Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Gilet gialli contro La truffa bancaria della moneta a debito. La politica e la Magistratura devono intervenire senza protrarre oltre gli interventi nel debellare questa truffa strutturale che impoverisce gli italiani

I soldi sono dei cittadini, non delle banche. Sono i cittadini che rimborsando i debiti (illegali) contratti con le banche attraverso moneta scritturale digitale, creata dal nulla, trasferiscono ricchezza reale agli istituti di credito. Realtà economiche basate sulla truffa non possono più avere il "red carpet" istituzionale. Mettiamo i gillet gialli contro questa truffa bancaria monetaria. Sovvertiamo questa situazione che impoverisce tutti e arricchisce solo i ladri di vita. Cosa aspettano i politici ad intervenire drasticamente! Non si può continuare con questa truffa all'infinito. La Politica, la Magistratura e tutti gli altri poteri hanno il dovere costituzionale (art.1; art.11; art.41; art. 43; art47) di intervenire, diversamente divengono correi. Le banche esercitano attività non conforme al loro fine istituzionale che è quello di intermediazione del credito e non quello di emissione di denaro scritturale creato dal nulla. Se è la Finanza che dirige la politica e i politici, l'Italia non è più una Republica democratica, ma siamo di fronte a una dittatura "tecno fascista finanziaria". E' stato di fatto praticato un vero e proprio colpo di Stato, nel silenzio di tutti i centri di potere e di informazione. (Parma 12/12/2018 - aggiornato il 16/12/2018)

Luigi Boschi

Articoli correlati: 
DOSSIER SIGNORAGGIO E BANCHE

IL CORAGGIO DI DIRE LE VERITA'

COMPLIMENTI PER L'ARTICOLO E PER IL CORAGGIO DI DIRE LE VERITA' CHE ALTRI PRESUNTI GIORNALISTI NASCONDONO.
Tanya