Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

AUSTRALIA: Spari nel Buio. Il Massacro dei Canguri d'Australia

L'assalto dell' Australia alla sua icona nazionale è disonorevole. Nel Maggio 2009, il Dipartimento della Difesa ha cominciato a sparare a morte 7,000 canguri sulla sua vasta base militare di Majura a Canberra, ACT. By 5/14/09, con 3500 già mori, un'ingiunzione emanata dalla corte ha temporaneamente fermato il massacro.

Gli abbattimenti di selezione della fauna selvatica hanno permesso di cprendere fino a 10,000 canguri per night. Dov'è il compasso morale del governo Australiano?  Per favore,fermate gli abbattimenti  di selezione autorizzate e le uccisioni commerciali. Esorto i funzionari  a rispettare e ad alloggiare la fauna selvatica indigena con più parchi nazionali,riserva naturali, e corridoi di terre protette per farci andare gli animali.

In Australia, il canguro amato a livello internazionale è diventato un articolo di commercio -- da comprare e vendere per mezzo di morte violenta.
L'articolo del  23/4/09 del Daily Telegraph dice " dieci migliaia di cangurini saranno decapitati,fucilati, o bastonati a morte " sotto ordini del governo per aprire la caccia commerciale attraverso un generoso spazio del Nuovo Galles del Sud.

Il codice Nazionale di Pratica dell'Uccisione Umana dei Canguri  e dei macropi consiglia che i cuccioli trovati in un marsupio  ucciso siano decapitati con una lama affilata ; colpiti con untubo metallico; o sbattuti contro un oggetto solido. I cangurini più grandi sono presi a martellate o sparati a distanza ravvicinata.

I cacciatori illuminano i canguri con un riflettore nella notte. Mirano al cervello ,ma spesso lo mancano e lasciano i canguri con la testa aperta e ferite alla bocca.Assieme a quasi quattro milioni di canguri uccisi per commercio ogni anno,centinaia di migliaia di cangurini muoiono orribilmente.

Chiedo rispettosamente al governo di eliminare progressivamente il suo uso consuntivo di canguri e considerare invece l'eco-turismo. Chiaramente affermato, il massacro della terra della fauna Selvatica d'Australia più grande conosciuto sta nauseando.

Traduzione a cura di Rosalia da Foggia