Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

GIOVANNINO GUARESCHI AL "BERTOLDO"

Ridere delle dittature 1936-1943   
29 novembre 2008 - 28 febbraio 2009  Auditorium del Museo di Santa Giulia  Via dei Musei 81/b - Brescia   
Ingresso libero  

In occasione del Centenario della nascita di Giovannino Guareschi Brescia rende omaggio al  grande scrittore della Bassa parmense con la mostra "Giovannino Guareschi al "Bertoldo". Ridere  delle dittature. 1936-1943". Una grande esposizione che racconta uno dei momenti più vivi e fervidi  della sua attività di umorista. Più di 70 disegni originali del "Bertoldo", il mitico settimanale  milanese degli anni Trenta, edito da Rizzoli, costituiscono il nucleo di una mostra evento che  racconta l'Italia del fascismo, alle soglie della modernità, attraverso l'umorismo intelligente e  sottile di Giovannino Guareschi e dei suoi collaboratori. 

Alla conferenza stampa di presentazione della mostra, svoltasi martedì 29 novembre, alla  Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori - Milano, sono intervenuti Andrea Arcai, Assessore alla  Cultura del Comune di Brescia, Agostino Mantovani, Presidente Fondazione Brescia Musei, Elena  Lucchesi Ragni, Dirigente Musei Civici di Brescia, Guido Conti e Giorgio Casamatti, Curatori della  mostra. "Questa mostra voluta dal Comune di Brescia, ed in particolar modo dal Sindaco On.  Adriano Paroli, allestita all'interno del Museo di Santa Giulia, è di grande spessore culturale. Ha  creato una sorta di contaminazione tra antico e moderno, ma siamo convinti che tutti i luoghi della  città vadano vissuti  fino in fondo, accostando anche le antiche domus romane alle vignette del  Bertoldo. Guareschi, uomo libero, dalla personalità travagliata, di vera satira  ha sempre pagato un alto prezzo  per le sue idee. "Giovannino Guareschi al Bertoldo" è una mostra sulla libertà di  espressione" ha dichiarato Andrea Arcai, Assessore alla Cultura del Comune di Brescia.

"Brescia, la  città che in questi ultimi anni è riuscita a farsi notare anche come città d'arte oltre che come impero  industriale, dimostra con questa mostra che la cultura non è settoriale ma è vista sia dal pubblico  che dal privato, a 360 gradi. Avere questo autore, grande uomo di carattere che indaga il sapere, fa  davvero piacere all'animo" ha detto Agostino Mantovani, Presidente Fondazione Brescia Musei.  "Un'occasione importante per tutti, quella di conoscere la realtà di Guareschi. Sono certa che dalla  mostra e da tutti gli eventi collaterali,  sopratutto dalla didattica museale, si potrà trarne molto e ci  sarà offerto anche materiale prezioso sul quale riflettere. Uno spaccato di vita affascinante, un  evento culturale per tutta la città" ha infine concluso Elena Lucchesi Ragni, Dirigente Musei Civici  di Brescia.  

La mostra "Giovannino Guareschi al "Bertoldo". Ridere delle dittature 1936-1943", a cura di  Giorgio Casamatti, Guido Conti e Club dei Ventitrè, è promossa da Comune di Brescia, Provincia  di Brescia - Assessorato alle Attività e Beni Culturali, Valorizzazione delle Identità, Culture e  Lingue locali, Fondazione Brescia Musei, MUP Editore; è inoltre realizzata con il patrocinio di  Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per i beni librari e gli istituti  culturali, Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Giovannino  Guareschi, Regione Lombardia - Cultura, Identità e Autonomie della Lombardia, Club dei Ventitrè,  e il sostegno di Fondazione Cab, Stile Arte, Gestione, Normalien, 1000 Miglia, Brescia Trasporti,  La Sosta - Brescia. Si ringrazia la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.
  
La mostra, allestita nell'Auditorium del Museo di Santa Giulia (Via dei Musei 81/b - Brescia),  sarà aperta da sabato 29 novembre 2008 a sabato 28 febbraio 2009, con ingresso libero.   Nell'ambito della mostra verranno proposte attività didattiche rivolte a gruppi di adulti e al mondo  della scuola, principalmente alla secondaria di I e II grado, livelli scolastici che affrontano il  periodo storico dal 1930 al 1945 nelle materie curricolari. Le offerte culturali si suddividono in  visite guidate che presentano la mostra e i criteri espositivi adottati, in percorsi tematici che  approfondiscono i temi delle diverse sezioni e in laboratori didattici che analizzano gli argomenti  e i materiali attraverso la sperimentazione pratica. Questi ultimi, avendo un carattere propriamente  tecnico, possono essere estesi anche alle classi quarte della scuola primaria. 

E' possibile scaricare immagini per la stampa ad alta risoluzione accedendo al sito www.guareschi2008.com (nella sezione immagini e documenti)
Info Museo di Santa Giulia:  Orari di apertura: da lunedì a giovedì e domenica 9.00 - 19.00; Venerdì e sabato 9.00 - 20.00. Chiuso 24, 25 e 31 dicembre 2008 1 gennaio 2009: dalle 11.00 alle 19.00

www.bresciamusei.com santagiulia@bresciamusei.com  030 2400640

Virginia Maini Ufficio Stampa MUP Editore  0521 386014  virginia.maini@mupeditore.it

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">