Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Sorgenti

Sorgenti: news e opinioni di politica. Con il contributo di redattori volontari che possono inviare i loro scritti a luigiboschi@gmail.com

TERMOMETRI, MERCURIO ADDIO

(ANSA) BRUXELLES - Si avvicina l'addio al mecurio nei termometri per misurare la febbre, barometri e manometri. Tra poche ore il Parlamento europeo voterà, in seconda lettura, una proposta di direttiva, che vieta il ricorso al mercurio nelle apparecchiature per la misurazione destinate alla vendita al grande pubblico, per evitare che il metallo altamente tossico entri del flusso dei rifiuti.

La proposta di direttiva dà agli stati membri complessivamente diciotto mesi dall'entrata in vigore del testo per applicare nel norme che eliminano il mercurio da termometri, manometri e sfigmomanometri. Per quanto riguarda i barometri la relatrice, la socialista spagnola Maria Sornosa Marinez propone al Parlamento di adottare la posizione comune approvata dal Consiglio e che prevede una deroga di due anni dall'entrata in vigore, durante i quali i produttori possono mettersi in regola. Nessun ripercussione della norma sui barometri già in uso e su quelli sul mercato dell'usato, che contineranno a poter essere venduti, riparati e restaurati o per le apparecchiature d'antiquariato, risalenti a pù di 50 anni dall'entrata in vigore della direttiva. Se il Parlamento europeo, come sembra assai probabile, adotterà la proposta senza modifiche, la direttiva entrerà in vigore non appena sarà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue, nel giro di qualche settimana.

CATRICALA': VERIFICHE SU LIBERALIZZAZIONI

(ANSA) ROMA - "L'Antitrust sta lavorando" per verificare se le banche stiano applicando correttamente le norme previste dal pacchetto liberalizzazioni. Lo ha annunciato il presidente dell'Antitrust Antonio Catricalà precisando che anche a lui è stata chiesta per l'estinzione di un mutuo "una penale più alta di quella stabilita dagli accordi tra Abi e consumatori".

L'Autorità garante per la concorrenza sta lavorando sulla questione dopo aver ricevuto "diverse lamentele", ha spiegato Catricalà. Le associazioni dei consumatori hanno infatti inviato all'Autorità una lunga lettera in cui denunciano l'elusione da parte degli istituti bancari di alcune delle misure contenute nei decreti sulle liberalizzazioni: dalla portabilità dei mutui a zero spese, all'applicazione di penali ridotte sui mutui contratti prima di febbraio 2007 (cioé prima del secondo pacchetto Bersani).

UN PIANO PER IL MEDIO ORIENTE

Caro Tony, ecco il piano per la pace in Medio Oriente. Dieci ministri degli Esteri della Ue scrivono a Blair mediatore per il Medio Oriente.
Per la prima volta un gruppo di paesi europei dice apertamente che la Road Map è fallita

(Repubblica.it) ROMA - Per la prima volta un gruppo di paesi europei dice apertamente che la Road Map è fallita. Firmata dai dieci ministri degli Esteri dei paesi mediterranei della Ue che nei giorni scorsi si sono riuniti in Slovenia, la "lettera aperta" al nuovo mediatore per il Medio Oriente Tony Blair che pubblichiamo rappresenta una svolta per la diplomazia europea nel conflitto israelo-palestinese. La lettera proposta dalla diplomazia francese contiene altre idee, ancora non molto ben dettagliate, ma capaci di riaccendere una seria discussione sia nell'Unione europea che nel Quartetto in cui sono presenti anche americani, russi e Nazioni Unite.

Padoa-Schioppa in trincea a Bruxelles

Pensioni e Dpef, esame europeo. Oggi la riunione dell'Eurogruppo. Domani l'Ecofin. Il commissario Almunia "preoccupato" per la frenata dei tagli al deficit. Previdenza, duello con Cgil, Cisl e Uil sulla durata degli scalini

di ROBERTO PETRINI

(Repubblica.it) ROMA - Settimana decisiva per Dpef e pensioni. Oggi il ministro dell'Economia Padoa-Schioppa vola a Bruxelles per partecipare alla riunione dell'Eurogruppo che dovrà esaminare i conti pubblici italiani. Il Dpef arriva a Bruxelles, dove domani si riunirà anche l'Ecofin, preceduto dalle osservazioni critiche del commissario europeo Almunia che si è detto "molto preoccupato" per l'insufficiente taglio del deficit 2008 prospettato dal governo italiano.

