Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Affare canili: il numero reale degli animali? Occorre fare l’accesso agli atti!

 Barbara Corbellini

Sulla scia dei sopralluoghi delle forze dell’ordine all’ex Nova Entra avvenuti nelle scorse settimane, Sudpress ha fatto una visita all’Asp3 Veterinaria per sapere se viene fatto un censimento dei cani, quanti animali ci sono nei canili di San Giovanni Galermo e se questi dati sono pubblici. Carmelo Macrì e Michele Privitera: “Il numero dei cani ospitati in una struttura è un dato che possiamo trasmettere solo alle autorità, ai comuni e ai canili, i cittadini devono fare un accesso agli atti con valide motivazioni”

Si parla di circa 1000 cani per le strutture de “Il rifugio di Concetta”, sia quelle di San Giovanni Galermo che di Adrano. Dato questo fornitoci dal veterinario dell’Asp3 di Catania, Michele Privitera. Dai sopralluoghi delle forze dell’ordine risulta sempre che, nelle strutture di via Villa Flaminia, talvolta sono detenuti circa 500 animali e talvolta più o meno 600. Secondo la legge regionale però l’appalto per un canile si può formulare su un tetto massimo di 400 cani. Numeri che non tornano dunque e spesso approssimativi.

Ma qual’è il numero reale ed effettivo dei cani all’ex Nova Entra? Ci sono degli elenchi pubblici? Il censimento esiste e viene fatto in maniera costante, ma un cittadino qualunque non può avere libero accesso a questi dati se non facendo una specifica richiesta agli atti con opportuna motivazione.

Questo è quello che ci comunica l’Asp veterinaria di Catania dove il dottor Carmelo Macrì e Michele Privitera hanno spiegato a Sudpress come funziona il sistema informatico di raccolta dati riguardo ai cani registrati che si trovano nei canili.

“Esiste un sistema informatico ragionale e nazionale on-line, accessibile al pubblico -dichiara Michele Privitera-. Attraverso questi sistemi è possibile rintracciare alcuni dati riguardanti ad esempio le strutture di tutta la Sicilia, ma per quanto riguarda il sistema informatico locale non è accessibile ai cittadini”.

Ed è proprio nell’ambito di questo sistema informatico locale che viene indicato il nome della struttura dove si trova un animale, mentre nel sistema regionale e nazionale questo dato non viene specificato. “Possiamo fornire informazioni dettagliate riguardo il numero di cani in un determinato canile –continua Privitera- soltanto alle forze dell’ordine, al canile in questione e al comune”.

Sono dati interni –spiega anche Carmelo Macrì– ci deve essere un motivo valido e particolare per cui un cittadino può chiedere queste informazioni e deve presentare domanda di accesso agli atti. È giusto che l’elenco sia a disposizione dell’Asp, dell’associazione in questione, del comune che paga l’associazione e delle autorità”.

Dunque ricordiamo che il Comune di Catania liquida all’ex Nova Entra soldi in continuazione a seguito anche delle numerose proroghe, ma ai cittadini non è dato sapere per quanti cani effettivi vengono liquidate le somme di denaro.

Andando sul sito dell’anagrafe canina regionale l’unico dato scritto che si riesce a trovare è un elenco dei rifugi sanitari aggiornato al 15 dicembre 2015. Leggendo il documento risulta che per i canili di San Giovanni Galermo è prevista una capacità di 450 cani. Ma negli anni, a seguito dei sopralluoghi effettuati da parte delle autorità, è risultato un numero di cani sempre maggiore compreso tra 500 e 600, ben oltre i limiti consentiti dalla legge con relative condizioni di sovraffollamento.

Un fatto è certo: si tratta ad ogni modo di dati difficili da reperire e sapere il numero effettivo e reale di animali ospitati attualmente al “Rifugio di Concetta”, o negli altri canili, sembra impresa ardita. 02 giugno 2017

Fonte Link http://www.sudpress.it/affare-canili-numero-reale-degli-animali-occorre-laccesso-agli-atti/#

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">