Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parmacotto ha inaugurato il nuovo stabilimento da 25 milioni

(gazzettadiparma.it) PARMA - Inaugurato il nuovo stabilimento Parmacotto in via Felice da Mareto, su un'area di 72mila metri quadrati (25 mila coperti). «Un investimento da 25 milioni di euro - ha detto Alessandro Rosi, vice presidente e amministratore delegato - che è fortemente orientato alla sicurezza alimentare e alla sostenibilità ambientale (recupero acqua calda per il riscaldamento, tetto in legno, pavimenti ventilati e pareti a doppia coibentazione, pannelli fotovoltaici)».

Nella storia della Parmacotto (nata nel 1978) il nuovo stabilimento è  «un passaggio importante - ha detto il fondatore e presidente Marco Rosi - che si abbina al massiccio sforzo che stiamo profondendo sui mercati internazionali. Ogni imprenditore parte da un sogno e dopo questo stabilimento il sogno è realizzarne uno negli Stati Uniti nel medio periodo». Fatturato in crescita anche nel 2009 per l'azienda: 160 milioni contro i 147 del 2008 (137 nel 2007). Parmacotto punta ora a mantenere i trend di crescita sui mercati esteri (l'anno scorso il 12% delle vendite totali). Oltre a quello appena inaugurato Parmacotto ha stabilimenti in Toscana (Piacenti), e a San Vitale Baganza per i prosciutti crudi e i cotti .

Al taglio del nastro hanno partecipato il vice ministro dell'Economia Giuseppe Vegas, il presidente dell'Ice Umberto Vattani, il presidente della Regione Vasco Errani, il presidentedella Provincia Vincenzo Bernazzoli e il sindaco Pietro Vignali.
Umberto Vattani ha ribadito «la valenza strategica diinvestimenti come questo per sostenere il vero made in Italy puntando sulla qualità. Storie di successo come la Salumeria Rosi a Manhattan si possono costruire solo grazie a una costante tensione verso l'innovazione». Il vice Ministro Giuseppe Vegas ha osservato che «c'è una fase positiva che il sistema Italia può iniziare a costruire, se ci sono imperenditori che investono e che credono nelle potenzialità della loro azienda.Certo il contesto rimane complesso ma è solo lanciando nuove sfide che si possono superare le difficoltà».

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">