Padre Bossi, l'ombra di Al Qaeda

Le autorità filippine: «Il missionario è in mano al gruppo Abu Sayyaf»

(La Stampa.it) MANILA Le autorità delle Filippine ne sono certe: padre Bossi, il sacerdote italiano rapido il 10 giugno scorso nel sud delle Filippine, è in mano ad esponenti del gruppo Abu Sayyaf, considerato vicino alla rete terroristica di al Qaida. La tesi è sostenuta dal consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Gloria Arroyo, Norberto Gonzales, che dice di avere avvertito di tale eventualità anche Margherita Boniver, l’ex sottosegretario italiano agli Affari Esteri che si è recato nei giorni scorsi nelle Filippine per raccogliere informazioni sul caso.

BASTA CON LA GUERRA IN IRAQ

Il New York Times sferza Bush. Duro attacco del quotidiano: "Causa perduta, bisogna andare via". Nel mirino il presidente Usa: "Vuole scaricare il disastro sul suo successore"

(Repubblica.it) WASHINGTON - "E' giunto il momento per gli Stati Uniti di lasciare l'Iraq". Il duro stop alla guerra, fortemente voluta dall'amministrazione Bush, arriva dal New York Times. Il quotidiano affida la sua dura presa di posizione ad un lungo editoriale che chiama 'La via del ritorno'. E sono parole che pesano come macigni sulla Casa Bianca. "Come tanti americani abbiamo rinviato questa conclusione in attesa di un segnale che il presidente Bush stesse cercando di sottrarre gli Stati Uniti al disastro da lui creato invadendo l'Iraq senza ragioni sufficienti, sfidando l'opposizione generale, senza un piano successivo per stabilizzare il paese", scrive il quotidiano.

EUROGRUPPO, OFFENSIVA SARKOZY SU CONTI E EURO

(ANSA) BRUXELLES - I ministri delle finanze della zona dell'euro aggiungeranno domani sera un posto a tavola per accogliere il presidente francese Nicolas Sarkozy che si è autoinvitato alla riunione dell'Eurogruppo con una mossa inabituale che ha suscitato curiosità ma anche una qualche irritazione, soprattutto negli ambienti della Commissione Ue. La presenza di Sarkozy, la prima di un capo di Stato all'appuntamento mensile dei ministri finanziari, dominerà l'esito della riunione perché il presidente francese arriva a Bruxelles con un'atteggiamento supponente e con richieste di flessibilità sulle politiche di bilancio che potrebbero riaprire il fronte sempre caldo del rispetto dei vincoli del Patto di stabilità e di crescita. E probabilmente chiederà - come anticipato oggi da un giornale francese, le Journal du Dimanche - una riunione, dopo l'estate, sulle politiche economiche a livello di capi di stato.

RACCOLTA FIRME PER IL REFERENDUM

Referendum, la notte bianca delle firme il 14 luglio tavoli aperti fino all'alba.
Guzzetta: "Serve un ultimo sforzo. Se teniamo duro l'obiettivo può essere raggiunto". Sono necessarie ancora 150 mila firme. C'è tempo fino al 24 luglio

(Repubblica.it) ROMA - Tavoli aperti fino all'alba. La "notte bianca" del referendum sulla legge elettorale si terrà sabato prossimo 14 luglio nelle principali città italiane e sarà un vero e proprio tour de force del Comitato referendario per cercare di raccogliere le ultime 150 mila firme. Tante sono infatti quelle che ancora mancano per raggiungere la "quota di sicurezza" (il quorum è a 500 mila) entro il 24 luglio.

CAMERA, NEL 2007 COSTERA' 1053.5 MILIONI

(di Francesco Bongarrà)

(ANSA) Alla Camera tra aria di risparmi. Taglia qui, taglia lì, alla fine nel 2006 si è riusciti a spendere 42,8 milioni di euro in meno rispetto ai 1.023,10 inizialmente previsti nel bilancio. Un trend che si evince dal Conto consuntivo per il 2006 (sarà discusso e votato nell'Aula della Camera il 16 ed il 17 luglio con il bilancio di previsione per il 2007) che dura ormai da alcuni anni e alla Camera si sta ancora lavorando in modo da ottenere sempre maggiori risparmi "pur mantenendo al massimo gli standard di qualità". Anche se nel bilancio di previsione non ci sono ancora i tagli dei costi della politica che saranno decisi quanto prima da Camera e Senato (primi fra tutti quelli sulle pensioni dei deputati) per il 2007 il tasso di crescita della spesa previsto é pari al 2,94%: inferiore al 2,99 registrato nel 2005, l'anno prima che si tenessero le elezioni politiche (quando c'é sempre un aumento della spesa per la nuova legislatura). Un trend in diminuzione che, si legge nella relazione dei deputati questori, è frutto non solo della riduzione dell'indennità parlamentare decisa nelle Finanziarie 2005 e 2006 ma anche della "costante razionalizzazione della spesa proseguita con determinazione sin dall'inizio della XV legislatura". A questo proposito, vengono segnalati prossimi interventi di riduzione dei costi nel settore immobiliare, in quello della ristorazione (che l'ufficio di Presidenza ha deciso di dare in appalto all'esterno) ed in quello delle manutenzioni edili ed impiantistiche e dell'informatica.

