Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

USA, ADDIO ALLA CARNE: I VEGANI RADDOPPIATI NEGLI ULTIMI TRE ANNI

(nelcuore.org) Giovedì, 04 Aprile 2013 - Con personaggi influenti come l'ex presidente Usa Bill Clinton che ha annunciato il proprio entusiasmo per una dieta vegana e celebrità come Justin Timberlake che canta "Bring it on down per Veganville", sembrerebbe che il veganismo stia diventando sempre più diffuso. Secondo Google Trends, l'interesse del pubblico per la dieta vegana è più alto che mai. E' in aumento il numero di persone alla ricerca del termine "vegano" sul motore di ricerca più importante del mondo. Il picco, quota 100, indica l'interesse più alto mai raggiunto, che per questo termine è stato toccato lo scorso marzo. E non solo: uno studio, commissionato nel 2012 dal Vegetarian Resource Group e realizzato da Harris Interactive, ha rilevato che il 2,5 percento degli americani si è definito "vegan", rispetto all'1 percento nel 2009. Guardando questi ultimi numeri, sembra di non essere di fronte ad una crescita accentuata, ma per comprendere il fenomeno basta considerare il fatto che il numero dei vegani è più che raddoppiato in soli tre anni.
L'anno scorso, Mark Bittman ha scritto su The New York Times che la domanda americana di carne è stata in costante diminuzione, con le proiezioni del Dipartimento dell'Agricoltura che mostrano un ulteriore calo.
Più di recente, dopo che lo scandalo della carne di cavallo, soprattutto in Europa, ha suscitato indignazione pubblica, le vendite di prodotti senza carne sono salite.
Il crescente interesse potrebbe dipendere dall'esplosione delle celebrità vegan negli ultimi anni. Tuttavia, siamo davanti ad una tendenza più significativo. Alcuni studi hanno recentemente collegato il veganismo ad una varietà di effetti benefici sulla salute a tutto tondo: da una migliore salute del cuore ad un controllo più efficace degli zuccherri, fino all'abbassamento dei tassi di obesità. Ridurre il consumo di carne, tra l'altro, è anche vantaggioso per l'ambiente.

Fonte LINK: http://nelcuore.org/blog-associazioni/item/usa-4.html

scenari globali

Paradossi alimentari e corretti stili di vita

BARILLA CFN: Paradossi alimentari e corretti stili di vita in una società che cambia Scarica il PDF

bellissimo questo articolo!!!

bellissimo questo articolo!!! Simona

quale futuro per l'industria alimentare di derivazione animale?

Quale futuro per l'industria alimentare di derivazione animale di Parma?
Potremmo parlarne in un dibattito pubblico? Invitando tutti gli orientamenti e tutti gli operatori del settore che volessero portare la loro visione etica, economica e sociale. Proponendo anche video, filmati, docufilm. Perché la Camera di Commercio luogo che dovrebbe essere deputato per questi meeting in cui fornire tendenze e analisi di settore non lo propone come momento di incontro e riflessione con la città, vista la tipologia della nostra economia, invitando anche gli studenti liceali e universitari?

Aspettiamo il collasso, in cui ci rimetteranno sempre i soliti? Come è stato fatto con i piccoli negozi con l'arrivo dominante della Grande Distribuzione?
Quando i segnali di allarme arrivano ormai copiosi, è compito delle Istituzioni muoversi in tempo per attivare soluzioni per la conversione o la diversificazione, gli ammortizzatori sociali opportuni, la riprofessionalizzazione necessaria per acquisire nuove competenze ed elaborare nuove strategie di mercato. E non lasciare l'economia di una città, di un territorio allo sbando, in ginocchio nel prossimo futuro. L'economia alimentare di derivazione animale non è più sostenibile e sarà sempre più evidente. Ovviamente non solo la Camera di Commercio, che mi pare però il luogo più idoneo, ma pure il Comune, la Provincia sono tenute a svolgere il loro dovere e a non mettere la testa sotto la sabbia per l'impopolarità che non alimenta voti, ma un diverso futuro.

Io mi metto a disposizione per le esigenze necessarie. Luigi Boschi

Hai ragione

Hai ragione Luigi!! Milena

Anch'io mi metto a disposizione

Anch'io mi metto a disposizione: oltre agli aspetti etici, seguo in particolare quelli economici ed ambientali.

Giulio Labbro Francia
Movimento dei Consumatori Veneto

Anch'io sono disponibile

naturalmente anche io sono disponibile. Enrico Moriconi

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">