Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Violenza o depressione: le facce di una stessa medaglia

Certamente bravi! Ma io vorrei sapere perché quella donna si voleva buttare dal ponte. Depressione? E come mai la depressione sta dilagando nella società d'oggi? Cosa si fa per debellarla? Non  penseremo che gli psicofarci siano la soluzione?
Io sarei più interessato a sapere come fanno a vivere quelli sotto i ponti; vorrei sapere come si può essere tranquilli con se stessi di fronte a questa miseria che imperversa e che ci ingloba tutti.
Si certo ci sarà da fare parecchio nei prossimi anni!!
La miseria produce violenza o depressione. Sono le facce di una stessa medaglia che disintegra la società civile.
Altre soluzioni sono necessarie! Non si pensi di debellare questa spirale crescente con il controllo. Si deve agire alla fonte. E chi amministra lo sa bene!! Quindi meno proclami e più attenzione alla miseria che imperversa. (Parma, 20/06/2009) Luigi Boschi

Voleva buttarsi dal Ponte delle Nazioni: salvata da tre vigili che l'afferrano per i piedi

(gazzettadiparma.it) Tre agenti della polizia municipale di Parma la scorsa notte hanno impedito il suicidio di una donna romena di 48 anni sul ponte delle Nazioni.
 La donna è stata afferrata dagli agenti per i piedi all'ultimo istante, e poi ricoverata all'ospedale Maggiore. A darne notizia la stessa amministrazione comunale che riporta anche il ringraziamento del sindaco Pietro Vignali: «Bravi agenti, avete fatto il vostro dovere, l'avete fatto bene e ci confermate quanto sia importante il servizio 'h24' e il presidio sul territorio della polizia municipale».
I tre infatti stavano transitando verso viale Piacenza, svolgendo l''h24', il nuovo servizio della municipale parmigiana che si tiene nel weekend per sgravare le altre forze dell'ordine dal presidio del territorio. Gli agenti, attorno alle 4, hanno notato una persona sul ponte in piedi sulla balaustra. Dopo averla avvicinata, hanno avviato una trattativa che però non ha fatto desistere la donna dal tentativo di suicidio. Così i tre hanno deciso di di intervenire, afferrando la donna, da tempo sofferente di depressione. «Orgoglioso che questi agenti abbiano fatto il gesto di salvare una vita» ha detto l'assessore alla Sicurezza Fabio Fecci. «Queste emergenze sono la prova che oramai i compiti della polizia municipale sono quanto mai diversificati - ha concluso il comandante Giovanni Maria Iacobazzi - e non riguardano più semplicemente questioni amministrative».