ZAPATERO ANNUNCIA IL RIMPASTO DI GOVERNO

(ANSA) MADRID - Il premier spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero ha annunciato un rimpasto governativo che riguarda i ministeri della cultura, amministrazione pubblica, alloggi e sanità.

Zapatero ha precisato durante una conferenza stampa che il nuovo ministro della sanità sarà Bernat Soria al posto di Elena Salgado che va all'Amministrazione pubblica al posto di Jordi Sevilla. Inoltre Cesar Antonio Molina va alla Cultura al posto di Carmen Calvo, e agli alloggi Carmen Chacon al posto di Maria Trujillo.

L'importante rimpasto, il quarto del mandato del premier, avviene a otto mesi dalle elezioni generali, e segnala la volontà di Zapatero di concludere la legislatura contrariamente alle pressanti richieste dell'opposizione per elezioni anticipate. Allo stesso tempo, rilevano gli osservatori, punta a rilanciare l'attività di governo in vista di un appuntamento elettorale dove i sondaggi appaiono incerti pur continuando a dare un leggero vantaggio ai socialisti.

A TAVOLA DEL CARO POLITICO

I deputati si "regalano" il ristorante pagano 9 euro per pranzi che costano 90. Divario di uno a dieci tra gli incassi e le spese di gestione della buvette di Montecitorio. La "mensa" sul bilancio della Camera pesa per 5 milioni l'anno. Appalto a una ditta privata per risparmiare

di CARMELO LOPAPA

(Repubblica.it) ROMA - I cavatelli al salmone fresco e zucchine serviti ieri erano una delizia (3,60 euro). Ma anche gli gnocchi di patate al pomodoro e basilico sembra che abbiano riscosso un certo successo (3 euro). Gli onorevoli più buongustai sono passati poi a dell'ottimo pescato del giorno (4,20 euro) e infine a una ghiotta "scelta di dolci" (1,80 euro). Il tutto per 9 euro, centesimo più, centesimo meno. Peccato che quel pranzo sia costato alle casse della Camera dieci volte di più: 90 euro.

VISCO: PRONTI A RIDURRE LE TASSE

(ANSA) GENOVA - "Recuperare i 100 miliardi evasi è una questione solo di tempo, di volontà politica e di capacità organizzativa. Fin dall'inizio abbiamo detto che il recupero dell'evasione era finalizzato alla riduzione delle tasse. Adesso siamo in grado di cominciare a farlo, sempre che si contenga la spesa pubblica e si proceda al recupero dell'evasione". Lo ha detto a Genova il viceministro dell'economia Vincenzo Visco a margine di un convegno sui dieci anni dell'Agenzia delle Entrate.

"Bisogna decidere - ha aggiunto Visco - se si vuole fare il recupero: la cosa è possibile. Lo stiamo dimostrando con quello che è successo questo anno. Nello stesso tempo è evidente che essendo l'evasione un fenomeno di massa, l'opposizione al contrasto è fortissima". Per quanto riguarda  la riduzione delle tasse il viceministro dell'Economia ha ribadito che "speriamo di cominciarlo a fare fin da subito". "Prima abbiamo dovuto rimettere in equilibrio il bilancio devastato da cinque anni di malagestione".

