Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Macabro GIROTONNO

Macabro Girotonno

Gentili signore e signori,
ho appreso dai mezzi di informazione che dal 2 al 5 Giugno a Carloforte si svolgerà il “Girotonno” http://www.girotonno.it/ “Fulcro del Girotonno è la Tuna Cuisine Competition, la gara gastronomica internazionale alla quale parteciperanno chef provenienti da tutto il mondo. (…) Ogni giorno sul palco della manifestazione, all’ex Me, i Girotonno Live Cooking daranno la possibilità di assistere dal vivo alla preparazione, e poi alla degustazione, di ricette di tonno preparate in diretta da chef italiani e internazionali. Il pubblico in platea potrà assistere alla preparazione delle ricette e assaggiare i piatti.”
Il tonno sarà accompagnato da altro cibo: “offrendo le più golose specialità della cucina brasiliana. Tutto il gusto delle migliori carni di manzo, pollo e maiale cotte alla brace e allo spiedo per menu da acquolina in bocca.”

Non mancherà la musica con diversi concerti tra cui quelli di Mario Biondi e Antonello Venditti di cui non comprerò mai più un disco nella mia vita.
La parte più interessante del sito web dell’evento è la descrizione della pesca del tonno a Carloforte che : “(…) si realizza con le reti (…) La mattanza è un vero e proprio rituale strategico, una battaglia che si combatte in mare tra uomo e animale, nei mesi da aprile a giugno. Inizia con una preghiera propiziatoria dei tonnarotti (circa una quarantina) indirizzata alla Madonna e con un Credo dedicato allo Spirito Santo affinché giunga la Provvidenza (…) I tonni, che si trovano in alto mare, vengono perciò costretti a entrare nella prima “grande camera”. A questo punto, non essendo in grado di tornare indietro, si perdono nelle camere vicine, disposte in fila e comunicanti fra loro per mezzo di porte costituite da un sistema di reti fisse. (…) il rais (il capo della tonnara)(…) fornisce le istruzioni necessarie perché i tonni vengano indotti ad entrare nella “camera della morte”, dove restano inevitabilmente intrappolati. (…)”
Se la semplice lettura di questa pratica non fosse convincente dell’orrore messo in atto, si possono guardare le immagini strazianti frutto dell’indagine investigativa opera dell’Associazione Animal Equality http://www.all4animals.it/2015/01/25/dossier-mattanza-dei-tonni-la-strage-invisibile-e-silenziosa-degli-animali-di-serie-b/
Non c’è giustificazione a tanta sofferenza, non c’è discorso economico che tenga.
Le mattanze devono essere bandite da una società che voglia definirsi civile e soprattutto il mare non è luogo per massacrare esseri senzienti che trovano proprio nel mare la loro dimora.
Intrappolare, catturare e massacrare qualcuno è terribile e andare a farlo a casa sua lo è ancora di più.
Vedere che su questa mattanza si costruisce una festa è ancora più disdicevole.
Mentre il mondo va verso un’altra direzione, privilegiando il consumo di cibo vegetale, le politiche economiche di certi enti restano aggrappate alle loro posizioni granitiche. Uno dei tanti studi sul futuro dell’alimentazione umana ci fa capire che la strada da prendere è un’altra http://www.movimentoantispecista.org/dossier-alimentazione-umana-il-futuro-della è chissà che questo macabro Girotonno chiuderà i battenti in men che non si dica.   

Cordiali saluti.

Paola Re

Via Virginio Arzani n.47
15057 Tortona (AL)

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">