Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

ITALIA MUSICALE E CULTURALE

Caro Boschi,
la lettera-appello di Abruzzo in favore della Verdi, doveva farci intuire la gravità della situzaione. Sono quattro mesi che i giovani musicisti della Verdi non hanno stipendio, ed otto che non l'hanno anche gli amministrativi. Lo Stato (il tanto vituperato Buttiglione, che non intendiamo ovviamente per questa doverosa azione santificare!) aveva  destinato alla Verdi un contributo straordinario di un milione di Euro. Rutelli, il missionario della cultura - conosciuto anche con il nome di ministro dei ' belli culturali'- ha dimezzato quella cifra (perchè, non ci viene a dire la ragione di questa ulteriore punizione?) e la Corte dei Conti ora non glieli dà perchè aveva già messo a bilancio la somma inziale, ed ora, dopo la decisione di Rutelli, si trova praticamente nella condizione di non poter agire.  Vuoi qualche altro dato? Lo Stato contribuisce con il suo vergognoso finanziamento per il 7 % al bilancio generale;  e ancora, la Verdi ha quasi cinquemila abbonati, fa più concerti di qualunque altra orchestra a Milano ecc...

Stamani una conferenza stampa per gridare a tutti: se ci lasciate in questa situazione, la stagione che stiamo terminando sarà la nostra ultima. Vergogna. E ciò accadrebbe mentre il ministro dei 'belli culturali' inventa un nuovo festival nazionale del teatro - forse per fare un dispettuccio a Veltroni e Bettini che hanno fatto la costosissima Festa del Cinema- destinando all'iniziativa 'napoletana' alcuni milioni di Euro, e Milano (caro Sgarbi, anche tu sei sordo?) avrà un nuovo festival,  assolutamente inutile in una città muscialmente abbastanza ricca ed attiva, in coppia con Torino, e spenderà la modica cifra di tre milioni di Euro. Ancora, lunedì nella Basilica di San Paolo, a Roma, si celebrano con un concerto i 50 anni dei trattati di Roma, con la Symphonica Toscanini, il Coro del Maggio Fiorentino, e i solisti diretti da Maazel Pensi che serva a qualcuno, oltre alla Symphonica che evidentemente ha trovato già altri sponsor danarosi nelle file della sinistra al governo, come un tempo ne aveva nella destra?

E' anche questa l'Italia musicale e 'culturale'. E tu pensi che l'Associazione dei critici musicali - alla quale mi onoro di non essere da molto tempo iscritto -  si sia  mai svegliata dal suo torpore per pronunciarsi a favore della Verdi?

Pietro Acquafredda

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">