Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

SEI FAVOREVOLE ALLA CHIUSURA DI TUTTI I MACELLI IN ITALIA?

Mi sembra che un po tutti abbiate si ragione, ma......

Allo stesso tempo state commettendo un errore di valutazione. E questo lo dico in base del fatto che ognuno di noi è un essere unico , con una sua capacità di scelta, anche di cosa mangiare.

Poi per quanto io sia un onnivoro, e trovo difficile che nella nostra società ci siano persone solo carnivore, non ho nulla in contrario se altri vogliono diventare solo vegetariani.

Ma il discorso mio di fondo è, che sia gli animali che i vegetali devono vivere in un ambiente sano.

La coltura intensiva o l'allevamento intensivo , non dovrebbero esistere. Non c'è necessità che esistano. 

Ogni nazione se producesse solo per il suo fabbisogno, non ci sarebbe bisogno del metodo intensivo. Ma in questa società l'alimento  principale non è il cibo ma il denaro.

Allevare bovini o suini in campi aperti, facendo la rotazione dei pascoli, creando abbeveratoi, aspettando il giusto tempo della macellazione è altrettanto rispettoso di un campo di verdure fatto di paglia e letame senza fertilizzanti chimici o antiparassitari.

Ma poi qualcuno si è mai fermato a pensare che il momento in cui un trattore infila la sua pala nel terreno si dà il via allo sterminio dell'equilibrio naturale che è stato fatto in quel terreno da tutti quegli insetti, microorganismi, piante che non hanno altro compito che riportare in equilibrio quel terreno che ogni semina  viene dilaniato dall'opera dell'uomo.

E poi pongo io una domanda nel rispetto reciproco, ma voi preferite i macelli o i cacciatori??

 

le istituzioni non esistono

sono Paola, un'anonima volontaria, e come tanti sono costretta a nutrire i miei randagi a notte fonda per non arrecare fastidio ai molti che non amano gli animali e in particolare i cani che diverrebbero vittime, se non mi muovessi in questo modo, di ben più feroci ritorsioni. Questo odio millenario, così caldo, viscerale è costantemente rigenerato e nutrito da paranoiche superstizioni di deliranti filosofie religiose, cristiane e non  che rimangono forti e immutabili nel tempo a dispetto di qualsiasi discorso raziocinante, di qualsivoglia principio umano universale libero da ogni credo, in barba alle leggi universali della matematica e in spregio di qualunque progresso scientifico (che non ricorra a vivisezione). E a questo bisogna aggiungere l'informazione dei media prostrata alle grandi lobby economiche farmaceutiche, industriali,  politiche. Sembra un vicolo cieco a meno che non si decida di cambiare le proprie fonti informative... Ma quanti possono concedersi un'intuizione simile, per almeno tentare di sgusciare da una forma di lobotomia di massa? L'informazione deve prendere coraggio sfidando i vari poteri, non c'è altra strada, soprattutto oggi visto che l'ignoranza, soprattutto in Italia, viene ben coltivata.

sarebbe bello che tutti mangiassimo bene

non sono carnivora nè vegetariana e per cibo vorrei prodotti ben allevati e coltivati, ben raccolti o macellati con il rispetto dovuto alle colture e creature che ci permettono di vivere e di discutere. Marinella.

chiusura macelli

Il bene e il male, il buono e il cattivo sono scritti nel grande libro della Natura. Perchè ci sarebbero gli animali "predatori" che si nutrono di altri animali? Perchè è normale ed è bene. Perchè volete stravolgere le leggi naturali? Se volete essere vegetariani nessuno ve lo impedisce, ma perchè imporlo a tutti?

i predatori non li allevano

i predatori non li allevano mica gli animali. e poi l'imposizione non è fatta da noi ma è subdola fatta da chi detiene il potere e ci fa fare quello che vogliono loro anche se non è necessario.

