Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Chiudono le Sorelle Picchi "rivoluzione" in via Farini

Difficoltà finanziare: lo storico locale passa a un industriale cittadino. Probabile l'apertura di un food corner con ristorazione che comprenderebbe anche i locali dell'attuale "Mangia&Bevi"

(parma.repubblica.it) PARMA - Rivoluzione in via Farini, nel cuore di quella movida che qualcuno definisce l'anima serale della città.
Chiude la storica salumeria, con annesso ristorante, "Sorelle Picchi" che da 60 anni rappresenta un vero e proprio biglietto da visita della città (in tutta Italia non sono molte le salumerie con annesso ristorante).
Dopo 60 anni di onorato servizio, dunque, uno dei negozi storici più belli di Parma, abbassa la saracinesca.
All'origine dell'abbandono, pare ci siano profonde difficoltà finananziare non legate direttamente alla gestione del locale.

Da circa trent'anni il locale faceva anche servizio di ristorazione. Una vera e propria istituzione cittadina , basti pensare che nell'ultimo San Giovanni , questo tempio della gastronomia ha venduto oltre 10mila tortelli d'erbetta.
In sala a servire, a tenere i contatti con la clientela sempre più numerosa, delle sorelle era rimasta sola la signora Flora con il figlio Lorenzo ei moglie Giuliana Cavazzini.

Oggi il locale è chiuso, una mano - forse non tanto anonima - ha iniziato a correggere la data del termine delle ferie nel cartello Ascom. Prima c'era la data 1 settembre adesso una biro ha portato il tutto all'8, quasi certamente prima di martedì diventerà 18. Anche nelle piccole cose, traspaiono i segni della difficoltà.

A salvare la tradizione delle Picchi dovrebbe intervenire uno dei massimi imprenditori parmigiani con la creazione di un "food corner" che occuperebbe anche il locale dell'attiguo "Magia &bevi". Le trattative sarebbero, questione di ore, sul filo di lana e comunque una lettera d'intenti sarebbe già stata stipulata dalle parti in causa.

Di certo per via Farini non sarà un cambio da poco. Proprio in questi giorni la geografia gastronomica della città ha subito alcune variazioni, sia con l'apertura in piazza di "Pane Vino e San Daniele" al posto di Daghuntaj e del sushi Cuore & Ombra al post del defunto Babylon. Qualcuno invita all'attenzione e ricorda di come cambiò la fisionomia di piazza Garibaldi quando si lasciò sparire la storica Pasticceria Bizzi, oggi sostituita da un ben più anonimo negozio di moda. (a.m.)