Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

NUOVE ATMOSFERE, Sabato 15 aprile 2017, concerto della Filarmonica Arturo Toscanini con musiche di Schumann, Bizet e Franck, dirige YVES ABEL

Abel Yves

NUOVE ATMOSFERE CON YVES ABEL
Sabato il concerto della Filarmonica Arturo Toscanini
con musiche di Schumann, Bizet e Franck

Programma

ROBERT SCHUMANN - Manfred. Ouverture dalle musiche di scena op.115 durata 13 minuti

GEORGES BIZET - Arlésienne. Selezione dalle Suites n. 1 e n. 2 durata 26 minuti

CÉSAR FRANCK - Sinfonia in re minore durata 42 minuti

Quarant’anni di storia della musica dell’Ottocento separano il primo e l’ultimo dei brani sinfonici che compongono l’interessante programma pasquale della Filarmonica Toscanini affidato alla bacchetta di Yves Abel. Il concerto, in programma all’Auditorium Paganini sabato 15 aprile alle ore 20.30 e inserito nel Turno Verde, prevede infatti l’esecuzione dell’ouverture del Manfred di Robert Schumann, il brano più conosciuto dalle musiche di scena op.115 che il grande compositore scrisse nel 1848 per la trasposizione del celebre poema, simbolo del romanticismo, di Lord Byron. Subito dopo la Filarmonica interpreterà una selezione delle melodie più celebri tratte dall’opera L’Arlésienne di Georges Bizet, l’intera Suite n. 1 e due dei quattro brani che compongono la Suite n.2. Fu lo stesso Bizet a ricavare nel 1872 dalle proprie musiche queste due Suite che dimostrano tanto le sue capacità di orchestratore quanto la sua inventiva melodica. Completerà la serata la Sinfonia in re minore, l’unica di César Franck, eseguita per la prima volta nel 1889 a Parigi, città d’adozione del massimo compositore belga, e subito accolta con diffidenza dal pubblico proprio per quelle caratteristiche, più beethoveniane che francesi, che oggi sono invece viste proprio come il segno dell’indipendenza intellettuale di Franck.

Yves Abel si è rapidamente imposto come uno dei direttori d’orchestra più interessanti della sua generazione, sia nel repertorio operistico che in quello concertistico. Dal 2005 al 2011 è stato Direttore Ospite Principale della Deutsche Oper di Berlino. Dal gennaio 2015 è il nuovo Direttore Principale della Nordwestdeutschen Philharmonie (NWD) di Herford. Ospite regolare delle più grandi istituzioni del mondo, Yves Abel è salito sul podio di teatri quali Metropolitan Opera di New York, ROH Covent Garden di Londra, Wiener Staatsoper, Teatro alla Scala, Opéra National de Paris, Lyric Opera of Chicago, San Francisco Opera, Bayerische Staatsoper di Monaco, Glyndebourne Opera Festival, Rossini Opera Festival di Pesaro, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Nacional de São Carlos di Lisbona, National Theatre di Tokyo. Attivo anche in campo sinfonico, Yves Abel ha collaborato con importanti compagini orchestrali, fra le quali la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, la Rotterdams Philharmonisch Orkest, la San Francisco Symphony Orchestra, la Netherlands Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’Orchestre National de Lyon, la Toronto Symphony Orchestra, la Montreal Symphony Orchestra, l’Edmonton Symphony Orchestra, l’Orquestra Nacional do Porto (Portogallo). Nel corso della stagione 2015/16 ha diretto le produzioni de Le nozze di Figaro alla Deutsche Oper di Berlino, Falstaff al New National Theatre di Tokyo e La traviata alla ROH Covent Garden di Londra. Ha diretto inoltre un tour di concerti in Europa con la sua orchestra Nordwestdeutschen Philharmonie. Fra i suoi prossimi impegni annovera Carmen al New National Theatre di Tokyo, Madama Butterfly alla San Diego Opera, alle Terme di Caracalla di Roma e alla San Francisco Opera, L’elisir d’amore al Teatro de la Maestranza di Siviglia e alla Canadian Opera Company di Toronto, Pelléas et Mélisande all’Opera de Oviedo e Carmen alla Philadelphia Opera Company. Terrà inoltre concerti sul podio della Seoul Philharmonic Orchestra dell’Orchestra Haydn di Bolzano.

I biglietti sono già in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma (Strada Garibaldi 16, tel. 0521-203999, biglietteria@teatroregioparma.it) che sarà aperta dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 17 alle 19. Il programma della stagione è disponibile sul sito www.fondazionetoscanini.it, presso i punti informativi della città e l’ufficio relazioni con il pubblico della Fondazione Toscanini (tel. 0521-391372, biglietteria@fondazionetoscanini.it) al quale ci si può rivolgere per ogni informazione. Il costo del biglietto va da 30 a 10 euro (da 25 a 5 per il concerto di domenica). Sono previste riduzioni per spettatori di età superiore ai 65 anni e inferiore ai 30, nonché per gli enti e istituzioni convenzionate con la Fondazione Toscanini. Restano in vigore anche le tariffe promozionali per gli studenti del Conservatorio Boito e del Liceo Musicale Bertolucci. La biglietteria dell’Auditorium Paganini (0521-391379) aprirà alle ore 19.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">