 

chiusura macelli

ok  nutrirsi di carne x molti è naturale ,ma fatevi un giro e guardate con occhio critico i campi dove si producono i cereali e con cosa vengono fertilizzati,

guardate i mangimifici,annusate l'olezzo che producono ,potrete capire l'animale a cui è destinato solo dalla puzza,

se ancora non vi basta andate negli allevamenti ,bisogna cercarli xchè solitamente sono abbastanza nascosti e verificate personalmente come vengono detenuti gli animali e verificate  il loro stato di salute.

non credo che a questo punto vi interessi piu macellare quegli animali,ma se cosi non fosse fatevi un viaggio con loro su uno dei tanti tir che potete vedere transitare in autostrada.

adesso potete andare in un macello e vedere personalmente quanto debbono agonizzare prima di morire quelle povere creature,

non ho ancora finito  perchè la ciccia che vi piace tanto a questo punto finisce nella grande distribuzione e non sono proprio rose e fiori,in quanto a igiene,catena del freddo,controlli sanitari etc.e poi non penserete che quel bel colore degli insaccati ma anche della carne fresca sia naturale,

buon appetito

La risposta nella sua domanda!

Lei si risponde da solo nella sua domanda!
Davvero pensa che i macelli siano una cosa naturale?
Lei pensa che gli allevamenti intensivi siano una cosa naturale?
Lei pensa che il sistema economico alimentare di derivazione animale rispetti l'originaria naturale catena alimentare?
Lei pensa che l'originale macchina biologica dell'uomo sia carnivora?
Lei pensa che gli animali siano stati creati per soffrire dal concepimento alla macellazione?
Lei pensa che gli animali dotati degli stessi sensi dell'uomo non abbiano diritto alla felicità e alla loro naturale dignità?
Rifletta, si risponda e non si nasconda dietro un dito.
La scelta vegana non impone niente, ma si propone di riportare ad un senso perduto. Di ridare dignità naturale a esseri a cui è stata tolta.
La scelta, e sottolineo scelta, vegana è rapportarsi con responsabilità al mondo nel rispetto di sé e degli altri. Imporre la sofferenza altrui per il gusto del palato mi sembra cosa disgustevole!
Vegan è la dimostrazione che si può vivere meglio senza carni o alimenti di derivazione animale.LB

bravo

ottima risposta...ti stimo!

Risposta alle Sue 6 domande

Con la massima serenità cercherò di rispondere alle Sue 6 domande sperando che le risposte possano almeno in parte offrirLe argomento di riflessione:

1) I macelli non sono una cosa naturale così come non lo sono i mulini, i frantoi, i forni, le case, gli orti, ecc.

2) Gli allevamenti intensivi non sono cosa naturale come le coltivazioni intensive, le selezioni genetiche, i trattamenti con fertilizzanti sintetici, anticrittogamici, erbicidi, ecc.

3) Nella forma forse no, nella sostanza certamente.

4) Darwin insegna (se Lei ci crede) che l'uomo si è evoluto dai primati. Le cause fondamentali della sua  differenziazione sembrano essere state la postura eretta e l'alimentazione non più solo vegetale.

5) La sofferenza è parte integrante del Grande Libro della Natura così come lo sono il continuo divenire fra la vita e la morte. La pietà (pietas Cristiana) non è invece contemplata. Questo sentimento, che posso anche definire nobile, ci è stato inculcato dalla religione Cristiana (abbiamo vissuto 2000 anni e viviamo tuttora in un ambiente  che volenti o nolenti ci condiziona determinando anche il modo di pensare). Ma la pietà non si trova nel Grande Libro della Natura; qui impera invece il principio "mors tua vita mea".

6) Al di là di quanto espresso più sopra, perchè Lei si sofferma al diritto alla felicità dei soli animali superiori (e non tutti immagino) tralasciando altre specie viventi (insetti, microrganismi, tutto il regno vegetale) che non vedo perchè non dovrebbero avere gli stessi diritti, o comunque questo non possiamo certo stabilirlo noi. Lei si sente un Dio. Buon per Lei. Ma non può cambiare le norme scritte nell'Universo. 

 

