Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Petrobelli: vita e mito de "La Pulzella d'Orleans"

(parmaok.it) PARMA, 7 OTTOBRE - Pierluigi Petrobelli, presidente dell'Istituto nazionale studi verdiani, ha presentato questo pomeriggio al Ridotto del Regio il libro "La pulzella d'Orléans".

I saggi raccolti in questo volume non si limitano a ricostruire le vicende che hanno accompagnato il destino di Giovanna d'Arco, la novità è che per la prima volta vengono ripercorse le innumerevoli e mutevoli immagini attraverso le quali, oltre i confini imposti dalla storia, questa fgura è entrata nella leggenda.

Lo studio, senza precedenti, ritrae Santa Giovanna: la sua campagna quieta, le voci misteriose che le chiedono di salvare la Francia, l'attrazione suscitata nel Re, l'incomprensione fatale del padre, la vittoria alla testa dell'esercito.

Pierluigi Petrobelli ha raccontato che "lo scopo di questo libro è inserire il personaggio di Giovanna nella realtà storica, sia dal punto di vista francese che da quello inglese".

Un libro importante che ripercorre le vicende di una ragazza la quale, a soli diciassette anni, è stata capace di cambiare il destino della Francia per poi, seguendo l'invenzione del dramma di Schiller, morire sul campo di battaglia a diciannove anni.

Giovanna infatti è un mito, da secoli celebrata e amata. La sentiamo con tutta la sua forza nell'opera verdiana, nella potenza che fa al contempo rabbrividire e commuovere.

"Una serie di articoli - continua il Presidente dell'Istituto nazionale studi verdiani - curati da Marcello Conati, Mercedes Viale Ferrero, Francesco Izzo e tanti altri. Lo scopo di questi quaderni è di dare una valenza culturale alle manifestazioni verdiane" ha concluso Petrobelli.

(Irene Accorsini)07/10/08