Teatro Comunale di Casalmaggiore (Cremona)

Au Bonheur des Vivants

Stagione Teatrale 2017 - 2018

Teatro Comunale di Casalmaggiore

Lunedì 1 gennaio 2018, ore 18.00 

Pomeriggio di Capodanno, per grandi e piccini, con lo spettacolo

che ha trionfato al Festival d’Avignone nel 2016:

dalla Francia Les Âmes Nocturnes con

“Au Bonheur des Vivants” 

creazione, regia e interpretazione Cécile Roussat & Julien Lubek

animazione pupazzi e marionette Aurélie Leoputre o Sayaka Kasuya

scene Antoine Milian

produzione Le Shlemil Theâtre

coproduttore Teatro di Charenton Saint-Maurice

e con il sostegno di Spedidam, La Palène (Rouillac), La Vence Scène (Saint-Egrève),

Le Chapieteau MeliMelo (Versailles), Comune di Celle-es-Bordes 

Concerto di San Silvestro in programma il 31 dicembre alle ore 17 al Municipale di Piacenza

Sesto Quatrini

CONCERTI 2017-2018 

L'atteso Concerto di San Silvestro

in programma il 31 dicembre alle ore 17

chiude un anno in musica al Municipale

Sul podio il giovane e talentuoso direttore Sesto Quatrini

alla guida della Filarmonica Toscanini

Tradizione ormai consolidata e amatissima dal pubblico, il Concerto di San Silvestro fa ritorno anche quest'anno al Municipale di Piacenza e porta sul podio della Filarmonica Toscanini uno dei giovani direttori d'orchestra più apprezzati nei principali Teatri internazionali, dal Metropolitan di New York al Bolshoi di Mosca: Sesto Quatrini.

ACCADEMIA VERDIANA 2018 Prorogato al 15 gennaio 2018 il termine per l’iscrizione

ACCADEMIA VERDIANA 2018

Prorogato al 15 gennaio 2018 il termine per liscrizione

al corso di Tecnica e stile del repertorio verdiano

che permetterà a dodici cantanti di ricevere a titolo gratuito

una preparazione vocale, musicale e teatrale d’eccellenza

Iscrizioni entro il 15 gennaio 2018

Selezioni dal 23 al 26 gennaio 2018

Lezioni dal 12 febbraio al 24 giugno e dal 1 settembre al 21 ottobre 2018 durante il Festival Verdi 

È stato prorogato al 15 gennaio 2018 il termine per le iscrizioni al Corso di “Tecnica e stile del repertorio verdiano” promosso dall’Accademia Verdiana, istituita dalla Fondazione Teatro Regio di Parma. 

Met Opera Suspends James Levine After New Sexual Abuse Accusations

MICHAEL COOPER

The Metropolitan Opera suspended James Levine, its revered conductor and former music director, on Sunday after three men came forward with accusations that Mr. Levine sexually abused them decades ago, when the men were teenagers.

Peter Gelb, the general manager of the Met, announced that the company was suspending its four-decade relationship with Mr. Levine, 74, and canceling his upcoming conducting engagements after learning from The New York Times on Sunday about the accounts of the three men, who described a series of similar sexual encounters beginning in the late 1960s. The Met has also asked an outside law firm to investigate Mr. Levine’s behavior.

“While we await the results of the investigation, based on these news reports the Met has made the decision to act now,” Mr. Gelb said in an interview, adding that the Met’s board supported his actions. “This is a tragedy for anyone whose life has been affected.”

The accusations of sexual misconduct stretch back to 1968.

Il Quartetto Sgarabotto (con clarinetto e corno) ai Concerti Aperitivo della domenica mattina alla Sala Gavazzeni del CPM Toscanini

Gaetano e Pietro Sgarabotto 1926

Il Quartetto Sgarabotto (con clarinetto e corno)ai Concerti Aperitivo della domenica mattina, 
Mozart per il secondo concerto alla Sala Gavazzeni del CPM Toscanini di Parma.

