In un primo momento sono stati colpiti diversi centri di cura del sistema sanitario nazionale britannico, in particolare a Londra. Poi le incursioni si sono estese a livello internazionale. Secondo quanto riporta il Guardian è comparso sui pc degli ospedali un messaggio pop-up in cui si chiede agli utenti di pagare 300 dollari per riavere l'accesso

Un imponente attacco informatico, effettuato con le stesse modalità, ha colpito numerose aziende ed enti pubblici in diversi Paesi del mondo, in particolare in Europa. In un primo momento ad essere attaccati sono stati molti ospedali del sistema sanitario nazionale del Regno Unito, poi l’hackeraggio si è esteso a livello internazionale. Secondo quanto riporta il Guardian i protagonisti delle azioni illecite sono stati degli hacker che hanno fatto andare in tilt i computer delle strutture di cura. E’ comparso sui pc un messaggio pop-up in cui si chiede agli utenti di pagare un riscatto di 300 dollari in bitcoin per riavere il corretto accesso al computer. Stessa modalità ripetuta in Spagna, Italia, Portogallo, Russia, Ucraina, Stati Uniti, Cina, Vietnam. Secondo il New York Times l’attacco potrebbe essere stato condotto con uno degli strumenti di hackeraggio rubati lo scorso anno alla National security agency (Nsa) dal sedicente gruppo Shadow Brokers. Il portavoce di Europol Rob Wainwright ha reso noto che la Gran Bretagna e la Spagna hanno chiesto aiuto sui cyberattacchi.