Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

legionella a Parma, Roberto Ghiretti: la Procura ha aperto un'inchiesta per epidemia colposa

legionella a Parma

Non sono bastati 31 casi di infezione da legionella e 2 morti  a convincere il Sindaco Pizzarotti del fatto che sia in atto un'emergenza sanitaria e che questa vada affrontata con la dovuta tempestività. Forse le indagini aperte dalla Procura per epidemia colposa avranno l'effetto sperato, fermo restando che con ogni probabilità si tratta di un atto dovuto e al momento non si segnalano persone iscritte nel registro degli indagati.

Quel che è certo è che la Procura con questa iniziativa ha dimostrato di prendere molto sul serio quanto sta accadendo, francamente altrettanto non si può dire del Sindaco. L'appuntamento con i cittadini – il primo a una settimana dall'evidenza del problema – è infatti fissato per giovedì sera, con tutta calma. Del resto ad oggi le uniche parole proferite dalla massima autorità sanitaria cittadina sono state un generico quanto inutile invito alla calma e a non “spargere allarmismo”.

È più che giusto non cedere al panico, ma affinché ciò non avvenga sarebbe stato opportuno che i parmigiani fossero tenuti costantemente informati su cosa si stia facendo, quali siano i rischi, quali le cose pericolose e quali non. Questo era il senso delle sei domande che ho posto tre giorni fa e alle quali ovviamente non è stata data alcuna risposta. Il risultato più che prevedibile è che giovedì sera assisteremo ad una assemblea più che infuocata nella quale alle giuste preoccupazioni dei cittadini si cercherà di rispondere con tardive rassicurazioni. Quelle stesse che se fossero state offerte a tempo debito forse avrebbero avuto l'effetto che domani probabilmente non avranno.

Non si tratta di un problema di comunicazione o di forma: il sindaco che abbia a cuore i problemi dei cittadini deve concretamente essere sempre in prima fila insieme a loro, dimostrando nei fatti di essere il primo ad occuparsi delle questioni. Un concetto facile da declamare in campagna elettorale ma, alla prova dei fatti, davvero difficile da mettere in atto da parte Pizzarotti.

Roberto Ghiretti
Parma Unita