Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

De Rossi show, l'Italia batte la Georgia

Doppietta del romanista. «La dedico alla memoria di mio suocero». Lippi: «Va bene così, 6 punti a fari spenti»

(corriere.it)
UDINE - Daniele De Rossi si carica l'Italia sulle spalle. Il centrocampista giallorosso, con un gol per tempo, trascina gli azzurri alla vittoria contro la Georgia. Finisce 2 a 0, un altro piccolo passo avanti verso i mondiali del 2010. Dopo il soffertissimo successo contro Cipro, la squadra di Lippi non entusiasma nemmeno a Udine, ma almeno stavolta Buffon rimane praticamente inoperoso (a parte un brivido nel primo tempo). Il ct, a fine gara, è comunque soddisfatto: «Bene così, andiamo avanti a fari spenti. Questi sono sei punti importanti. Lo spettacolo? Arriverà. Aspettiamo che i giocatori abbiano qualche partita in più nelle gambe». E poi una dedica: «Ai nostri infortunati: Gattuso, Grosso e Gamberini». Anche De Rossi ha un pensiero «speciale» per la sua doppietta: «La dedico a mio suocero (ucciso il mese scorso, ndr), l'ultimo periodo non è stato facile per me e per la mia famiglia».

LA PARTITA - In avvio Lippi cambia modulo rispetto alla brutta prova di sabato, lascia Gilardino in panchina e si affida alla coppia d'attacco Toni-Di Natale, supportati da Camoranesi. Centrocampo con Pirlo, De Rossi e Aquilani. In difesa Legrottaglie affianca Cannavaro, sulle fasce Zambrotta e Dossena. In porta, ovviamente, Buffon.

PRIMO TEMPO - Gli azzurri partono bene. Al 6' Aquilani prova il tiro dalla distanza, Loria para senza problemi. Al 12' colpo di testa di Toni da pochi metri, ma il tentativo è troppo debole. Al 14' combinazione Toni-Di Natale, l'attaccante dell'Udinese si presenta davanti al portiere ma la palla finisce di poco a lato. Al 16' capolavoro di De Rossi: botta terrificante di sinistro e pallone che si infila sotto l'incrocio: 1 a 0. Al 25' la Georgia fallisce un'occasione clamorosa: per due volte Kenia non riesce a colpire la palla a un metro dalla porta di Buffon. Nelle fasi finali del primo tempo, la squadra di Lippi abbassa un po' i ritmi e gli ospiti prendono coraggio. Il numero uno azzurro, però, non corre altri pericoli.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa entrano prima Palombo al posto di Pirlo e dopo una decina di minuti Del Piero per Di Natale. Gli azzurri, però, faticano a costruire gioco. Al 21' occasione per Aquilani, pescato in area da Toni: il suo tiro-cross viene respinto dal portiere georgiano. Al 23' Del Piero si libera in area e tenta il tiro a rientrare, alla sua maniera: alto. Al 24' entra Iaquinta, esce Toni. E proprio il giocatore della Juve al 31' sfiora la rete: suggerimento di Aquilani, diagonale al volo e pallone che esce di poco. Al 35' Buffon è costretto a spazzare con i piedi dal limite per interrompere un'azione avversaria. Sul fronte opposto, Iaquinta ci prova di nuovo ma Loria para a terra. Al 43' ancora De Rossi, su passaggio di Del Piero, azzecca il diagonale vincente.

10 settembre 2008

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">