I Concerti Aperitivo della domenica mattina, organizzati dalla Fondazione Arturo Toscanini, trovano quest’anno ospitalità nella splendida Sala Giananadrea Gavazzeni del Centro di Produzione Musicale Arturo Toscanini, sede della Fondazione, e nella cornice del Parco Eridania. I 400 metri quadrati della Sala Gavazzeni, infatti, pur se interamente fasciati dal legno, costituiscono un luogo ideale per l’evento ma hanno il limite di una capienza ridotta. La sala, sede delle prove della Filarmonica Arturo Toscanini, concepita per queste esigenza, può ospitare soltanto 100 spettatori ma garantisce la tutela della qualità. Il fascino del programma e degli interpreti hanno fatto sì che il concerto sia pressoché esaurito. I due celebri capolavori cameristici di Wolfgang Amadeus Mozart, il Quintetto per corno e archi in Mi bemolle maggiore K.407 e il Quintetto per clarinetto e archi in La maggiore K. 581 saranno eseguito dal Quartetto Sgarabotto composto da Valentina Violante (violino) Ilaria Negrotti (viola) Mario Mauro (violino/viola) e Pietro Nappi (violoncello) insieme a Ettore Contavalli (Corno) e Daniele Titti (clarinetto).

L’Associazione Nazionale dei Critici Musicali rinnova le cariche per il prossimo triennio

L’Associazione Nazionale dei Critici Musicali rinnova le cariche per il prossimo triennio.

Fra le proposte discusse, l’istituzione di un premio discografico e una maggiore presenza nella didattica e nei social media. 

Il 14 novembre 2017, presso la sede degli Amici del Loggione di Milano, si è svolta l’Assemblea annuale dell’Associazione Nazionale Critici Musicali, che conta un centinaio di specialisti, liberi professionisti e iscritti all’Ordine dei Giornalisti. Il presidente Angelo Foletto ha tenuto la relazione introduttiva sintetizzando le attività associative, indicando alcuni elementi di dialogo attuali come le possibilità d’intervento didattico; l’eventualità di istituire un premio discografico distinto dall’affermato Premio della critica musicale «Franco Abbiati»; e l’urgenza di operare per una rinnovata rilevanza della professione di critico in Italia. Sintetizzando le decisioni del direttivo, è stata confermata l’edizione dell’Annuario ANCM con una campionatura ampia e selezionata di recensioni dei soci.

A proposito del coinvolgimento dei soci incrementabile anche tramite l’accesso e l’uso dei social network, è stata annunciata l’apertura di un gruppo Facebook - aperto agli iscritti ma visibile da tutti - che faciliti la condivisione tempestiva di notizie mirate, cronache, recensioni e punti di vista critici.

NUOVE ATMOSFERE 2017: FOSTER ALL’AUDITORIUM PAGANINI DI PARMA INSIEME ALLA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Lawrence Foster Stephanie Friede  Mihaela Costea

NUOVE ATMOSFERE: FOSTER ALL’AUDITORIUM PAGANINI INSIEME ALLA filarmonica ARTURO TOSCANINI

Venerdì 24 e sabato 25 alle 20.30 musiche di Strauss, Korngold e Wagner insieme alla violinista Mihaela Costea e al soprano Stephanie Friede

programma:
JOSEF STRAUSS                             - Sphärenklänge, valzer op.235                                               - durata 9 minuti
ERICH W. KORNGOLD                   - Concerto per violino e orchestra in re maggiore op.35    - durata 24 minuti

intervallo

RICHARD WAGNER                       - Wesendonck-Lieder, per voce e orchestra                          - durata 21 minuti
RICHARD WAGNER                       - I Maestri cantori di Norimberga, ouverture                       - durata 9 minuti 

Un graditissimo ritorno quello di Lawrence Foster alla Fondazione Toscanini: il direttore d’orchestra americano, ma di origini rumene, uno dei beniamini del pubblico di Nuove Atmosfere, ritorna questo weekend alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini per presentare, in un doppio appuntamento, un programma interamente dedicato alla musica viennese di fine secolo.

