Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Ospedale di Parma, Marina Iemmi nuovo direttore del servizio assistenziale. Antonio Balestrino lascia la direzione sanitaria

Ospedale Maggiore di Parma

La Iemmi arriva dall'azienda ospedaliera di Reggio e dirigerà le attività di tremila professionisti

Importanti novità in alcune caselle di rilievo nella cabina di regia dell'ospedale Maggiore di Parma. La prima è la nomina di Marina Iemmi a capo del Servizio assistenziale ovvero della struttura che dirige tutte le attività di infermieri, tecnici, ostetriche e operatori socio sanitari dell’Azienda ospedaliera-universitaria di Parma.

Iemmi arriva dall’Azienda ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, dove ha ricoperto l’incarico di direttore delle professioni sanitarie, ed entrerà in servizio domani, venerdì 1° giugno.

Originaria di Montechiarugolo, laurea specialistica in Scienze infermieristiche e ostetriche e master di secondo livello in Management delle Aziende sanitarie, guiderà il lavoro di circa tremila professionisti del Maggiore.

Iemmi, che ha già in agenda diversi incontri con i responsabili delle attività assistenziali (Rad) e tutti i coordinatori infermieristici, osserva essere un "incarico di prestigio quello che mi accingo ad assumere da venerdì poiché l'ospedale di Parma è uno dei più importanti ospedali dell’Emilia Romagna, è quello che vanta il maggior numero di specialità in Regione ed è centro di riferimento a livello regionale e nazionale per diverse discipline".

"Ringrazio Marina Iemmi – spiega il direttore generale dell'Aou Massimo Fabi - per aver accettato l’incarico e per l’impegno che ha voluto assumersi. È una professionista fortemente predisposta al lavoro di squadra, allo sviluppo e alla valorizzazione delle competenze presenti nel nostro ospedale, affinché ogni nostro professionista possa esprimersi nel miglior modo possibile".

Cv Iemmi - Marina Iemmi, nata Montechiarugolo, si è formata all’ospedale di Parma, prima alla scuola per infermieri e poi alla clinica Chirurgica allora diretta dal professor Pierangelo Goffrini.  All’ospedale di Reggio Emilia, dopo aver conseguito la qualifica  di dirigente delle professioni sanitarie, ha diretto dal 2010 a al giugno 2017 la direzione delle professione sanitarie e dal primo luglio è stata direttore delle  professioni sanitarie sistema territorio dell’Ausl di Reggio Emilia, questo per effetto della fusione tra Azienda ospedaliera e Ausl.  Sempre tra il 2017 e il 2018 ha curato per l’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena il progetto di sviluppo del Primary Nursing. Ha partecipato al progetto Nazionale Nurse Forecasting in Italy. L’impatto dell’assistenza infermieristica sulla qualità delle cure, condotto dall’università  di Genova. Dal 2016  è componente della Società italiana di scienze infermieristiche (Sisi) e dal 2008 è docente nel corso di laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche e del master in Management Sanitario dell’università di Parma e del corso di laurea in Infermieristica, all’università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Per Iemmi che entra c'è un nome in uscita, è quello di Antonio Balestrino, attuale direttore sanitario, che mercoledì ha rassegnato le dimissioni e dal primo settembre non farà più parte dell'organigramma del Maggiore. Al momento non è ancora stato reso noto il nome del sostituto. Fabi ringrazia Balestrino del lavoro svolto e ricorda la comune azione svolta in particolare per raggiungere traguardi come il day hospital oncologico, la riorganizzazione della chirurgia e il neonato dipartimento di emergenza urgenza. "Una scelta condivisa e concordata da tempo" osserva Fabi riferito all'ufficializzazione dell'uscita di Balestrino dall'Aou i Parma. 31 maggio 2018

Fonte Link: parma.repubblica.it

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">