Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Giappone, il premier si dimette "Superare la fase di vuoto politico"

Yasuo Fukuda, alla guida dell'esecutivo da quasi un anno, ha annunciato il suo ritiro. Da tempo in crisi di consenso, il primo ministro aveva dato il via a un rimpasto ad agosto

(repubblica.it) TOKYO - Il primo ministro giapponese Yasuo Fukuda, 72 anni, ha annunciato le sue dimissioni. Lo ha comunicato lo stesso premier nel corso di una conferenza stampa trasmessa dalla tv pubblica Nhk. La decisione di interrompere il suo mandato, dopo neanche un anno di governo, deriva dalla crescente impopolarità dell'esecutivo e dalla volontà di superare una fase di "vuoto politico" del Paese.

Fukuda, che appartiene al Partito Liberale, formazione di centrodestra, era salito al governo nel settembre 2007, forte di un gradimento del 60%. In poco tempo, il governo aveva registrato un brusco calo di popolarità. La paralisi del Parlamento è arrivata con la conquista della maggioranza in una delle due camere da parte del Partito Democratico del Giappone, formazione di opposizione moderata.

Per superare la crisi, il primo ministro aveva dato il via a un rimpasto dell'esecutivo a inizio agosto. Un tentativo che non è stato sufficiente. "Ho deciso di rassegnare le mie dimissioni - ha dichiarato Fukuda - dobbiamo rimetterci in marcia per affrontare una nuova sessione parlamentare". Non è ancora chiaro quando il suo ritiro diventerà effettivo, ma probabilmente bisognerà attendere che il suo partito nuomini un nuovo leader.

(1 settembre 2008)

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">