Parma, musica con il violoncello di Enrico Bronzi nella Chiesa di San Pietro per la Giornata Nazionale dedicata alla malattia di Parkinson

MUSICA PER IL PARKINSON 

Il 25 Novembre  prossimo si celebra in tutta Italia la Giornata Nazionale dedicata alla malattia di Parkinson promossa da Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus e Accademia LIMPE-DISMOV. L'appuntamento, giunto alla sua nona edizione, ha l'obiettivo di sensibilizzare ed educare la popolazione sulle problematiche connesse ad una malattia cronica, che in Italia oggi conta oltre 300 mila pazienti; il tutto attraverso incontri informativi ed eventi culturali organizzati su tutto il territorio nazionale dalle 90 strutture sanitarie aderenti. Per tutti i dettagli è possibile consultare il sito www.giornataparkinson.it.

Il Parkinson è una malattia neurodegenerativa causata dalla progressiva morte delle cellule nervose (neuroni) situate nella cosiddetta sostanza nera, una piccola zona del cervello che, attraverso il neurotrasmettitore dopamina, controlla i movimenti di tutto il corpo. Chi si ammala, proprio a causa della perdita progressiva di questi neuroni produce sempre meno dopamina,  manifestando sintomi motori come tremore, rigidità, lentezza nei movimenti, che possono  essere preceduti da sintomi iniziali premonitori, quali disturbi dell’umore e del sonno o riduzione dell’olfatto.  Le cause della malattia sono ancora sconosciute, nonostante la sua prima descrizione ad opera del medico inglese James Parkinson risalga al 1817, di cui quest’anno si celebra il bicentenario. Le ultime ipotesi sulle cause della malattia sono di due tipi: ambientale e genetico.

Nominato il nuovo CDA del Teatro Regio di Parma

Rinnovato il consiglio d'amministrazione della Fondazione Teatro Regio di Parma. Entrano nel cda, in carica per il quinquiennio 2017-2022, Ilaria Dallatana, Vittorio Gallese, Antonio Giovati e Alberto Nodolini. 

“Nel ringraziare Giuseppe Albenzio, Massimo Ambanelli, Laura Maria Ferraris, Silvio Grimaldeschi, Marco Alberto Valenti per il grande lavoro svolto in questi anni, che ha consentito alla Fondazione Teatro Regio di Parma di risanare il proprio bilancio e rilanciare significativamente la propria attività - dichiara Federico Pizzarotti, sindaco di Parma e presidente della Fondazione Teatro Regio - sono felice di annunciare i nuovi consiglieri di amministrazione: Ilaria Dallatana, Vittorio Gallese, Antonio Giovati, Alberto Nodolini che siederanno nel CdA della Fondazione per i prossimi cinque anni e che lavoreranno insieme al Direttore generale Anna Maria Meo, al Consulente per i progetti speciali e lo sviluppo Barbara Minghetti e a me per il raggiungimento di nuovi e più alti obiettivi di continua crescita che attendono la Fondazione”.

La forma e il colore nel concerto Zimerman/ Nowak del 13/11/2017 al Manzoni di Bologna

di Roberta Pedrotti

La stagione di Musica Insieme ospita la Filarmonica Toscanini per uno splendido concerto con Krystian Zimerman solista d'eccezione.

BOLOGNA 13 novembre 2017 - Krystian Zimerman è veramente uno degli ultimi divi, di quegli artisti intorno alle cui abitudini, esigenze, piccole e grandi manie fiorisce un'aneddotica che si rinnova a ogni apparizione, uno di quegli artisti da cui è meglio non aspettarsi null'altro di quello che, quel giorno, vorrà offrire. Anche se rivoluzionerà il programma annunciato o lo comunicherà all'ultimo momento. In ogni caso avrà ragione lui, perché è uno di quei veri divi che possono permettersi d'esser tali e quando siede al pianoforte - il suo, rigorosamente - mette tutti a tacere, e lascia a bocca aperta. Così, se anche aspettavamo da mesi il suo omaggio a Leonard Bernstein con il ritorno a quella seconda sinfonia, The Age of Anxiety, di cui aveva già lasciato memorabile interpretazione come solista diretto dallo stesso compositore, anche se questa anteprima italiana della tournée e dell'incisione prossime venture con i Berliner e Simon Rattle era attesa con una certa trepidazione, non abbiamo potuto che accogliere con piacere il cambio in corsa e l'annuncio del Quarto concerto di Beethoven.  

