Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parma, Io Non ci sto!

Parma,Io Non ci sto!

Parma, Io non ci sto!
Verrà il tempo in cui saranno in molti a doversi vergognare
per aver sostenuto F. Pizzarotti, così come è avvenuto per Vignali e prima ancora per Ubaldi... Una città in cui la Magistratura è spesso complice e inadeguata al suo ruolo che deprime l'etica civica.
Il tempo ha maturato le loro semine e scoperto le piaghe del malaffare.
Le disgrazie, infatti, si rivelano nel tempo sono la conseguenza di comportamenti dissipatori di ogni bene comune, come si è fatto e si fa a Parma da anni (certamente dopo il '93).

La Pilotta di oggi ne è l’icona di cosa si è fatto della bellezza ora sfregiata.
Nessuno di questi ha veramente pagato per il danno arrecato alla città, per aver tolto e bruciato anni del suo futuro. I quartieri e molti locali preda della malavita.
L’amore pare abbia abbandonato le terre del ducato ora nelle mani di affaristi da "Terzo Paradiso" e gente senza scrupoli, disposti a tutto per il loro personale interesse e poltrona... Una città impassibile e supina di fronte alla "Grande Truffa delle banche".
La Finanza ordina,
la Politica esegue,
La cultura decora.
E’ la rovina di ogni residuo di dignità.
La rovina del senso di una città in cui era bello vivere. Mentre ora si assiste alla vita bruciata degli altri.
No, Parma, Io non ci sto! A tutto questo, alla sofferenza collettiva per il piacere di opportunisti predatori di ogni bene comune. I Winga boys.
Una città ormai incapace di difesa immunitaria, di generare una classe dirigente e politica degna della sua storia, dei suoi monumenti, dei suoi artisti e letterati in cui F. Pizzarotti è la loro mascotte. Il piazzista istituzionale traditore è funzionale a soggettivi piani di marketing. 
Una città ormai persa nella sua violenta sterilità e ipocrisia... che muore nella bulimia dei veleni del suo cibo.
La rigenerazione di una città passa ineluttabilmente dalla conversione etica delle persone dei centri di potere che hanno prodotto il danno;
E qui a Marpa sono troppi quelli profondamente marci e tra loro collusi che hanno scritto la storia della città offesa. (Parma, 12/11/2016 - aggiornato il 16/11/2016)

Luigi Boschi   

articoli correlati

obiettivo centrato

Bellissimo....hai centrato l obiettivo....Maria

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">