Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Giornate della Laicità dal 21 al 23 aprile 2017 a Reggio Emilia

giornate della laicità 2017 Reggio Emilia

OTTAVA EDIZIONE

Francesca Avanzini

Anche quest’anno, dal 21 al 23 aprile, si svolgono a Reggio Emilia, prevalentemente presso l’Università, in V.le Allegri, le Giornate della Laicità, dedicate al tema  “Trasformazione è donna. Pratiche, pensieri, esperienze femminili per nuovi modelli di vita e convivenza.”

Diversi sono i temi sul tappeto. Di uguaglianza di genere e di come questa possa favorire uno sviluppo sostenibile, anche tramite il riconoscimento di molte attività femminili non pagate, superando così una visione puramente economicistica del benessere, si occupano Chiara Saraceno e Jacopo Tondelli venerdì 21 alle 18.30 presso l’aula 2, preceduti la mattina dello stesso giorno, alle 9.30, presso la CGIL di Via Roma, da Monica Lanfranco ed Enzo Mazzo con un argomento attinente. Di come cioè la maggioranza del pianeta sia femminile, ma abbia meno diritti della controparte maschile a causa di un intrico di visioni patriarcali culturali  e religiose, e di come la laicità sia quindi  un potente strumento di costruzione della democrazia.

Sabato 22, sempre presso l’università, si segnala l’intervento “Donne e religioni: sottomissione o libero arbitrio?” Molte religioni, sotto una copertura teologica, hanno escluso le donne dal contatto diretto col sacro, mentre solo questo potrebbe operare una vera innovazione in seno alle religioni stesse.

Tra ludico e filosofico, alle 17 dello stesso giorno, in Aula Magna, l’intervento di Telmo Pievani che, coadiuvato da parodie pop-rock e d’operetta, tra testimonianze “scientifiche” e talk show, rifletterà sul tema “Il maschio è inutile”.

Più tardi, ibidem, Annarosa Buttarelli in “Spiritualità femminile senza religione” parlerà di come la ricerca delle donne più avanzata abbia riscoperto traccia di una genealogia spirituale femminile affine alla concretezza della vita mistica, più che alla costruzione di fedi istituzionali.

Molti gli altri interventi, tutti di grande interesse. Per una lista completa cfr. il sito “Giornate della Laicità”.

Tra i tanti interventi di domenica si segnala, alle h 15 in Aula Magna,, quello di Laura Lepetit che, nel presentare il suo libro “Autobiografia di una femminista distratta, ripercorre la storia della mitica casa editrice “La Tartaruga”, da lei fondata, che tanto ha contribuito a diffondere la cultura femminile e a fare conoscere le più grandi scrittrici di tutti i tempi.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">