Report Festival Verdi e Verdi Off 2017 conferma i dati record della scorsa edizione

Festival Verdi e Verdi Off 2017

confermano i dati record della scorsa edizione.

Raddoppiano gli spettatori singoli stranieri

che premiano il progetto artistico con titoli di rara esecuzione 

Conferma i numeri record dello scorso anno il Festival Verdi 2017, come risulta dal report elaborato dal Teatro Regio di Parma, presentato a istituzioni, sponsor, pubblico e disponibile alla consultazione su teatroregioparma.it

Il Festival Verdi 2017 ha accolto 23.145 spettatori, con un incasso complessivo di oltre 1.300.000 euro, cui va aggiunto il pubblico di Verdi Off stimato tra i 18.000 e i 20.000 spettatori

Un risultato ancor più significativo se si considera la portata, la complessità e il “rischio” del progetto artistico dell’edizione 2017 con la proposta di due titoli d’opera di rara esecuzione come Jérusalem e Stiffelio, quest’ultimo presentato in un allestimento che prevedeva la partecipazione del pubblico in piedi. 

I Guitti di Veneri aprono la rassegna dialettale di Parma Lirica

Parma Lirica

I Guitti di Veneri aprono la rassegna dialettale di Parma Lirica.

Domenica 19 novembre alle ore 17 prende il via a Parma Lirica la rassegna dialettale, a ingresso libero, che nell'ambito del programma “Non solo lirica” prevede quattro appuntamenti domenicali pomeridiani. Apre la compagnia “I Guitti di Roberto Veneri. Il gruppo nasce nel 2011 dalla rinomata “la Risata” e cambia nome in omaggio al regista e attore Roberto Veneri che per gravi problemi di salute non poteva più calcare le scene. Il regista, attore e capocomico è purtroppo mancato da pochi giorni. “Guitti” nel gergo teatrale corrisponde ad “attorucoli”, ed è così che Veneri canzonava bonariamente i suoi attori. Con lo stesso spirito del loro regista e con l’intento di divertire il pubblico divertendosi, i Guitti di Veneri continuano a proporre nuove commedie e scenette in dialetto parmigiano, sempre alla ricerca di nuove formule espressive, radicate nel gergo popolare della loro terra ma con forme di recitazione e metodologie sceniche sempre al passo con i moderni canoni che il pubblico esige.

Da Milano Musica a Nuova Consonanza, escludendo la Biennale di Venezia

Pietro Acquafredda

Da Milano Musica a Nuova Consonanza, escludendo la Biennale di Venezia

La Biennale di Venezia la lasciamo fuori da questa breve riflessione su due festival di musica contemporanea in pieno svolgimento, l'uno milanese ( Milano Musica), venticinquenne, l'altro romano ( Nuova Consonanza) che deve aver  già superato la cinquantina. Due modalità e logiche molto diverse di oganizzazione artistica.

Ciclo Schubert - Dal 18 novembre al 2 dicembre 2017- al Teatro Municipale di Piacenza

Al via il Ciclo Schubert al Ridotto del Teatro Municipale

Tre incontri a cura di Nicola Montenz

in programma dal 18 novembre al 2 dicembre

in collaborazione con il Centro Culturale Italo Tedesco di Piacenza

S'inaugura sabato 18 novembre alle ore 17 il Ciclo Schubert, organizzato dalla Fondazione Teatri di Piacenza nell'ambito del progetto Educazione alla Musica, in collaborazione con il Centro Culturale Italo Tedesco di Piacenza. Tre incontri, dedicati al grande compositore austriaco, a cura del musicologo piacentino Nicola Montenz, in programma al Ridotto del Teatro Municipale a ingresso libero.

