Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

IMPARIAMO IL CONCERTO: MERCOLEDI’ LA CONFERENZA DI CRISTIAN CARRARA SU MENDELSSOHN E SAINT-SAËNS

Carrara Cristian

PROSEGUE IMPARIAMO IL CONCERTO: MERCOLEDI’ LA CONFERENZA DI CRISTIAN CARRARA SU MENDELSSOHN E SAINT-SAËNS
La conferenza si terrà alla Sala Päer del CPM Toscanini

Impariamo il Concerto, la nota serie di conferenze e prove aperte al pubblico attraverso le quali la Fondazione Toscanini presenta al suo pubblico e agli appassionati i brani che costituiscono la programmazione di Nuove Atmosfere, prosegue mercoledì 21 novembre alle ore 18 nella sua nuova sede della Sala Conferenze Päer del CPM Toscanini.L’ingresso avverrà attraverso la reception e biglietteria della Fondazione Toscanini di Viale Barilla 27/A, sempre all’interno del Parco Eridania e a pochi metri dall’Auditorium.
L’appuntamento inaugurale è affidato al compositore Cristian Carrara che racconterà al pubblico genesi, articolazione, aneddoti dei tre brani che saranno eseguiti, come debutto della serie Tutti per Uno 2018/19, venerdì 23 novembre (ore 20.30) dalla Filarmonica Arturo Toscanini guidata dal suo direttore principale Alpesh Chauhan e con la partecipazione del violoncellista Pietro Nappi. Come sempre, la conferenza sarà preceduta dalla possibilità di poter assistere all’anteprima del concerto (a partire dalle 15 all’Auditorium Paganini, ingresso dall’entrata principale). L’ingresso al doppio appuntamento (anteprima e conferenza) è come sempre fissato ad 1 euro.

Il programma sarà aperto dall’ouverture op.95 Ruy Blas di Felix Mendelssohn, che egli scrisse nel marzo 1839 su commissione e malgrado la sua manifesta avversione per il lavoro di Victor Hugo da cui prende il nome e più in genere per la produzione letteraria del grande scrittore francese. A dispetto di ciò e a dimostrazione della sapienza compositiva di Mendelssohn il lavoro è fluido, scorrevole, magistralmente orchestrato e mantenuto entro i limiti di un gusto ammirevole per equilibrio sonoro e varietà timbrica. Sempre di Mendelssohn è la Sinfonia n.5 “La Riforma”, op.107. Si tratta in realtà della seconda delle sue Sinfonie, concepita al termine del viaggio in Gran Bretagna, fra il settembre del 1829 e l'estate del 1830, ma pubblicata postuma nel 1868. Alla base della composizione si poneva l'idea di celebrare il terzo centenario della Confessione protestante di Augusta, che cadeva nel giugno 1830.  Tra i due brani si colloca il primo concerto per violoncello op.33 di Camille Saint-Saëns, composto nel 1872 e affidato al primo violoncello della Filarmonica Pietro Nappi: grande e celebrato virtuoso di pianoforte sin da giovanissimo, l’autore divenne conosciuto come compositore anche grazie a questo brano, ricco d’inventiva, originale e vivace.

Cristian Carrara è considerato tra i compositori più originali della sua generazione. Scrive prevalentemente musica sinfonica e cameristica, ma anche opere destinate al teatro musicale e alla televisione. La critica riconosce nella sua produzione una scrittura “attentissima all’equilibrio e alla delicatezza del tessuto armonico”, ma “grande negli intenti creativi per cui tutto il contesto si manifesta solidissimo e terso”, capace di rivelare, al di là della cortina di una musica apparentemente ‘semplice’, la terribile domanda sugli esiti nefasti di ciò che è proclamato bene, ossia di ciò che la guerra, ogni guerra, comporta” (Claudio Strinati). La sua musica viene eseguita in sale prestigiose, dall’Accademia di Santa Cecilia a Roma, alla Berliner Hall, dal Maggio Musicale Fiorentino all’Auditorium Binyanei Hauma di Gerusalemme.  

I biglietti sono in vendita presso la biglietteria della Fondazione Toscanini, situata presso il CPM Toscanini, Viale Barilla 27/A. informazioni al numero 0521/391339 o scrivendo abiglietteria@fondazionetoscanini.it.