Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

QUANDO SARAI UN PIATTO DI CARNE, SARAI TRATTATO CON TUTTI GLI ONORI! 17-18 Aprile Giornate Mondiali per l'Abolizione della Carne

'... quando QUALCUNO diventa QUALCOSA ...'

"Ti trovi su un camion, con tanti altri come te: hai a malapena spazio per muoverti. Non sai dove vada, non hai scelto tu di salire: sai solo che viaggi da ore, forse da giorni, ti chiedi quando toccherai di nuovo il suolo. Hai fame. Qualcuno dei tuoi compagni si è già ammalato: con fatica riesci a prendere sonno tra i lamenti, ma dura poco: il rumore brusco del freno ti sveglia di soprassalto. Scorgi un capannone in vicinanza: sarà forse la tua nuova casa? Ti fanno scendere, finalmente puoi muoverti, ma nell'aria c'è qualcosa di strano. E' un odore. E' sangue. Viene dal capannone. Ti afferrano, ti spingono, istintivamente fai resistenza: lo senti, lì dentro c'è qualcosa di brutto. Hai paura, terrore. I tuoi occhi si abituano in fretta all'oscurità, alle luci artificiali: adesso vedi. Vedi altri come te andare verso la fine. Ma consolati: se sarai fortunato, sarà questione di un attimo: una scossa e via, non ci sarai più. Non ti toccherà morire a poco a poco, la gola sgozzata, le tue viscere che colano sangue. E poi, hai un altro motivo per gioire: quando non sarai più un coniglio, un agnellino, un maialino, ma semplicemente un piatto di carne, sarai trattato con tutti gli onori, i cuochi si daranno un gran daffare per darti un adeguato contorno." Queste parole sono le parole di un vitello, di un maiale, di un pollo, o di un pesce: sono le parole che pronuncerebbe se potesse parlare la nostra lingua. Sono le parole di uno qualsiasi dei miliardi di individui non umani uccisi ogni anno negli allevamenti e nei macelli di tutto il mondo per nutrire altri individui umani. Queste parole sono le parole che sentiamo guardando negli occhi i maiali in viaggio verso il mattatoio, i polli rinchiusi nei lager, i pesci agonizzanti con un gancio nella bocca o nelle reti dei pescherecci. Sono le parole di qualcuno che è diventato qualcosa. Quando gridiamo che la soluzione più urgente e più realistica a questo massacro quotidiano è l'abolizione della carne, del latte e delle uova, sappiamo dunque di non essere una minoranza nella società. Siamo milioni di esseri umani che hanno scelto di non contribuire in prima persona a questa guerra, diventando vegetariani; ma soprattutto, siamo i miliardi di animali rinchiusi e uccisi per un capriccio alimentare non necessario, quegli animali che se potessero non ci penserebbero due volte a battersi per l'immediata chiusura di tutti gli allevamenti. Poiché la produzione di carne implica l'uccisione degli animali che vengono mangiati...Poiché le loro condizioni di vita e di macellazione provocano sofferenza a molti di loro...Poiché mangiare carne e altri prodotti animali non è necessario, e poiché gli esseri senzienti non devono essere maltrattati o uccisi...Per questi motivi allevare, cacciare e pescare animali a fini di consumo, così come vendere ed acquistarne i corpi, deve essere vietato.

17-18 Aprile, Giornate Mondiali per l'Abolizione della Carne
abolizionecarne@gmail.com infoline 327-3209085
http://aboliamolacarne.blo
gspot.com

Domenica 18 APRILE ore 15
MILANO - via Dante ang. Largo Cairoli (MM1)
CORTEO per l'ABOLIZIONE della CARNE

Sabato 17 aprile ore 15 volantinaggio a Monza

 Sabato 17 aprile, in occasione della giornata mondiale contro la carne, 'Oltre la Specie' organizza un volantinaggio in maschera per le vie centrali di Monza. L'appuntamento è alle 16.00 sotto l'Arengario. Proseguiremo fino alle 18.30 circa. Chi vuole aderire è pregato di contattare Alessandra:
alexgalb@libero.it (cell. 335-8376756) per verificare eventuali cambiamenti di programma.