Il primo appuntamento sarà dedicato all'approfondimento su "Schubert e il contesto europeo". Secondo appuntamento sabato 25 novembre, sempre alle ore 17, con "Il viaggio d'inverno (Winterreise)", che vedrà la partecipazione del soprano Tania Bussi. A conclusione della rassegna, sabato 2 dicembre alle 17, è in programma "Schubert, il fortepiano e gli archi".

Nomine di Teatro tra Venezia e Bologna

Pietro Acquafredda

Tra Venezia e Bologna. Per un Direttore artistico ( Fenice) promosso a Sovrintendente, un Sovrintendente ( Teatro Comunale) retrocesso a Direttore artistico. Forse

Mentre a Venezia si è consumato un autentico pasticcio: la nomina di Ortombina a Sovrintendente della Fenice, mantenendo anche la precedente carica di Direttore artistico; a Bologna, al Comunale si è verificato il cammino opposto: l'attuale Sovrintendente/Direttore artistico, Nicola Sani - osannato in tutte le plaghe italiche, da Bologna a Siena, da Venezia a Roma a Parma - è stato esautorato e retrocesso: al suo posto è stato promosso Fulvio Macciardi, direttore generale del teatro. E non  si sa ancora - si attende un incontro con il ministro Franceschini - se Sani tornerà al suo precedente incarico in teatro, quello di Direttore artistico, o batterà la ritirata da Bologna, anche se dubitiamo che ciò possa avvenire.

AMERICANI NEL ‘95 Sabato 18 novembre 2017, alle 17.00 e alle 20.30, Sala Verdi del Conservatorio di Parma

AMERICANI NEL ‘95

Sabato 18 novembre 2017, alle 17.00 e alle 20.30, nella restaurata Sala Verdi del Conservatorio di Parma, un concerto del GMC - Gruppo di Musica Contemporanea del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", diretto da Danilo Grassi. Ingresso libero

Steven Mackey, compositore americano, vincitore del Grammy Award, lodato dalla Gramophone per la sua “immaginazione esplosiva ed eterea”, e Steve Reich, celebre pioniere del minimalismo musicale, sono al centro del concerto “Americani nel ‘95”, che si terrà sabato 18 novembre 2017 in doppio turno: alle 17.00 e alle 20.30, nella Sala Verdi del Conservatorio di Parma (ingresso in Via del Conservatorio, 27/b). Protagonista dell’evento il Gruppo di Musica Contemporanea del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, che sarà come sempre diretto da Danilo Grassi. 

Fulvio Macciardi nuovo sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna al posto di Nicola Sani

Teatro Comunale di Bologna

Nella riunione di oggi 14/11/2017, del CDI del Teatro Comunale di Bologna (Presidente Virginio Merola, Vpresidente Michele Trimarchi, consiglieri Chiara Galloni, Andrea Graziosi, Fulvia de Colle) ha nominato Fulvio Macciardi sovrintendente (già direttore generale area artistica), e ha sollevato dallo stesso incarico Nicola Sani, che presumibilmente (dopo consultazione con il Ministro Franceschini), ricoprirà il ruolo di direttore artistico.   (14/11/2017)

Luigi Boschi

Approvata la nuova legge sullo spettacolo dal vivo

Ernesto Assante

Partiamo dalla notizia, così riportata dall'ANSA

Ok definitivo per la legge delega di riordino del settore dello Spettacolo, che è stata approvata con 265 voti, 13 i no."La nuova legge - commenta il ministro della cultura Dario Franceschini - incrementa le risorse del Fondo Unico per lo Spettacolo, estende l'ArtBonus a tutti i teatri, rende permanente il tax credit musica, introduce maggiore trasparenza, porta sostanziali novità per il rilancio e la crescita del settore e prevede il graduale superamento della presenza degli animali nei circhi''.

E sottolinea: ''Dopo la nuova legge sul cinema, un altro impegno mantenuto'', mentre su Twitter, con un omaggio fotografico a Fabrizio De André, il ministro fa notare che tra le altre cose la nuova legge riconosce il valore "delle espressioni artistiche della canzone popolare d'autore".

