Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Ancelotti, trionfo al primo colpo

Il Chelsea batte il Wigan 8-0 nell'ultima partita di campionato e conquista la Premier. L'ex tecnico del Milan è il primo italiano a vincere il titolo in Inghilterra

(repubblica.it) LONDRA - Veni, vidi, vici. Novello Giulio Cesare, Carlo Ancelotti conquista l'Inghilterra al suo primo tentativo e diventa il re di Londra. Il Chelsea vince anzi stravince l'ultima gara di campionato, superando il Wigan 8-0 davanti ai propri tifosi, mantiene in questo modo il punto di vantaggio in classifica che aveva sul Manchester United e conquista il titolo della Premier League, che gli mancava dal 2006, l'anno in cui lo vinse, per la seconda volta consecutiva, allenato da Josè Mourinho. "Mou è stato bravissimo, io ho vinto una volta, spero di fare il bis, come lui", commenta con la sua abituale flemma Carletto da Parma, che ha vinto facendosi non solo rispettare, ma pure amare, con la sua simpatia, le battute con cui faceva sciogliere la tensione, il cameratismo con i giocatori.

"Abbiamo avuto momenti difficili, in particolare dopo l'eliminazione in Champions League contro l'Inter, ma siamo riusciti a riprenderci e comunque siamo stati in testa al campionato quasi sempre dall'inizio alla fine, abbiamo meritato di vincerlo", dice tra i fiumi di champagne in campo e i canti di "We are the champions" sugli spalti. Ora, aggiunge, spera di vincere anche la F. A, Cup, la Coppa d'Inghilterra, trofeo di grande prestigio in questo paese, nella finale che lo aspetta tra una settimana, contro il Portsmouth, che ha finito il campionato all'ultimo posto in classifica ed è retrocesso nell'equivalente della nostra serie B: un avversario più facile era impossibile trovarlo, se Ancelotti coglierà l'obiettivo sarà riuscito a centrare un "double", un doppio titolo, campionato e coppa d'Inghilterra, che al Chelsea non era mai riuscito, neanche con Mourinho.

E poi ci sono altri record da vantare per il re italiano di questo Chelsea: il maggior numero di gol mai segnati da una squadra in Premier League, 102 reti, cinque di più del record precendente, stabilito dal Manchester United nel 2000. Per due volte il Chelsea di Ancelotti ha vinto 7-0, una volta, oggi, addirittura 8-0, e ha vinto sei volte su sei, sempre, in casa e fuori, le sfide con le altre tre big del campionato, manchester United, Arsenal, Liverpool. Quando le cose andavano bene, dicono di lui i giornali londinesi, sorride e fa una battuta. Quando vanno male, alza il sopracciglio. Mai una polemica con gli arbitri. Mai un diverbio con gli allenatori delle altre squadre. Mai una lite con i suoi giocatori. O con il patron del Chelsea, Roman Abramovich.

Ha imparato l'inglese, e lo ha imparato bene, in fretta: qualcuno pensava, quando arrivò, che non sarebbe riuscito a fare neanche questo. "Come on, Chelsea", ha gridato stasera nel microfono, rivolto ai tifosi, nella celebrazione in campo dopo la partita. Gli inglesi avevano già imparato a rispettare un italiano: Fabio Capello. Ora si inchinano davanti a "King Carlo": che non è Charles di Windsor, il quale dovrà ancora aspettare un po' per salire sul trono, bensì è Carletto Ancelotti da Parma. Ci voleva il calcio, perché l'Italia conquistasse l'Inghilterra. A parte Giulio Cesare, s'intende.

I VERDETTI IN PREMIER -
Chelsea campione d'Inghilterra. Chelsea, Manchester Utd e Arsenal in Champions League; Tottenham ai preliminari di Champions League; Manchester City e Aston Villa in Europa League; Liverpool ai preliminari di Europa; League Hull City, Burnley e Portsmouth retrocedono in Championship.

(09 maggio 2010)