Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

GIAPPONE: E' RECESSIONE, -0,4% PIL LUGLIO-SETTEMBRE

(ansa.it) TOKYO - Il Giappone, seconda economia mondiale, è in recessione tecnica, per la prima volta dal 2001, a causa soprattutto del taglio delle spese e degli investimenti da parte delle imprese (-6,7% annuo e -1,7% si base trimestrale) che si misurano con lo yen forte nei confronti del dollaro e dell'euro e con l'economia mondiale, a partire da quella degli Stati Uniti, in difficoltà.

In Eurolandia, inoltre, Germania e Italia sono già in recessione tecnica. Il dato del periodo luglio-settembre ha ribaltato le stime degli analisti che si attendevano in media un frazionale rialzo dello 0,2% su base annua e dello 0,1% sui tre mesi precedenti. Con i dati di rilasciati oggi, si è ufficialmente chiuso il ciclo espansivo dell'economia più duraturo dalla fine della seconda guerra mondiale, durato circa 6 anni, visto che la contrazione del terzo trimestre 2008 segue quella del secondo, durante il quale si era registrata una contrazione del Pil dello lo 0,9% congiunturale e del 3,7% annuale.

I dati del terzo trimestre del 2008 dimostrano che "l'economia è entrata in recessione e vi è il pericolo che la situazione peggiore ulteriormente". E' il commento di Kaoru Yosano, ministro giapponese alle Politiche economiche e fiscali, in relazione alla contrazione del Pil dello 0,4% su base annua nel periodo luglio-settembre, seguito a un altro trimestre negativo. Quanto alle prospettive, ha aggiunto Yosano, "così come per l'economia mondiale è atteso un rallentamento, i movimenti verso il basso per il Giappone dovrebbero continuare".

Nonostante cio', oggi la Borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,71% al termine di una seduta altamente volatile. Il Nikkei si porta a 8.522,58 punti.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">