Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

MALEBENE

Prevale più il male che il bene? La domanda resta identica e la risposta ci viene molto amara alle labbra; come nel Salmo 14 (13): «Tutti han forviato, si sono insieme corrotti / non c'è chi faccia il bene, / non ce n'è neppure uno»... Male e bene si compensano: il male è più visibile, offende di più, soffoca il bene; ma il bene esiste, si diffonde, vince ma resta spesso nascosto come l'anima che è inviluppata nel corpo, e che appare nella sua bellezza attraverso la semplicità dell'occhio, la calma del viso, il sorriso sereno come un raggio di sole tra le nubi mosse dal vento. Il bene non è come un tesoro acquistato una volta per sempre che si mette nell'arca, ma è lo sforzo continuo per acquistar la virtù, per custodirla, per superare le forze avverse; è un continuo penetrare la verità, sentirla, viverla, scacciando le ombre ricorrenti dell'errore; è la lotta permanente dello spirito, contro la materia, della ragione sul senso, della grazia sulla natura. Tutto il male che vediamo è pervaso di bene, perché il bene è il contrasto con il male, ed è dal male limitato e spesso vinto...

Luigi Sturzo
"Lettere non spedite"

SOKRATES n°7 - 22 Maggio 1996