LEGGE ELETTORALE: APERTURE A MODELLO TEDESCO

Alessandra Chini

(ANSA) ROMA - Arriva in commissione Affari Costituzionali al Senato, finalmente nero su bianco, una proposta di lavoro sulla riforma della legge elettorale. Non è ancora un testo base, da emendare e poi portare in Aula, tant'é che il relatore del provvedimento, Enzo Bianco, la definisce un "documento di lavoro". Le linee generali dell'articolato, che sarà depositato entro una decina di giorni, però sono chiare: proporzionale puro con premio di maggioranza (fino a 340 seggi), soglia di sbarramento al 4% e collegi uninominali circoscrizionali che vanno a sostituire le deprecate liste bloccate che, secondo molti, hanno esautorato gli elettori e dato alle segreterie di partito la possibilità di scegliere gli eletti. Con una clausola 'salva piccoli' ben radicati sul territorio (che piace a Clemente Mastella) visto che lo sbarramento è aggirabile da parte di chi abbia ottenuto almeno tre eletti in tre circoscrizioni diverse. Rimane la possibilità di liste collegate in coalizione. Un testo, comunque, in fieri, e che può agevolmente virare (con pochi ritocchi ad hoc) verso il modello spagnolo o piuttosto quello tedesco sul quale continuano a crescere i consensi, sempre a patto, si puntualizza in ambienti vicini al presidente della commissione, di non toccare il rapporto eletto-elettore (una vera 'linea del Piave').

IL FUTURO DELLE AGENZIE TRA RISCHI E OPPORTUNITA'

(ANSA) ROMA - Il futuro delle agenzie di stampa non é minacciato dalle nuove tecnologie. Anzi, dalla rivoluzione multimediale può trovare l'opportunità di un cambiamento radicale e nuova linfa: è quanto emerso da un dibattito nella sede della stampa estera dove è stato presentato il libro E' l'agenzia, bellezza! di Stefano Polli (Ansa) e Cesare Protettì (Apcom). Un'occasione per il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all'editoria, Ricardo Franco Levi, di annunciare che il ddl di riforma dell'editoria approderà in Consiglio dei Ministri "la prossima settimana o la settimana successiva".

COSTI POLITICA: VIA 1/3 DEPUTATI, -25% CONSIGLIERI COMUNI

(ANSA) ROMA - Quattrocento deputati invece degli attuali 630, 200 senatori invece dei 315; riduzione del numero dei ministeri il 25% in meno di consiglieri regionali, provinciali e comunali. Non più di 15 assessori regionali, e non più di 14 assessori per Province e Comuni. Sono alcuni dei principi ispiratori - secondo quanto apprende l'Ansa - alla base del ddl per il contenimento dei costi della rappresentanza e degli apparati amministrativi. Il testo, non ancora l'articolato del ddl, è stato messo a punto, qualche giorno fa, dal capo di gabinetto del ministro Giulio Santagata, il consigliere Michele Corradino intorno, d'intesa con i tecnici del ministro per gli Affari regionali, Linda Lanzillotta.

NUOVO VIDEO DI ZAWAHRI: COLPIRE OCCIDENTE E ARABI CORROTTI

(ANSA) DUBAI - Ayman al Zawahri, il vice di Osama bin Laden ha esortato i mujaheddin a unirsi nella jihad e a rovesciare i governi musulmani "corrotti", e anche a colpire gli interessi occidentali dovunque nel mondo, in un nuovo video di 95 minuti in cui si lancia in un durissimo attacco ai regimi di Arabia Saudita ed Egitto.  

"La lotta contro i regimi corrotti e corruttori prevede due fasi - afferma l'egiziano numero due di Al Qaida - A breve termine bisogna prendere di mira gli interessi crociati ed ebrei". "Tutti coloro che hanno aggredito la nazione (islamica) - prosegue - ne devono pagare il prezzo, nei nostri paesi e sui loro territori, in Iraq, Afghanistan, Palestina, Somalia e dovunque si possa colpire i loro interessi".   "A lungo termine - afferma Zawahri - bisogna agire seriamente per cambiare questi regimi corrotti e corruttori".

Depf, governo bocciato due volte

Al cartellino giallo dell’Ue, anticipato da Almunia, si aggiunge il monito del Fondo Monetario Internazionale

(La Stampa.it) ROMA Doppia bocciatura internazionale per il Documento di programmazione economico-finanziaria (Dpef): al cartellino giallo dell’Ue, anticipato venerdì scorso dal commissario Ue agli Affari economici Joaquin Almunia e ribadito oggi nel «Rapporto trimestrale sull’economia dell’eurozona», si è aggiunto un severo monito del Fondo monetario internazionale (Fmi). Lo sforzo di risanamento previsto nel nuovo Dpef non ottiene ciò di cui l’Italia ha bisogno», è il giudizio lapidario dell’istituzione di Washington, «malgrado alcune riforme del processo di bilancio che sono gradite, la posizione assunta non è in linea con i consigli del board del Fondo Monetario Internazionale».

