Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Ministro Martina da internare: Latte nelle scuole. Educazione alimentare fin dall'infanzia

Il ministro Martina ha annunciato la realizzazione del progetto “Latte nelle scuole” nel 2016, con l'obiettivo di educare i bambini ad una sana alimentazione, e di valorizzare un prodotto fondamentale per la nutrizione. Martina: «È necessario invertire la tendenza che vede i consumi di latte e formaggi in calo»
 
In attesa della riunione convocata per l’11 febbraio, a Roma, con i rappresentanti del mondo agricolo e industriale della filiera lattiero casearia italiana e delle regioni interessate il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina ha annunciato l’attuazione dell’operazione “Latte nelle scuole” nel 2016, sottolineando l’importanza di trasmettere una sana educazione alimentare a partire proprio dall’ambiente scoltastico.

«È necessario - sostiene Martina - invertire la tendenza che vede i consumi di latte e formaggi in calo nel nostro Paese. Nelle prossime settimane partirà una campagna di comunicazione istituzionale sulla qualità dei nostri prodotti, per far crescere la conoscenza delle qualità nutrizionali del latte italiano. Allo stesso tempo vogliamo fare un'operazione forte di educazione alimentare e abbiamo già previsto di avviare il progetto “Latte nelle scuole” nel 2016, perché è importante che i nostri bambini conoscano e consumino di più questo prodotto fondamentale dal punto di vista nutrizionale».

«Con il programma “Latte nelle scuole” - dichiara Maurizio Martina all’Ansa - potremo raggiungere più di un milione di bambini e le loro famiglie, insieme a una campagna di comunicazione mirata che punti sulla qualità dei nostri prodotti»; senza contare che un simile programma di alimentazione aiuterebbe a contrastare il dilagare dell’obesità infantile, che solo in Italia colpisce un bambino su quattro.

Già alla fine del 2009 un’altra operazione di educazione alimentare aveva coinvolte le scuole primarie, concentrandosi però sul giusto consumo di frutta, da qui infatti il nome dell’iniziativa “Frutta nelle scuole”, proprio perché mangiare sano appartiene alla nostra cultura, e promuovere i prodotti made in Italy è fondamentale, specialmente in un momento in cui alcuni settori vivono una situazione critica

Più in generale il ministro delle Politiche agricole ha precisato la volontà di risollevare un settore chiave dell’agricoltura made in Italy: «Lavoriamo - ha dichiarato Martina - per gestire un momento cruciale per il settore del latte come la fine del regime delle quote. Per questo siamo impegnati in Europa per un'uscita morbida e per una strategia di medio periodo che tuteli in particolare il ruolo e il reddito degli allevatori. Insieme al pressing su Bruxelles, abbiamo avviato l'attuazione di un piano nazionale con strumenti sui quali ci confronteremo con la filiera in occasione della prossima riunione dell'11 febbraio a Roma».

Fonte Link: http://www.italiaatavola.net/articolo.aspx?id=38087 

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">