Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

LAV AL MINISTRO DELLA SALUTE LORENZIN: SIA RISPETTATO IL TERMINE DI LEGGE PER LA FINE DEI TEST SU ANIMALI

ESPERIMENTI PER FUMO, ALCOL E DROGHE. LETTERA APERTA DELLA LAV AL MINISTRO DELLA SALUTE LORENZIN: SIA RISPETTATO IL TERMINE DI LEGGE PER LA FINE DEI TEST SU ANIMALI 

IL MINISTRO SI FACCIA GARANTE PER #LASCIENZAGIUSTA, I DIRITTI DEGLI ANIMALI E LA SALUTE DELLE PERSONE: LO CHIEDE LA LAV CHE IL 12-13 MARZO TORNA NELLE PIAZZE CON LA SUA PETIZIONE, PER TUTTI ORA ANCHE ONLINE SU WWW.LAV.IT 

Con milioni di persone tra fumatori, consumatori di alcolici e di droghe, sono in tanti, in Italia, interessati a una ricerca davvero utile e scientificamente affidabile nel campo delle dipendenze: un tema, dunque, che riguarda moltissimi cittadini e non solo gli animali purtroppo ancora usati nei laboratori per sperimentazioni in questo ambito. 

Proprio per chiedere di mettere fine a questi inutili e crudeli test sugli animali, la LAV  ha rivolto una “Lettera aperta” al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, chiedendo che venga rispettato il termine di legge del 1 gennaio del 2017 per l’entrata in vigore del divieto di testare sugli animali sostanze d’abuso come alcol, droghe e tabacco: un fondamentale traguardo in termini di innovazione e di civiltà, che rischia di slittare per gli interessi economici e di settore, sostenuti anche da una recente campagna di disinformazione condotta dalla potente lobby vivisettoria, su numerosi organi di stampa. 

Per sostenere #lascienzagiusta e chiedere il rispetto di quanto previsto dalla legge italiana ed europea, prosegue la campagna LAV “Aiutali a uscirne”, nelle piazze italiane (www.lav.it/lav-in-piazza)anche il prossimo fine settimana, sabato 12 e domenica 13 marzo, con la petizione rivolta al Ministro Lorenzin. Per quanti non potessero recarsi a firmare presso i tavoli della LAV, la petizione sarà disponibile anche online su: www.lav.it/petizioni/aiutali-a-uscirne 

La petizione chiede l’applicazione di quanto previsto dal Decreto legislativo n°26/2014 che dà attuazione alla Direttiva europea n°26/2014, stabilendo che dal 1 gennaio 2017 venga totalmente proibito l’uso di animali per effettuare i test sulle sostanze d’abuso e anche per gli xenotrapianti, trapianti di organi tra specie diverse, eseguiti anche senza anestesia.

 

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">