a chi si nega la realtà

E' difficile rispondere a chi si nega la realtà, ma nelle sue affermazioni vi è già la risposta, solo che lei non la vuole vedere.
a) L'ecofilosofia ci insegna a vivere nel mondo cercando di averne cura.
b) Se la sofferenza può essere insita anche nei processi di vita naturale, coltivarne esponenzialmente l'impatto per una degustazione inutile mi sembra delinquenziale.
c) Per ogni essere deve essere rispettata la sua vita e la sua dignità.
d) Vi è un ciclo vitale nella catena alimentare naturale che ora è stato distrutto. Non è la stessa cosa alimentarsi per necessità naturali di caccia (ma non solo) e programmarne dei processi industriali.
e) Lei sa che le coltivazioni intensive sono dovute principalmente per uso zootecnico dei campi.
Concludo con questa considerazione di Rajendra Pachauri, presidente dell'IPCC. Ha presentato a Londra un documento dal titolo "Riscaldamento globale: l'impatto sui cambiamenti climatici della produzione e del consumo di carne". In questo documento, l'economista indiano evidenzia che produrre 1 kg di carne ha enormi costi in termini ambientali: l'emissione di 36,4 chili di anidride carbonica, il rilascio nell'ambiente sostanze fertilizzanti pari a 340 grammi di anidride solforosa e 59 grammi di fosfati. In termini di comparazione, produrre 1 kg di carne ha lo stesso impatto ambientale di un'auto media europea che percorre 250 chilometri. In riferimento al consumo idrico, Pachauri sostiene che per ottenere 1 kg di mais sono necessari 900 litri di acqua, per 1 kg di riso 3.000 litri, per 1 kg di pollo 3.900 litri, per 1 kg di maiale 4.900 litri e per 1 kg di manzo 15.500 litri di acqua. Inoltre, il 30% delle terre emerse ed il 70% delle terre agricole sarebbero destinate al settore zootecnico.LB

SONO FAVOREVOLE ALLA

SONO FAVOREVOLE ALLA CHIUSURA TOTALE DEI MACELLI IN TUTTO IL MONDO. E MI VERGOGNO AL POSTO VOSTRO PER CHI SI NUTRE DI CARNE OVVERO DI CADAVERI FATTI UCCIDERE APPOSTA PER VOI CHE NON NE FATE A MENO. MA PURTROPPO IL CERVELLO DELLA GENTE, A VOLTE, NON è RECUPERABILE. UNA SOLA PAROLA: ASSASSINI CHI UCCIDE GLI ANIMALI E CHI LI MANGIA.

ma quale animale carnivoro??

ma la piantiamo di dire fesserie? l'uomo è un primate onnivoro derivato erbivoro (frugivoro, per l'esattezza). egli ha una struttura fisica che gli permette in linea di principio di mangiare vegetali e in caso di carestia (quindi raramente) mangiare animali. mangiare animali non serve. perciò Sì sono favorevole!

forse siete tutti un po esauriti

lo volete capire che l'uomo è un animale carnivoro. che oltre a mangiare carne per sopravivere oggi mangia carne per il piacere che questa le dà. quindi privarlo di carne e togliere all'uomo uno dei tanti piaceri della vita. è come se gli vietassimo di fare l'amore di bere vino a quantaltro. chi vuole una vita di privazioni,chi è contro tutto ciò che è futiuro e progresso credo sia veramente esaurito.

e poi chi dice mangiare un cavolo non sia una violenza al cavolo? chi mi assicura che anche lo zucchino non sofre nel momento in cui lo gusto a tavola. credetemi esagerate mangiate fate l'amore bevete un buon bicchiere di vino e cantate vivrete finpo a cento anni allegri e non come voi vegetariane sempre incazzati con tutto il mondo . tanti auguri

Non siamo soli

Anche gli animali hanno diritto a vivere felici e gustarsi i piaceri della vita(che non devono essere obbligatoriamente quelli degli umani); pensaci, prima di sparare cavolate! Non solo l'uomo ha diritto di vivere felice sulla terra e chi priva altri esseri viventi dei piaceri del vivere siete proprio voi mangia-cadaveri!

Catena alimentare!

Anche l'uomo fa parte della catena alimentare.Perchè lamentarsi allora se altri carnivori possono divorare noi o qualcuno dei nostri cari? Perchè togliere loro i piaceri della loro vita?

Io sono vegetariana e non sono incazzata con il mondo.

Non mi risulta che gli ortaggi abbiano un sistema nervoso o che soffrano.

Dai retta a me: mangia vegetariano, fai l'amore e camperai lo stesso cent'anni allegro e non solo tu, anche gli animali che non hai ucciso.