PIANO SALVA CLIMA

2012, addio vecchie lampadine. Alla Camera il piano salva clima. A fine mese in aula le eco-misure approvate dalla commissione ambiente. Tra gli scopi: attivare un'economia a basso impatto ambientale

di ANTONIO CIANCIULLO

(Repubblica.it) ROMA - Calcolare le tasse automobilistiche in base alle emissioni di anidride carbonica delle macchine. Vietare la vendita degli elettrodomestici non di classe A a partire dal 2010 e delle lampadine a incandescenza a partire dal 2012. Estendere ad altre fonti rinnovabili il meccanismo del "conto energia" da poco applicato al fotovoltaico. Disincentivare l'uso degli 8 milioni di scaldabagni elettrici. Sono alcune delle misure contenute nella relazione sui cambiamenti climatici approvata all'unanimità dalla commissione Ambiente di Montecitorio.

LIBERATO GIORNALISTA DELLA BBC

(ANSA) GAZA - Alan Johnston, il giornalista della BBC sequestrato nella Striscia di Gaza il 12 marzo scorso, e' stato consegnato dai suoi rapitori islamici a funzionari di Hamas. Lo rendono noto fonti palestinesi che hanno negoziato per il suo rilascio. Le fonti palestinesi hanno detto di aver visto il giornalista britannico, 45 anni, essere preso in consegna dai funzionari del movimento Hamas.

LEADER HAMAS, LIBERAZIONE GIORNALISTA BBC NOSTRO IMPEGNO
Il leader politico di Hamas, in esilio a Damasco, Khaled Meshaal, ha detto che la liberazione del giornalista dimostra che il suo movimento islamico ha portato ordine nella Striscia di Gaza, dopo la conquista del potere nel territorio il mese scorso. ''Siamo stati in grado di chiudere questo capitolo che ha danneggiato moltissimo l'immagine del nostro popolo. Grazie a Dio, gli sforzi compiuti da Hamas hanno portato alla liberazione di Alan Johnston'' ha detto Meshaal telefonando dalla Siria. ''Abbiamo espresso il nostro rammarico nel nome del popolo palestinese per il rapimento del giornalista della BBc, che rappresenta un'offesa per il nostro popolo''. Fonti del governo di Hamas hanno aggiunto che Alan Johnston ''e' stato liberato in seguito a un accordo con i suoi rapito ed e' il buona salute''. L'ufficio del primo ministro palestinese esautorato da Abu Mazen, Ismail Haniyeh, ha reso noto che il giornalista della BBc aveva ''incontrato il premier palestinese''. Il direttore della BBC a Gaza, Sayed Abu Samallah, ha confermato che ''Alan e' nelle nostre mani e sta bene''.

STORACE LASCIA AN: "NON E' PIU' LA MIA CASA"

(ANSA) ROMA - Francesco Storace si è dimesso da An. Il senatore ha formalizzato la sua decisione con una lettera al segretario del circolo della Balduina di An, a cui era iscritto. "Credo che questa non sia più la mia casa politica", spiega Storace nella lettera di dimissioni.  Francesco Storace attacca in particolare Gianfranco Fini nella sua lettera di dimissioni dal partito. Dice infatti di vedere "praticamente esaurita la funzione di Alleanza nazionale nella rappresentanza dei valori della Destra, con il suo leader molto impegnato nel tentare a tutti i costi, attraverso formule che si modificano quotidianamente e incomprensibilmente, nel liberarsi di quello che appare sempre più un fardello ingombrante per i suoi disegni politici".

Storace giudica "legittimo" il tentativo di Fini di trasformare An "nell'ennesimo partito di centro esistente in Italia", ma rivendica "il diritto di non condividere questa prospettiva". Il senatore lamenta poi che sono cadute nel vuoto le sue richieste di fare chiarezza nel partito. "Addirittura - protesta - si rifiuta la celebrazione del congresso nazionale (cinque anni dopo l'ultimo!) con motivazioni assolutamente sconcertanti". "Avrei voluto sapere dagli iscritti - scrive ancora Storace - se condividono molte delle tesi espresse solitariamente dal presidente Fini in questi cinque anni, ma non é stato possibile. Vorrà dire che lo chiederemo direttamente agli italiani". Il senatore assicura quindi che in Parlamento seguirà "come indipendente" le direttive del gruppo di An se saranno decise dalla maggioranza dei senatori. "Altrimenti mi regolerò con la mia coscienza e nel rispetto dei nostri valori nelle votazioni d'aula, ben consapevole che il nemico sta dall'altra parte". Sul piano politico, Storace assicura che lavorerà "alla strutturazione della destra nel Paese per restituire una speranza a tantissimi militanti che da tutta Italia la rivendicano spaesati, disorientati, stanchi di svolte continue che ormai non fanno nemmeno più notizia".

