Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Occhiali, buone notizie per i presbiti

Tre lenti sovrapposte, di cui una fluida, con un selettore sul ponticello. Basta bifocali o progressive. Il brevetto di un fisico Usa dopo 20 anni di ricerche

(corriere.it)
MILANO - L'ideatore delle lenti che promettono di liberare dalla schiavitù di lenti bifocali e occhiali multipli si chiama Stephen Kurtin ed è un laureato in fisica applicata con il pallino per le invenzioni e i brevetti. Ne ha registrati circa una trentina a suo nome, in campi diversi, e l'ultimo è appunto relativo a un particolare sistema di lenti per la vista al quale ha dedicato almeno una ventina d'anni di studio.

MESSA A FUOCO RAPIDA - Kurtin ha raggiunto il suo obiettivo e ha realizzato i TruFocals, gli occhiali da vista che secondo lui cambieranno la vita di chi soffre di presbiopia, ossia di chi ha problemi di visuale da vicino per via di una diminuzione della capacità del cristallino di mettere a fuoco gli oggetti alle varie distanze. Il brevetto del dottor Kurtin ha portato così alla commercializzazione di occhiali di nuova concezione dotati di un selettore collocato sul ponticello, che consente di variare rapidamente, con un semplice gesto della mano, la messa a fuoco delle lenti.

IL BREVETTO - Tale risultato è stato ottenuto grazie alla sovrapposizione di tre lenti, due solide e una fluida, quest'ultima consistente in una membrana interposta tra la lente più vicina all'occhio, di vetro normale, e quella correttiva vera e propria, fissata magneticamente alla montatura. Facendo scorrere il selettore si agisce sulla membrana, modificando la compressione del fluido in essa contenuto e di conseguenza variando la messa a fuoco, così che si può infine vedere distintamente anche da vicino. Al momento le lenti di Kurtin possono essere applicate soltanto su montature tonde - stile Harry Potter o Arisa, per intenderci - poiché sono le sole ad assicurare la corretta curvatura della lente interna. I TruFocals saranno messi in vendita inizialmente sul mercato statunitense al prezzo di 895 dollari (circa 620 euro).

Alessandra Carboni
04 agosto 2009