 

 

vegan è gioia, non è superbia, è semplicità, è pace.

i piaceri della mia vita sono aumentati da quando ho smesso di alimentarmi di animali, adesso godo pienamente del cibo, della tavola, finalmente una delle caratteristiche tipiche dell'essere umano, la sensibilità non la devo soffocare in nome della falsa convinzione che sia necessario per il corpo e lo spirito cibarsi di animali, perché in effetti è  tutto il contrario.

ti posso assicurare che la mia non è una vita di privazioni tutto il contrario, e non hai idea di cosa ti perdi, detto da una che ha sempre adorato la cucina, ed i piaceri della tavola, e che adesso non solo non rimpiange i vecchi tempi da onnivora, ma al massimo si dispiace per non aver fatto questo passo verso il veganismo prima.

la vera felicità non coincide con il provocare morte sofferenza....

non sono inc... con nessuno, sono troppo felice della mia nuova forma di vita e mi piacerebbe estendere questa gioia a tutti coloro che incontro che conosco.......

sembra una provocazione però

penso che l'amore lo farai poco e male se continuerai a pensare e a mangiare male. la vita è bella solo se togli sofferenza e morte altrimenti come fà ad essere bella.

Neanche il coraggio di

Neanche il coraggio di firmarla 'sta cazzata sgrammaticata..................

L'uomo puo' vivere benissimo

L'uomo puo' vivere benissimo senza carne .

Chiudiamo tutti i macelli!!

Stefania

Carne o non carne?

Spiace appartenere ad una specie che si nutre anche di carne, e per di più definita [da se stessa] intelligente.Più divento vecchio, più amo gli animali e meno l'uomo.Tuttavia l'uomo è onnivoro, e può sostentarsi benissimo evitando la carne.Le abitudini alimentari, essendo onnivori e molto versatili, adattabili, si possono cambiare.Il problema è in primo luogo culturale, ed è su questo terreno che deve essere risolto.Urge uno statuto - almeno a livello nazionale o europeo - per il riconoscimento dei diritti di tutti i viventi non umani. Saluti Eugenio Orso

chiudere i macelli

non mangiando più carne e pesci tutti gli esseri umani ne trarrebbero giovamento in quanto vengono cresciuti forzatamente con medicinali ed antibiotici...e chi mai imbottirebbe suo figlio di farmaci per farlo crescere a tempo di record?pensiamo ai giovani ed ai bimbi....cresciuti con farmaci perchè la fettina bianca fa bene?fa bene solo alle case farmaceutiche,ai vivisettori da loro finanziati,agli allevatori,ai macellatori ed ai macellai...ma all'uomo ha creato e continua a creare grandi e gravi patologie..e non solo per una questione etica.Per ancora finge di non sapere visitate qualche sito esempio    www.nonlosapevo.com

 e poi ci risentiamo sempre che non siate codardi da fingere ancora di non aver visto.Andrea da Missaglia

pollo arrosto

Che significa chiudere i macelli? Pensamo per esempio che i polli si suicideranno per darci il piacere di arrostirli?

Cosa significa...

...forse Oggi è il 'momento giusto' per chiedersi cosa significa APRIRLO, un macello....

 

si evince che chi mangia

si evince che chi mangia carne è un cretino

dopo il tuo commento siamo

dopo il tuo commento siamo sicuri che la madre degli idiodi è irrimediabilmente incinta

 

Chiusura macelli

..Sicuramente Anonymous...ha sfornato me.. ed ANCHE TE!!!!!!!

credo che..

Credo che bisognerebbe arrivare a un livello piu' alto possibile di vegetariani e vegan! putroppo da soli non si fa nulla!!...IO dico si ..si si!

 

Si puo vivre anche senza carne!!!

no alla carne

Viva i vegetariani e i vegani , la carne fa solo male , fa venire ictus , diabete , cancro al pancreas e all intestino ... chi siamo noi per decidere chi deve morire o vivere ? limitiamoci a decidere per noi stessi non a danno degli altri ... gli animali anche loro soffrono e provano sentimenti ... come vi sentireste voi rinchiusi in un cella e con la paura di essere picchiati e poi macellati ? perchè non provate a mettervi nei panni di quei poveri animali ? bisogna chiudere tutti i lagher di animali dai mammatoi ai laboratori di vivisezione... addirittura testano i prodotti chimici sugli animali .... ooooooh ma dove siamo ? pensate siano degli oggetti insensibili gli animali ' anzi loro che non hanno la parola soffrono più di noi ... spero davvero il 21 dicembre 2012 venga la fine del mondo così moriremo tutti (compresi quei poveri animali) ma almeno nessuno più nascerà per soffrire !!!