Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Un piccolo evento che vale un'estate

Non so per quali percorsi e vicende Eric Wrixon, compagno delle prime avventure musicali di Van Morrison, abbia scelto di vivere a Pontremoli, preferendo le colline di Arzelato a quelle della sua verde Irlanda. Prendo atto di un innesto fortunato e fruttuoso. Almeno per noi che la sera del 13 agosto ci siamo stretti in piazzetta San Geminiano per il concerto dei suoi Them. Quest'irlandese dai lunghi capelli sbiaditi e lineamenti stracarichi per due ore ha spremuto blues dalle tastiere e dalla voce. Non una musica sgualcita ricordo di gioventù ma una fluida miscela di vitalità e passione non sopita. Da "It's all over now baby blue" a "Mistic eyes" fino a "Baby please don't go" per finire con una intensa versione di "Gloria". Blues romantico, vagamente alcolico e nicotinico ma irriducibile a ricordi di reduce. Un pubblico dai capelli grigi, bianchi e bianchissimi ha ritrovato la propria appartenenza. I pochi in più tenera età, hanno misurato il proprio stupore per un piccolo evento che valeva un'estate. Mi fermo qui perché, come diceva Franck Zappa "scrivere di musica è un pò come ballare di architettura". Le parole non possono restituire la potenza e le emozioni della musica.