Scudo anti missile, Putin rilancia

Bush vede il leader russo, pronto un coinvolgimento della Nato

(La Stampa.it) ROMA Vladimir Putin tenta il rilancio sul progetto di scudo americano antimissile per l’Europa: perchè non creare a Mosca e Bruxelles «un centro per lo scambio di informazioni sui lanci missilistici», e contemporaneamente utilizzare «assieme agli Usa una stazione di allerta per lanci missilistici, in costruzione nel Sud della Russia?» Questa la proposta fatta a Bush dopo ore a pescare assieme nell’Atlantico, a Kennenbunkport.

RIFIUTI: FIDUCIA ALLA CAMERA SUL DL CAMPANIA

(ANSA) ROMA - Domani mattina alle 11:30 si terra' il voto di fiducia sul decreto legge relativo all'emergenza rifiuti in Campania: lo ha deciso la conferenza dei Capigruppo della Camera. Il termine per la presentazione degli ordini del giorno al decreto è stato fissato per questo pomeriggio alle 16:30. Le dichiarazioni di voto avranno inizio domattina alle 9:15; alla fine delle due 'chiame' si dovrebbe giungere intorno alle 13, dopodiché si passerà all'esame degli ordini del giorno che proseguirà ad oltranza. Mercoledì dalle 14, in diretta televisiva, si terranno le dichiarazioni finali sul provvedimento cui seguirà il voto finale.

RIPORTATECI A CASA

L'accorata lettera di un soldato Usa al fronte

(Peacereporter.net) Sono passate due settimane dall’ultima mia lettera. Vorrei iniziare dicendo che questo è stato uno dei periodi più duri della mia vita e credo che senza le vostre preghiere non ce l’avrei fatta. Senza l’aiuto del Signore, poi, non ce l’avrei fatta di sicuro.

Continuate a pregare, amici miei. L’esercito americano ha dei seri problemi al momento. I nostri capi non raccontano la verità alla gente. Noi soldati semplici non abbiamo voce in capitolo, però io voglio che sappiate la verità. La verità di un soldato delle forze di terra nel centro di Baghdad. Non facciamo progressi. A dire il vero, rispetto all’ultima volta che sono stato qui, nel 2005, abbiamo di fronte un nemico completamente diverso. Prima combattevamo contro qualche cane sciolto, gente che veniva da fuori, adesso combattiamo contro l’intero paese. Le strade sono vuote. La gente che lottava per la libertà è stata uccisa da tempo, oppure se ne è andata. L’altro giorno ho fatto sgombrare delle case, erano semiabbandonate. Le uniche persone che sembrano volerci qui sono quelle cui abbiamo dato il potere.

DPEF: LA DOTE DEL FISCO, VERSO ASSEGNO MENSILE PER FIGLI

(ANSA) ROMA - Si va verso l'assegno unico per il sostegno alle famiglie con figli (circa 10 milioni i minori di 18 anni in Italia) che unirà le attuali detrazioni Irpef agli assegni familiari. Il Governo, con il Dpef varato giovedì, indica la strada che sarà poi percorsa a partire dalla prossima manovra e gli uffici del viceministro all'Economia, Vincenzo Visco, lavorano già a pieno ritmo a questa ipotesi che porterà - come scritto nel Dpef - "a una vera e propria dote fiscale per il figlio indipendentemente dallo status lavorativo dei genitori".

MINISTRO GIAPPONESE GIUSTIFICA BOMBA ATOMICA, POLEMICHE

(ANSA) TOKYO - Il ministro della difesa giapponese Fumio Kyuma si è detto dispiaciuto per avere dato l'impressione di considerare poco importanti le centinaia di migliaia di vittime provocate dalle due bombe atomiche sganciate nel 1945 dagli americani. La sua affermazione, fatta ieri, aveva subito suscitato dure polemiche. Nel corso di una conferenza stampa oggi a Nagasaki, sua città natale, il ministro si è detto molto dispiaciuto ma ha specificato di non volere rettificare nel contenuto le sue dichiarazioni, lamentando solo il fatto di essere stato male interpretato.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti