Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Niente treni per il mare La Liguria paga il bus

Fra il mutismo dell'Emilia Romagna e delle istituzioni locali, si scopre che i treni della Parma-La Spezia, la tratta per il mare che sarà sopressa dal 9 al 30 agosto per lavori, verranno sostituiti con un servizio bus pagato completamente dalla regione ligure

(parma.repubblica.it)
Chiude la Parma-mare, ma il trasporto lo paga Genova. Fatto curioso curioso: dal 9 al 30 agosto la tratta che collega Parma a La Spezia, il treno per il mare tanto per intenderci, sarà sopresso. Motivo, l'obbligatorio rifacimento e messa in sicurezza della galleria "Bastarda", così si chiama, fra Fornovo e Borgotaro.

Ora, tra il mutismo della Regione Emilia Romagna sulla faccenda, e anche delle istituzioni locali, è la Regione Liguria a farsi avanti: sarà lei, pur di portare turisti e cittadini, a pagare gli autobus Parma-La Spezia e viceversa.

Ieri infatti si è tenuta la riunione urgente convocata dall'a ssessore regionale ligure  Enrico Vesco e dall'assessore provinciale della Spezia Maurizio Gioacomelli per affrontare le problematiche connesse all'interruzione totale del traffico ferroviario tra Parma e La Spezia dal 9 al 30 agosto.

"Alla riunione, cui hanno preso parte Trenitalia, RFI e i sindaci dei comuni spezzini interessati dal tracciato della linea, è stata innanzitutto confermata l'impossibilità di rinviare l'intervento, per motivi di sicurezza e di organizzazione dei lavori. A questo punto ci è stata proposta l'attivazione di un sistema di trasporto giornaliero sostitutivo che consenta di congiungere Fornovo e Borgotaro con appositi pullman mantenendo i collegamenti ferroviari tra La Spezia e Borgotaro, soluzione che è stata accettata ma giudicata insufficiente.

Pertanto la Regione Liguria si è impegnata a garantire le risorse economiche necessarie per organizzare un servizio di autobus che colleghi direttamente le stazioni di Parma e La Spezia sostituendo il Regionale 2295 che parte da Parma alle 7.48 e tornando indietro in serata" dichiara Vesco.

"In questo modo i turisti che vogliono venire al mare nelle nostre località balneari potranno farlo senza dover affrontare l'odissea dei cambi tra una stazione e l'altra e non subiranno i disagi dell'i ntervento". 

"Vista la disponibilità di Trenitalia, la prossima settimana definiremo nel dettaglio l'attivazione di questo servizio e partiranno capillari informazioni all'utenza, sicuramente attraverso locandine e annunci nelle stazioni e probabilmente attraverso la distribuzione di orari agli utenti".

(24 luglio 2009)