Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Banca Italease: perdite da derivati per 500 mln

(ANSA) MILANO - Secondo la Banca d'Italia le perdite da derivati di Banca Italease ammontano a 500 milioni di euro a fronte di 610 milioni di esborso per la chiusura dei contratti con le controparti bancarie e di 143 milioni di euro di mark to market relativo a contratti ancora aperti. Lo riferisce il gruppo in una nota.

CDA IL 27 LUGLIO CONVOCA ASSEMBLEA PER NUOVI VERTICI
Il cda di venerdì prossimo di Banca Italease sarà chiamato anche a convocare l'assemblea straordinaria dei soci che dovrà a sua volta nominare i nuovi vertici, come richiesto da Bankitalia. E' quanto spiega una nota della banca, secondo cui il consiglio approverà anche l'aumento di capitale fino a 700 milioni di euro.

BANCA PROFILO: OFFERTA SU MELIORBANCA PER FUSIONE
Il cda di Banca Profilo ha deliberato un'offerta di pubblico scambio (Ops) su Meliorbanca che porti a una fusione fra i due istituti. E' quanto si legge in una nota. In particolare, secondo quanto si legge nella nota, la fusione avverrà a "valori paritetici" e Banca Profilo procederà a un aumento di capitale con riserva d'opzione agli azionisti Profilo fino a 200 milioni di euro. Contestualmente sarà deliberato un aumento di capitale riservato agli azionisti Meliorbanca al servizio dell'ops sulla totalità delle azioni e condizionata al raggiungimento di adesioni pari al 60% del capitale. Il cda di Banca Profilo deciderà successivamente i dettagli dell'operazione le condizioni e la tempistica. L'integrazione delle due società, spiega la nota, porterebbe a una importante crescita dimensionale e patrimoniale e un ruolo di primo piano nel settore del private banking, della banca d'investimento e di capitale vista anche la complementarità delle due banche. Il cda di Banca Profilo ha dato ampio mandato al presidente Sandro Capotosti e all'ad Nicolò Angileri di "attivare i contatti con il consiglio e gli azionisti di riferimento di Meliorbanca" per la realizzazione dell'ops alla pari lanciata dall'istituto. E' quanto si legge nella nota Profilo. L'operazione non era concordata e, secondo quanto risulta all'ANSA, ha colto di sorpresa i principali soci di Meliorbanca (Bper con il 28% circa) e Banco Popolare (15,5%).

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">