Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Cittadella di Parma, ex ostello abbandonato: "Ora basta, dimissioni dell'assessore"

Alla presentazione del progetto e del suo utilizzo nell’ex chiesa San Tiburzio dissi all'Assessore Alinovi che non mi convinceva, e gli suggerivo altre soluzioni. "Di tutti questi progetti in esposizione si capisce il vuoto cerebrale nella loro funzionalità"... "Possibile che in un luogo dove si pratica lo sport non vi sia un presidio medico di pronto intervento? Una palestra per intervallare l’attività all’aperto con quella indoor? Un luogo educativo allo sport comprendendo una corretta alimentazione? [LINK] Durante i lavori mi recai a far visita al cantiere scattando fotografie ed era già palese il disastro, l'inadeguatezza progettuale nel suo aspetto funzionale. "Del recupero e del restauro, mi permettevo, infatti, di sollevare forti perplessità su alcuni aspetti di completamento negli esterni. Poco funzionali ad una alta fruibilità popolare"...  "Si metteva in discussione non il recupero architettonico, ma la scelta politica del progetto funzionale inadeguato al complesso che avrebbe meritato più attenzione e scelte in linea con l'uso popolarmente adottato da moltissimi anni. LB

Arturo Dalla Tana, assiduo frequentatore del parco della Cittadella, rilancia la questione dell'ex ostello. La riqualificazione dell'immobile è costata centinaia di migliaia di euro ma l'immobile non ha ancora una destinazione.

foto tratta da parma.repubblica.it: Rottami e disastro in Cittadella

"Vedete nell’immagine il materiale riflettente, esso pure risultato sgradito, staccato e demolito con un lungo lavoro durato giorni. Cosa altro attenderci, oltre ad un aumento della spesa sostenuta sinora, già superiore al milione e mezzo di euro per avere il nulla, non è dato di sapere. Ma se c’è una logica (signori consiglieri comunali per favore ascoltatemi) nulla di diverso ci può essere da: revoca dell’incarico al progettista e richiesta risarcimento danni; dimissioni dell’assessore responsabile dello scempio; un progetto finalmente sensato e adatto all’antica fortezza e ai suoi frequentatori. Che non ne possono più di sprechi, incapacità, inefficienze".

Fonte link: parma.repubblica.it