Ecco le principali novità della legge sullo spettacolo dal vivo:

• Aumentano le risorse per lo spettacolo: +19milioni di euro per i prossimi 2 anni e +22,5milioni di euro dal 2020 La riforma incrementa sensibilmente le risorse del Fondo Unico per lo Spettacolo con fondi pari a +9.5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019 e a +22.5 milioni di euro a decorrere dal 2020.

• 4 milioni di euro per spettacoli nelle zone del sisma. La legge autorizza la spesa di 4 milioni di euro per attività culturali nei territori colpiti dal sisma del Centro Italia.

• Estensione dell'ArtBonus a tutti i settori dello spettacolo. La riforma estende l'Art Bonus a tutti i settori dello spettacolo: grazie al provvedimento anche le orchestre, i teatri nazionali, i teatri di rilevante interesse culturale, i festival, i centri di produzione teatrale e di danza, i circuiti di distribuzione potranno avvalersi del credito d'imposta del 65% per favorire le erogazioni liberali finora riservato esclusivamente alle fondazioni lirico-sinfoniche e ai teatri di tradizione.

AL VIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI ALLA STAGIONE LIRICA 2018 DEL TEATRO REGIO DI PARMA

AL VIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI

ALLA STAGIONE LIRICA 2018 DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Prelazione dal 9 al 17 novembre 2017

Nuovi abbonamenti dal 18 al 22 novembre 2017 

Prenderà il via giovedì 9 novembre 2017 la campagna abbonamenti alla Stagione Lirica 2018 del Teatro Regio di Parma. Gli abbonati alla Stagione 2017 potranno esercitare il diritto di prelazione per l’acquisto del nuovo abbonamento fino a venerdì 17 novembre 2017. Nuovi abbonamenti saranno in vendita da sabato 18 a mercoledì 22 novembre 2017. 

Rigoletto e La traviata di Giuseppe Verdi, Roberto Devereux di Gaetano Donizetti e Tosca di Giacomo Puccini sono i quattro titoli che, nel segno del melodramma italiano, compongono la nuova la Stagione Lirica del Teatro Regio, con protagonisti, tra gli altri, Leo Nucci che festeggia i 50 anni di carriera, Mariella Devia, Anna Pirozzi, Stefan Pop, Sonia Ganassi, Andrea Carè. 

I biglietti per le quattro opere saranno in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma da giovedì 23 novembre 2017 e on-line su teatroregioparma.it da venerdì 24 novembre 2017. 

KRYSTIAN ZIMERMAN ALL’AUDITORIUM PAGANINI INSIEME ALLA filarmonica ARTURO TOSCANINI Venerdì 10 novembre 2017 alle 20.30

KRYSTIAN ZIMERMAN Grzegorz Nowak

KRYSTIAN ZIMERMAN ALL’AUDITORIUM PAGANINI

INSIEME ALLA filarmonica ARTURO TOSCANINI

Venerdì 10 alle 20.30 suoneranno per Nuove Atmosfere

diretti da Grzegorz Nowak

Krystian Zimerman, il leggendario pianista polacco prossimo ospite della Filarmonica Arturo Toscanini, ha annunciato un cambio di programma per il suo prossimo concerto di venerdì 10 novembre a Parma, che sarà replicato a Modena sabato 11 e a Bologna lunedì 13. Valido per il Turno Verde, questo straordinario appuntamento in programma all’Auditorium Paganini alle 20.30 (per il quale sono ancora disponibili gli ultimi biglietti) vedrà Zimerman impegnato nel Quarto Concerto in sol maggiore per pianoforte e orchestra, op.58, di Ludwig van Beethoven e non più nella Sinfonia n.2 The Age of Anxiety di Leonard Bernstein. Il Quarto Concerto, nel quale Beethoven rivoluziona i tradizionali rapporti tra strumento solista e orchestra, è opera dell’inverno 1805-1806 anche se la prima esecuzione in teatro avvenne solo nel 1808. Confermato il resto del programma con l’esecuzione della Ouverture op.9 Le carneval romain di Hector Berlioz e con la monumentale partitura orchestrale dei Quadri di un’esposizione di Modest Mussorgskij, presentata nell’orchestrazione squisitamente “russa” di Sergej Gorshakov.

Condividi contenuti