Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parma, VICOLO DEL BATTISTERO: DIVIETO DI TRANSITO VEICOLARE APPOSTO DAL COMUNE

foto Luigi Boschi: vicolo del Battistero

VICOLO DEL BATTISTERO: DIVIETO DI TRANSITO VEICOLARE APPOSTO DAL COMUNE

Prima su stampa online e il 25 luglio sulla Gazzetta di Parma davo notizia di danni cagionati sul lato ovest del Battistero lungo il vicolo che lo separa da Palazzo Dalla Rosa Prati ( ben tre danneggiamenti, causati da veicoli).

Il vicolo, che mette in comunicazione piazza al Duomo con piazza Battistero è brevissimo: 12 m. la parte veicolare (marciapiedi esclusi, è strettissima: m 1,84 allo sbocco e m. 1,54 all'inizio in piazza Battistero).

Il nostro Battistero è un prezioso bene architettonico che si affianca a Cattedrale e palazzo Vescovile, tutti prospicienti piazza Duomo.

Per evitare il ripetersi di danni CERTI, mi sono rivolto alla Soprintendenza ai Monumenti e al Comune di Parma.

Ed è il Comune che è intervenuto tempestivamente, grazie all'Assessore Tiziana Benassi, ponendo un divieto di transito veicolare su entrambe le direzioni del vicolo.

Faccio presente che tutta l'area del vicolo è necessaria per ammirare il portale dell'Incoronata che si affaccia sul lato ovest, i particolari architettonici e le formelle monumentali.

In gergo per consentire la “valorizzazione” del Monumento.

Vi è di più. Il 2 settembre si officiava, nel Battistero, un battesimo; il sacerdote officiante accoglieva gli intervenuti davanti al portale ed il c.d. “vicolo” fungeva da sagrato. Folle sarebbe stato interrompere il rito con passaggi di veicoli.

La posizione del Direzionale museale è stata meno realistica ed evidentemente non preceduta da sopralluogo, che prendesse atto della circolazione veicolare. Si è limitata a fare presente che il ripristino di un “colonnato divelto tempo fa” è un elemento che impedisce di fatto alle auto di rasentare le strutture storiche del Battistero. Tenue il termine “rasentare” quando la massa veicolare è ben in grado di abbattere sia il colonnotto che di urtare il monumento, danneggiandolo.

Un grazie al Comune, personale, a nome dell'Associazione Monumenta e dalle generazioni, anche future, che potranno ammirare il Battistero non danneggiato. E per il quale sono previsti imponenti lavori di restauro generale.

Arrigo Allegri
nato a Parma il 3/10/1938, residente in via Repubblica 5
tel. 335.6899564
LLGRRG38R03G337U